Telegram via dall’Iran, al suo posto un’app con emoji e sticker inneggianti alla morte

1 Maggio 20187 commenti

Eravamo già a conoscenza dell'intenzione del governo iraniano di bandire dal proprio paese Telegram per ragioni di "sicurezza nazionale".

E da giovedì scorso il popolare servizio di messaggistica utilizzato da più di 40 milioni di iraniani – circa la metà della popolazione – è stato ufficialmente bloccato. Al suo posto un’applicazione locale chiamata “Soroush“, approvata dal leader supremo dell’Iran Ayatollah Ali Khamenei, che ha caratteristiche simili a Telegram a parte una serie di emoji con donne velate e numerosi sticker che inneggiano morte contro gli Stati Uniti, “Death to America”.

In tanti si sono rivolti al fondatore di Telegram su Twitter chiedendo aiuto per trovare una soluzione ed evitare il blocco. E in una situazione simile si trova la Russia, dove in migliaia sono scesi in piazza a Mosca per protestare contro il bando dell’applicazione dopo che i fratelli Durov si sono rifiutati di consegnare al governo le chiavi per decifrare i messaggi degli utenti.

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com