Terremoto Haiti: dai una mano a chi ha bisogno!

14 gennaio 201022 commenti

Ciao a tutti, Come saprete il 13 Gennaio Haiti è stata colpita da un tremendo terremoto, che ha sconvolto la vita di milioni di persone, e causato perdite ingenti sia in termini di vite umane, che di abitazioni e fonti di sostentamento che danno da mangiare a più di 8 milioni di persone! La situazione è quantomai drammatica, la scossa principale ha avuto magnitudo pari a 7 della scala Richter, a titolo di paragone il terremoto del 6 Aprile 2009 in abruzzo ha avuto una scossa di circa 5.8 (sempre della scala Richter), lasciamo a voi immaginare la potenza distruttiva di tale sisma! Per dare una mano ai soccorsi e all'approvvigionamento di centinaia di migliaia di persone, vi raggruppiamo una serie di iniziative:

  • Fondazione Rava – La Fondazione Francesca Rava è un’organizzazione umanitaria internazionale presente in Haiti da 22 anni con progetti in aiuto all’infanzia. Gestisce l’ospedale pediatrico Saint Damien, l’unico dell’isola e il più grande dei Caraibi, gravemente danneggiato dal sisma. Per sostenere i soccorsi medici d’emergenza, organizzare gli scavi delle macerie per salvare i dispersi, ricostruzione dell’ospedale è sufficiente: bollettino postale su C/C postale 17775230; bonifico su C/C bancario BANCA MEDIOLANUM SpA, Ag. 1 di Basiglio (MI) IT 39 G 03062 34210 000000760000 causale: terremoto Haiti, carta di credito online su www.nphitalia.org o chiamando lo 02 5412 2917.
  • Corriere e Agire – Un aiuto subito per Haiti. Per aderire alla raccolta fondi organizzata dal Corriere e Agire (l’Agenzia italiana per la Risposta alle Emergenze che coordina molte ONG italiane tra cui Amref e Save the children) è sufficiente inviare un sms al n. 48541 (donazione di 2 euro) da cellulari Tim, Vodafone o da rete fissa Telecom Italia o su c.c. postale intestato ad Agire, n.85593614, causale “Un aiuto subito per Haiti”. Oppure ancora attraverso carta di credito al numero verde 800.132.870; bonifico bancario sul conto BPM-IBAN IT47 U 05584 03208 000000005856. CAUSALE: Emergenza Haiti; donazione online dal sitowww.agire.it.
  • Caritas – La Caritas italiana ha messo a disposizione centomila euro per i bisogni immediati. Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: Emergenza terremoto Haiti. Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: UniCredit Banca di Roma Spa, via Taranto 49, Roma – Iban: IT50 H030 0205 2060 0001 1063 119, Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012, Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113 ò CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001.
  • Unicef – Partecipare alla raccolta fondi Unicef è possibile tramite: c/c postale 745.000, causale: “Emergenza Haiti”; carta di credito online su www.unicef.it, oppure chiamando il numero verde UNICEF 800745000; C/C bancario Banca Popolare Etica IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051”; i comitati locali dell’UNICEF presenti in tutta Italia (elenco sul sito-web www.unicef.it). Per maggiori informazioni, Ufficio stampa UNICEF Italia, tel.: 06.47809355/233 e 335/6382226 e 335/7275877; e-mail: press@unicef.it, sito-web: www.unicef.it.
  • Croce Rossa Italiana – La raccolta fondi della Croce Rossa Italiana in favore delle popolazioni colpite dal terremoto ad Haiti è possibile tramite: numero verde tel. 800.166.666; donazione online causale “Pro emergenza Haiti” www.cri.it; bonifico bancario causale “Pro emergenza Haiti” IBAN IT66 – C010 0503 3820 0000 0218020.
  • Medici Senza Frontiere – Anche Medici Senza Frontiere (MSF) ha lanciato una raccolta fondi straordinaria. Si può contribuire all’azione di soccorso di MSF a Haiti tramite carta di credito telefonando al numero verde 800.99.66.55 oppure allo 06.44.86.92.25; bonifico bancario IBAN IT58D0501803200000000115000; conto corrente postale 87486007 intestato a Medici Senza Frontiere onlus causale Terremoto Haiti; online sul sito www.medicisenzafrontiere.it.
  • WFP – Per aiutare il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) a fornire assistenza alimentare alle vittime del terremoto si possono inviare offerte tramite: Internet, per informazioni e donazioni online, connettendosi al sito www.wfp.org/it; bonifico bancario, causale: emergenza Haiti C/C 6250156783/83 Banca Intesa ag. 4848 ABI 03069 CAB 05196 IBAN IT39 S030 6905 1966 2501 5678 383; versamento su conto corrente postale c/c 61559688 intestato a: Comitato Italiano per il PAM IBAN IT45 TO76 0103 200 0000 6155 9688.
  • Misericordie – Le Misericordie Italiane hanno aperto una sottoscrizione in favore delle popolazioni colpite dal terremoto di Haiti. È possibile fare una donazione sul C/C 000005000036, Monte dei Paschi di Siena spa, Firenze Agenzia 6, Iban: IT 03 Y 01030 02806 000005000036; oppure sul conto corrente postale n° 000021468509, Firenze Agenzia 29, IBAN: IT 67 Q 07601 02800 000021468509 entrambi intestati a Confederazione Nazionale con causale “Pro Haiti”.

