USPTO invalida il brevetto pinch-to-zoom di Apple

20 dicembre 201227 commenti
Potrebbe essere solamente un numero, il brevetto 7844915, in realtà è conosciuto da tutti gli utenti come il brevetto riguardante la tecnologia pinch-to-zoom di Apple. Quando la mela morsicata lanciò il primo iPhone nel 2007 il gesto divenne subito simbolo dello smartphone di Cupertino tanto da spaventare qualsiasi utente nell'utilizzarlo. Questo e molti altri brevetti hanno portato alla grande causa contro Samsung, e dopo il colpo subito dal brevetto multi-touch il colosso di Cupertino perde un altro pezzo.

Nel lontano Novembre 2009 la celebre casa alata lanciò in USA il DROID, sprovvisto, per paura, del pinch-to-zoom nel browser.

La controparte internazionale, il Milestone ne era provvisto e successivamente con un aggiornamento software si decise di portarlo anche sul DROID. Già però dal Febbraio dello stesso anno Apple chiese a Google di non utilizzare la tecnologia multi-touch sui propri device Android.

Inizialmente, forse per paura, Google non si schierò contro la mela morsicata ed aver tolto in un primo momento il multi-touch ed il pinch-to-zoom fu segno di paura. Ma con il crescere e l’affermarsi della piattaforma la rivalità è cresciuta ed è sfociata in ciò che ritroviamo oggi.

E mentre alcuni produttori stringono accordi con Apple per il quieto vivere, per esempio HTC, altri temuti, come Samsung, sono portati in tribunale e vengono condannati a pagare una cifra di circa 1.05 miliardi di dollari per la violazione di questi brevetti e molti altri.

Questo è il secondo duro colpo sferrata dall’USPTO ad Apple che si è visto invalidare in pochi giorni due dei più importanti brevetti della causa contro Samsung ed Android.

Il produttore sud-coreano è pronto ad un nuovo processo nonostante il giudice Lucy Koh abbia recentemente rifiutato la richiesta di ban dalle vendite dei dispositivi Samsung da parte di Apple, poichè alcuni dispositivi non sono più in vendita ed altri hanno ricevuto aggiornamenti software tali da non violare alcun brevetto.

Il giudice ha anche rifiutato la richiesta di un nuovo processo da parte di Samsung per azioni improprie ed inappropriate da parte del capo giuria Velvin Hogan.

Detto ciò, certamente la nuova mossa dell’USPTO potrebbe favorire Samsung, pronto a richiedere un abbassamento della cifra da versare nelle tasche di Apple. Vedremo come andrà a finire.

 

  • boh

    Apple deve morire

    • sbrotfl
    • Barbamanno

      Spero tu ne segua le sorti !

    • Appleknight

      Poveraccio…ma come fai a dire una cosa del genere?

    • Sbarbola

      Brucia ancora il culetto dopo che hai speso 1000€ per un telefono?
      Non è colpa nostra.

  • Sam Cooper

    L’Ente Brevetti americano sta facendo una pessima figura: prima accetta qualsiasi richiesta e concede qualsiasi brevetto (anche in tempi lunghissimi)…. poi alla fine li invalida?
    In Europa ottenere un brevetto è assai più difficile, ma una volta ottenuto te lo possono invalidare solo se qualcun altro riesce a dimostrare ufficialmente la paternità dell’invenzione…

    MB

    • elegos

      Piuttosto direi che stiano un po’ lucidando il loro nome, non infangandolo ulteriormente. Preferiresti tu quindi, secondo la tua affermazione, negare l’evidente delle tue azioni e passare per un vigliacco, oppure riconoscere i tuoi errori e porre rimedio come possibile?

      • http://www.facebook.com/EmaBabi Babi EmanuLele

        Bhe oddio io non sottovaluterei la vigliaccagine della politica. In America, come nel mondo non è tanto scontato che decisioni politiche sbagliate rimangano esecutive e al contrario è molto facile che dichiarare ufficialmente di aver sbagliato porti alla fine della carriera

  • a

    Fra un po brevetteranno l’uso degli schermi a 4 pollici xD

  • marcovix

    Beh..da anti-apple secondo me il brevetto del pinch to zoom era uno dei pochi che aveva senso..meglio per Samsung..

    • alextestan

      …figurati gli altri! Povera Apple.

  • NexusQ

    Si e vai ora con la carrellata dei dementi che festeggiano !! Semplicemente per partito preso perchè troppo analfa per capire le basi della proprietà intellettuale .Spero che un giorno le menti di questi soggetti possano partorire qualcosa che patisca la stessa fine .

