Xiaomi e le versioni low-cost: la prima potrebbe essere del Mi Mix

31 marzo 201721 commenti

Mentre tutti aspettano la seconda generazione del Mi Mix, Xiaomi potrebbe sorprendere tutti e presentare in contemporanea anche una versione low-cost del dispositivo.

Xiaomi Mi mix lite: presunte specifiche

Innanzitutto il dispositivo dovrebbe essere lanciato con diversi tagli di memoria a diversi prezzi.

Per la versione 2/16 GB avremo un prezzo di 999 yuan, circa 135€. Per la versione 3/64 GB bisognerà pagare 1499 yuan, 200 € circa.
L’azienda cinese non si è ancora fatta sfuggire nessuna informazione sulle specifiche Hardware, se non la presenza di uno Snapdragon 821.

sarebbe bello, ma non ci crediamo molto

Purtroppo è così, si fa fatica a fidarsi di questo rumor. Eliminare le cornici su tre lati ha dei costi, ed è difficile credere che si riesca a contenerli in 135€. Difficile da credere anche che con lo stesso processore ma schermo più piccolo il prezzo scenda di quasi 400€! Infatti ci scoraggia la presunta presenza di uno Snapdragon 821, visto che è già presente sul fratello maggiore Mi Mix.

Insomma l’avrete capito, tanti difficile da credere in questo articolo perchè questa intenzione di Xiaomi appare un po folle. Continuiamo a sperarci, un evento del genere farebbe di certo scalpore sul mercato.

Molto meno difficile da credere è che questo sia solo un segnale da parte di Xiaomi per farci capire che ha voglia da introdurre una versione low-cost per ogni suo dispositivo.
Voi cosa ne pensate?

Loading...
  • ALex

    Mi pare una buona idea, ma devono anche lavorare per arrivare in tutti i mercati, secondo me. 🤔

  • TomTorino

    senza garanzia sopra i 250 euro non si dovrebbe comprare nulla. La garanzia cinese non è affidabile

    • Emi

      Però acquistandolo su siti come HonorBuy hai garanzia italiana per due anni.

      • TomTorino

        Quella è una cosa da valutare di caso in caso: Molto spesso il risparmio va a farsi benedire ed è pur sempre una garanzia del venditore non ufficiale. A me lenovo ha sostituito il telefono in garanzia, non credo che un venditore arrivi a tanto. Nello specifico da te citato non sono certo

        • Doc74

          il primo anno presumo cerchino di sfruttare la garanzia ufficiale , per questo va in cina , e in quel caso non credo xiaomi si faccia problemi a sostituirti il cellulare se necessario. per il secondo anno immagino sia differente . Ma ragazzi tempi biblici e viaggi all’estero non sono esclusiva dei “cinesi” .

          • TomTorino

            Per risparmio che va a farsi benedire intendevo dire che te li fanno pagare molto di più….a quel punto compro un prodotto tra le tante offerte in italia e spunto un simile qualità prezzo.

          • Doc74

            ti fanno pagare molto di più ? eh ?

      • jacksp

        Guarda, Io ho preso un Redmi 3S da Honorbuy a Ottobre. A Gennaio è comparso un alone giallo sullo schermo, ho scritto all’assistenza che mi ha dato l’indirizzo dove spedire il telefono per i controlli (a Gorizia).
        Senza dirmi nulla hanno spedito il cellulare in Cina per sostituire lo schermo, cosa che fa qualsiasi centro assistenza.
        Risultato, due mesi di attesa per riavere il telefono.
        La garanzia italiana dovrebbe anche dare la certezza che il telefono verrà riparato su territorio italiano, non ovunque nel mondo.

        • Doc74

          quarda che samsung te li spedisce in corea , che credi ?

          • Angelo Sabra

            Non capisco se stai trollando o sei serio….

          • Doc74

            no , non sto trollando. samsung italia garantisce solo “prima asistenza” per tutto il resto viene spedito in samsung corea

            esempio :

            https://eu.community.samsung.com/t5/Smartphone/tempi-assistenza/td-p/12592

            sapevatelo

          • Angelo Sabra

            Ma dai smettila :D . Samsung italia passa dal centro samsung di zona, se non riescono a ripararlo va al centro Y2k regionale e li decidono se ripararlo o sostituirlo. Per quelli con garanzia import c’è lo stesso procedimento nel primo anno se il guasto riguarda un componente analogo al modello italiano, invece nel secondo anno è il rivenditore che ha decide se farlo riparare a samsung italia (a pagamento) o spedirlo nel paese di distribuzione e farlo riparare gratis al netto delle spese di spedizione, sempre se in quel paese la garanzia copre 24 mesi. Insomma il discorso è complesso, ma posso dirti che in 19 anni che lavoro in un negozio di elettronica nel reparto telefonia, ho spedito all’assitenza migliaia di samsung e mai nessuno è stato in corea. Nel link che posti è il cliente che ha capito che il telefono è stato spedito in samsung e ha dedotto fosse in corea.

          • Doc74

            Che vuoi che ti dica , credi a quello che preferisci

          • TomTorino

            A me hanno sostituito lo schermo in una settimana. Probabilmente usano il teletrasporto (implementato sul prossimo s9+)

          • Doc74

            a te è andata bene , ti basta fare una ricerca su youtube per vedere che spesso ci mettono ben più dei 15 giorni preventivanti . Lo stesso vale per i cinesi , a volte son veloci ( se l’assistenza viene fatta qui ) a volte meno .

        • Angelo Sabra

          Infatti il termine garanzia italia dovrebbe essere questo, la riparazione sul territorio, che poi alle volte ci sta comunque 2 mesi è altro discorso.

          • rexandrex

            Io ho un tablet Lenovo da 1 mese in assistenza ed ancora nessuna novità. Scandaloso a di poco

    • Doc74

      è affidabile tanto quanto le altre , il problema è che sta in cina , quindi devi metterci di mezzo i tempi e costi di spedizione , tutto qui.

  • Shaytan

    Sogno un mi mix lite da 5.2-5.5 pollici

  • Mike

    Cominciassero col diminuire le dimensioni dello schermo, non tutti vogliono padelloni da 5.5″ ed oltre… per me già 5″ sono troppi, un display da 4,7 ” sarebbe l’ideale (e molti, me incluso, non disdegnerebbero neanche un 4-4,5 pollici) e ce lo avevano già…

    • Valerio Vitello

      Siete pochi a chiedere quello che chiedi tu. Ormai, salvo rari casi, le cornici degli smartphone attuali permettono di avere display da 5″ con le stesse dimensioni dei precedenti smartphone da 4.7″. Posso capire il discorso della banda B20 (Wind ha tanti clienti ma è anche vero che tra un po’ unirà la rete con H3G, quindi…) ma se nessuno produce più i dual sim full active un motivo ci sarà (sono perfettamente inutili). Resta la batteria removibile. Io ne sto facendo a meno, ho uno smartphone con 4000 mah che mi dura anche 3 giorni… basta saper scegliere.