Ringraziamo tomshw per aver raggruppato tutte le associazioni, trovate il loro articolo a questo indirizzo: LINK

Grazie alla segnalazione di faraja segnaliamo un’altra notizia,che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica, ecco il link:

LINK

Loading...
  • Fabio

    aiutiamoli, io sono dell’Aquila e ancora non ho una casa dove crescere la mia bambina insieme a mia moglie, ma noi ci riteniamo comunque fortunati rispetto a quei poveretti che non hanno e non avranno l’aiuto che abbiamo avuto noi. una preghiera e 2 € con un messaggino dal vostro Android non mi sembra si possano far mancare. Grazie

  • Fabio

    aiutiamoli, io sono dell’Aquila e ancora non ho una casa dove crescere la mia bambina insieme a mia moglie, ma noi ci riteniamo comunque fortunati rispetto a quei poveretti che non hanno e non avranno l’aiuto che abbiamo avuto noi. una preghiera e 2 € con un messaggino dal vostro Android non mi sembra si possano far mancare. Grazie

  • Articolo lodevole … Donerò anchio

  • Articolo lodevole … Donerò anchio

  • Faraja

    aggiungi all ‘articolo anche questa iniziativa lodevole da parte di google per sensibilizzare la gente alla tragedia

    http://www.tecnomagazine.it/tech/7015/terremoto-ad-haiti-immagini-satellitari-su-google-hearth/

  • Faraja

    aggiungi all ‘articolo anche questa iniziativa lodevole da parte di google per sensibilizzare la gente alla tragedia

    http://www.tecnomagazine.it/tech/7015/terremoto-ad-haiti-immagini-satellitari-su-google-hearth/

  • Ducanero

    e dai qui si può donare a UNICEF o CARE direttamente con Google Checkout.. che tutti noi androidiani abbiamo…
    http://www.google.com/relief/haitiearthquake/

  • Ducanero

    e dai qui si può donare a UNICEF o CARE direttamente con Google Checkout.. che tutti noi androidiani abbiamo…
    http://www.google.com/relief/haitiearthquake/

  • zago23

    Bravi ragazzi, io ci sono!

  • zago23

    Bravi ragazzi, io ci sono!

  • ringogelso

    Ho fatto la donazione , mi sembra il minimo per quella povera gente.
    Bravi Androidiani.

  • ringogelso

    Ho fatto la donazione , mi sembra il minimo per quella povera gente.
    Bravi Androidiani.

