Spotify si trova di fronte ad una causa da 1,6 miliardi di dollari

3 gennaio 20182 commenti

La piattaforma musicale Spotify è oggetto di una causa per violazione del copyright. Tale causa è stata intentata dall'editore musicale Wixen Music.

Wixen Music risulta essere il titolare di licenze musicali di varie band ed artisti. Tra questi troviamo, ad esempio, Tom Petty, Neil Young e The Doors. Secondo il querelante, Spotify avrebbe utilizzato molti brani senza averne alcun diritto. Tale ‘comportamento’ avrebbe prodotto danni per almeno 1,6 miliardi di dollari.

La società sostiene che il tipo di diritti acquisiti dall’azienda di Stoccolma, tramite la Harry Fox Agency, non sia adatto per poter offrire un servizio di streaming musicale. Secondo Wixen questa irregolarità riguarda almeno il 20% delle 30 milioni di canzoni ‘attive’ che sono offerte all’utente.

Spotify, intanto, sta pianificando l’entrata in Borsa con un valore attualmente stimato di circa 19 miliardi di dollari. Secondo le ultime informazioni la piattaforma, disponibile in 61 mercati, offre oltre 30 milioni di tracce a 140 milioni di utenti attivi di cui oltre 60 milioni hanno sottoscritto un abbonamento. Come ben sappiamo non è la prima volta che l’azienda svedese cade al centro di simili accuse, infatti nel corso del 2017 nei suoi confronti sono state intentate cause simili in riferimento sempre a problemi di licenze. Staremo a vedere come andrà a finire e vi terremo aggiornati sull’intera vicenda.

Loading...
  • Doc74

    sinceramente , anche se sembra assurdo dirlo, ma per spotify sono briciole

    • theappleplace

      sarebbe comunque un colpo molto duro