Un ex dirigente HTC avrebbe rilasciato dichiarazioni riservate all’amministrazione di Chengdu

6 Settembre 20136 commenti

L'ultimo sviluppo nella recente saga HTC rivela che Thomas Chien, l'ex vicepresidente del Product Design di HTC, avrebbe rivelato all'amministrazione municipale di Chengdu alcune informazioni riservate per poter realizzare una nuova compagnia telefonica in Cina. Non solo finanze in rosso per HTC ma anche spionaggio industriale che ultimamente ha coinvolto molti dirigenti, alcuni dei quali sono stati anche arrestati e presto subiranno un processo.

Thomas Chien, ex VP Product Design, avrebbe avviato delle trattative con l’amministrazione municipale di Chengdu per avviare una nuova compagnia telefonica in Cina.

Secondo quanto rivelato dal taiwanese Next Magazine, Chien avrebbe effettuato più volte viaggi verso Chengdu durante il primo semestre dell’anno facendo insospettire HTC, il quale non ha alcun progetto e legame con quella zona.

Per poter ricevere una sovvenzione in modo tale da fondare la propria compagnia telefonica in Cina l’ex dirigente HTC avrebbe rilasciato importanti informazioni private riguardanti lo sviluppo di nuove tecnologia inerenti la celebre UI Sense e risalenti al periodo di collaborazione col produttore taiwanese.

Le informazioni sulla Sense sarebbero state diffuse via mail a contatti esterni, anche se ancora tutto ciò rimane da verificare.

La posizione di quest’ultimo non è certamente delle migliori dato che, assieme ad altri due ex dirigenti HTC, sarebbe stato accusato anche di aver gonfiato fatture con spese mai sostenute. Non ci resta che attendere lo svolgimento di questo strano caso.

 

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com