  • Alessandro

    Dispiace molto quando accadono certe cose, io stesso sono stato vittima di un terremoto di 5.8 nel 1990 in Sicilia. Unica cosa che mi fa rabbia è che, come sempre, il sud italia è peggio del terzo mondo.
    Per catastrofi come il sisma d’Abruzzo, drammatiche per carità, sono state organizzate trasmissioni televisive, spot pro donazione, siti e blog mentre per l’alluvione di Messina, avete visto qualcosa??? Adesso ci saranno altre 1000 trasmissioni ipocrite, spot pro donazione per quest’ultima tragedia….be, com’è stato detto per noi, che imparino anche loro a far le case!

  • Alessandro

    Dispiace molto quando accadono certe cose, io stesso sono stato vittima di un terremoto di 5.8 nel 1990 in Sicilia. Unica cosa che mi fa rabbia è che, come sempre, il sud italia è peggio del terzo mondo.
    Per catastrofi come il sisma d’Abruzzo, drammatiche per carità, sono state organizzate trasmissioni televisive, spot pro donazione, siti e blog mentre per l’alluvione di Messina, avete visto qualcosa??? Adesso ci saranno altre 1000 trasmissioni ipocrite, spot pro donazione per quest’ultima tragedia….be, com’è stato detto per noi, che imparino anche loro a far le case!

  • giorgio

    mi dispiace che molte persone siano morte ma adesso bisonga darli una mano per scordare il passato

  • giorgio

    mi dispiace che molte persone siano morte ma adesso bisonga darli una mano per scordare il passato

  • med

    UN GRUPPO FACEBOOK PIENO DI INSULTI ALLA POPOLAZIONE DI HAITI!!!!!!INDIGNAMOCI …
    http://www.ilmediterraneo.it/it/news/cronaca/un-gruppo-facebook-pieno-di-insulti-alla-popolazione-di-haiti-0002518

  • med

    UN GRUPPO FACEBOOK PIENO DI INSULTI ALLA POPOLAZIONE DI HAITI!!!!!!INDIGNAMOCI …
    http://www.ilmediterraneo.it/it/news/cronaca/un-gruppo-facebook-pieno-di-insulti-alla-popolazione-di-haiti-0002518

  • Fabio

    Alessandro, hai perfettamente ragione, ma fidati, quello che è successo a L’Aquila non è cosa da poco. siamo stati fortunati che sia successo di notte e tra la Domenica e il Lunedì, altrimenti invece di trecento morti ce ne sarebbero stati 5000, ti invito a fare un giro da queste parti, a vedere il patrimonio artistico che se ne è andato, e sono certo che i soldi che serviranno per ricostruire tutta Haiti non sarebbero sufficienti per riportare la mia città alle condizioni pre sisma. Difficile da credere ma è così. in termini di vite umane quella dell’isola del centro america rimane una tragedia immane. doniamo e aiutiamo quei poveri bambini. grazie

  • Fabio

    Alessandro, hai perfettamente ragione, ma fidati, quello che è successo a L’Aquila non è cosa da poco. siamo stati fortunati che sia successo di notte e tra la Domenica e il Lunedì, altrimenti invece di trecento morti ce ne sarebbero stati 5000, ti invito a fare un giro da queste parti, a vedere il patrimonio artistico che se ne è andato, e sono certo che i soldi che serviranno per ricostruire tutta Haiti non sarebbero sufficienti per riportare la mia città alle condizioni pre sisma. Difficile da credere ma è così. in termini di vite umane quella dell’isola del centro america rimane una tragedia immane. doniamo e aiutiamo quei poveri bambini. grazie

  • vincenza

    sono molto dispiaciuta x tutto quello ke è successo, nn ci sono parole x alleviare questa sofferenza so soltanto ke ogniuno di noi fa quello ke può x aiutare la popolazione ,ad esempio x poter avere in affido un bimbo , a ki bisogna rivolgersi?sene sapete qualcosa potete inviarmi qualke notizia.grazie.

  • vincenza

    sono molto dispiaciuta x tutto quello ke è successo, nn ci sono parole x alleviare questa sofferenza so soltanto ke ogniuno di noi fa quello ke può x aiutare la popolazione ,ad esempio x poter avere in affido un bimbo , a ki bisogna rivolgersi?sene sapete qualcosa potete inviarmi qualke notizia.grazie.