    • dario

      stasera non darò certo un party per la notizia, ma l’invalidazione di questi brevetti è semplicemente un atto di giustizia: il multi-touch ha una storia ben anteriore a quella apple, cominciata nel 1982, perfezionata e commercializzata nel 2001 da fingerworks in una speciale tastiera (la società va fallita perché Apple assume i due principali ingegneri del progetto), nel 2005 samsung introduce il primo schermo multitouch, e solo 2 anni dopo apple lancia sul mercato il suo primo dispositivo multitouch.

      la proprietà intellettuale è qualcosa che si guadagna sul campo inventando un’innovazione, non brevettando per primi invenzioni di altri, e il multitouch è decisamente un’invenzione di terzi, non apple, e l’invalidazione del giudice è stata decisamente adeguata. essendo il pinch to zoom solo un’applicazione del multitouch, che come abbiamo detto non è stato inventato da apple, è giusto che decada anch’esso, anche perché il pinch to zoom stesso rientra nelle possibili applicazioni del multitouch previste da Han di Perceptive Pixel nel 2006, un anno prima del primo iphone…

      insomma, niente da festeggiare ma giustizia è stata fatta. anche perché, è bene sottolinearlo, i brevetti apple multitouch e pinch-to-zoom non sono frutto di accordi con le società da me citate da cui sono stati acquisiti o con cui si è trovato un compromesso, sono brevetti depositati di propria iniziativa da apple come se si fosse trattato di invenzioni sue.

      (fonte della storia del multitouch: Wikipedia)

      • Gianfranco

        però vergognati …togliere le certezze di superiorità possessori del melafonino,e come togliere le favole a un bambino!

    • quantoseivecchio

      scusa non resisto… sei… ignorante (avevo molti altre appellativi, da corrispondere a dementi, ma sono troppo signore). Se fossi una persona saggia ti augureresti la scomparsa dei brevetti software, e capiresti la grossa differenza tra prorietà intellettuale e diritto d’uso (copyleft/right). grazie a stallman il software libero, essendo intrinsecamente evolutivo e innovatore, è destinato a cancellare tali storture del bieco e mercificante capitalismo. Ma inutile regalare “perle ai porci” (non che tu lo sia). Un saluto.

  • ilgigios

    Non capisco i brevetti di questo tipo. Nel senso è come brevettare la gestualità di spostare una leva per mettere la freccia o premere un pulsante per suonare il clacson o abassare o alzare un finestrino del auto. Non credo che esistano questi brevetti di questo tipo. Anzi ci sono ricambi identici che vengono venduti regolarmente e che non violano nessun brevetto e che sono praticamente identici es.” pompe acqua cinghie fanali guarnizioni pastiglie freni ecc ecc” che sebbene identici sono venduti regolarmente. Qundi non si capisce come sia possibile brevettare una gestualità. Credo che uno possa brevettare un componente elettronico un trattamento al display per renderlo più resistente. Qundi come mai iphone ha introdotto la barra notifiche cosa che non aveva. Adesso non puo adottare lo schermo che puoi utilizzare dua app contemporaneamente nemmeno il face unlook e tutte le gesture presenti sul S3

    • olè

      ni quello che dici è sicuramente condivisibile, però in questo caso da che mi ricordi, prima dell’iphone non esisteva il pinch to zoom ergo ci può stare brevettare questa “funzione” come il face to unlook alla fine è la stessa cosa è sempre un gesto quello brevettato, però perchè accetti il brevetto sam-google e non quello apple? (ricordo che io sono super partes perchè non me ne frega na mazza di android o ios p.s. uso un s2)

      • http://www.facebook.com/EmaBabi Babi EmanuLele

        Anche il brevetto face to unlook può benissimo essere ritirato. I brevetti ottenuti da Apple in America sono un fatto assolutamente estraneo a quello è la cultura dell’innovazione. Penso a tutti quei designer e tecnici che nel mondo lavorano per aumentare l’usabilità e la praticità di prodotti come sedie, stoviglie, pentole ecc… gli oggetti che abbiamo ora sono il frutto di quelle innovazioni che sono diventate un bene per tutti. Se avessero brevettato la sedia con il supporto lombare, o il “bip” quando si preme il pulsante di una sveglia, i farmaci generici e tante altre cose direi che il mondo non sarebbe come è oggi

        • dario

          d’accordissimo!

  • marcop

    Era ora, era assurdo brevettare delle gesture, come se potessi brevettare il modo di sbragarsi sul divano o quello di inserire una chiave e aprire una porta. Ovvio bisogna rispettare le proprieta intellettuali ma un brrvetto su qualcosa di cosi astratto. Allora potrei brevettare una tecnica sportiva es un calcio di rigore e sarei milionario il giorno dopo…. assurdo dai!

  • Getter Dragon

    la leggenda di apple comincia a perdere i pezzi. Apple è l’unione di brevetti fuffa e marketing basati su essi. Persa una delle 2 cose di Apple resterà solo il ricordo.

    • bonomins

      Rimane solo il torso della mela

      • SamsungVuoiSposarmi?

        Che va buttato nell’immondizia!

  • Pingback: USPTO invalida il brevetto pinch-to-zoom di Apple | Notizie, guide e news quotidiane!

  • Drew

    Se lo meritano,hanno ucciso anni di innovazione,QUEI Falliti,con i loro brevetti…hanno bloccato chissà quante innovazioni,ma che si mettano a lavorare serimante,anzichè fermare gli altri…

  • http://thunderskater.forumcommunity.net/ Davide Costantini

    E andiamo così!! Di questo passo rimarrà più vuota della Motorola!! xDDDD

  • Pingback: L’ufficio brevetti statunitense rifiuta la richiesta di Apple riguardo al ‘pinch to zoom’ – Androidiani | Androidiani.com