WebOs un altro concorrente Android marchiato Palm

9 gennaio 20095 commenti

Ieri, al Venetian Hotel di Las Vegas, si è tenuto il CES 2009 una fiera annuale dell'elettronica di consumo che si tiene ogni gennaio. In quell'occasione, il ceo di Palm ha presentato il loro nuovo smartphone e il loro nuovo sistema operativo WebOs basato su linux. Palm, ex azienda leader nel campo dei palmari, era da tempo in un brutto momento di crisi e aveva annunciato, a suo tempo, che avrebbe creato un nuovo sistema operativo. Nel frattempo Palm ha abbracciato i prodotti Microsoft e dopo tanto tempo nessuno si aspettava che palm avesse sviluppato un sistema operativo così innovativo. Per quanto riguarda il loro nuovo Smartphone ( che ricorda molto un dispositivo htc ), le innovazioni hardware sono poche ma eccezionali come:
  • Sensore di prossimità
  • Processore di ultima generazione ( Palm dichiara che non è mai stato montato un processore cosi potente in un smartphone .. )
  • Alimentatore induttivo !! Ovvero basterà appoggiare il palmare sopra una piedistallo e si carichera senza bisogno di alcun cavo
Ovviamente il dispositivo, che vedremo entro la prima metà del 2009, dispone anche di tutte le feature "normali" di uno smartphone di rispetto ( wifi, gps, accelerometro, 3g, ...). Tornando invece al sistema operativo, ci sono molte innovazioni come:


La ricerca universale

La ricerca universale di Palm è innovativa e semplice come idea; praticamente ogni volta utilizzerete questo servizio, il cellulare cercherà la parola in primo luogo in locale ( contatti, note, calendario)  per poi passare a google e wikipedia. Insomma un servizio utile e che risparmia del tempo!

Connected calendars and contacts

Questo servizio fornito da questo nuovo sistema operativo vi permetterà di  connettere insieme i calendari e i contatti di servizi come google outlook e facebook. Oltre alla possibilità di unire logicamente tutto in un calendario, potrete  linkare insieme lo stesso contatto prensente su più servizi ( ad esempio lo stesso contatto su google e facebook).

Attività Multiple

Questa funzionalità è gia presente in android, ma sicuramente Palm ce la rende più bella e facile da usare! Infatti, a differenza dell’iphone, anche il Palm Os permette di lanciare più applicazioni concorrentemente. La differenza essenziale tra android e Palm WebOs è che quest’ultimo ci fornisce un interfaccia carina per navigare tra le ultime applicazioni aperte. Infatti, per navigare tra queste, ci basterà cliccare su un pulsante e ci verrà presentata una vista a carte comodamente sfogliabile con il dito per scegliere l’applicativo da aprire.

Punti a sfavore e conclusioni!!

Questo nuovo potenziale concorrente secondo me non creerà molti problemi ad android, semmai spingerà l’enorme quantita di sviluppatori a portare i miglioramenti di WebOs in android.

La differenza tra android e WebOs è che Palm non ha mai annunciato nulla riguardo gli sviluppatori e probabilmente la piattaforma resterà chiusa.

Tuttavia è meglio restare con gli occhi aperti e restare sintonizzati su questo nuovo sistema operativo.

Saluti, Andrea :)

PS: Ringrazio Luca Nardelli, amministratore del gruppo italiano sviluppatori android, per la segnalazione

Loading...
  • Skyline

    Per le attività multiple che ti fa vedere quelle aperte precedentemente prova sul tuo G1 a tenere premuto il tasto della casetta per un po’ ;) gran bell’articolo

  • Skyline

    Per le attività multiple che ti fa vedere quelle aperte precedentemente prova sul tuo G1 a tenere premuto il tasto della casetta per un po’ ;) gran bell’articolo

  • Ciao Skyline :)
    credo Andrea conosca quella feature, ma forse intendeva dire che quella di Android è più grezza e meno utilizzabile di quella di PalmOS…

    Però effettivamente da come è scritto sembra che Android ne sia sprovvisto.

    Grazie per la segnalazione!

  • Ciao Skyline :)
    credo Andrea conosca quella feature, ma forse intendeva dire che quella di Android è più grezza e meno utilizzabile di quella di PalmOS…

    Però effettivamente da come è scritto sembra che Android ne sia sprovvisto.

    Grazie per la segnalazione!

  • Pingback: Androidiani: Palm: dopo il Pre viene l’Eos | eos, palm, pre()