Auricolari Jabra Coach con TrackFit: la recensione

7 agosto 20155 commenti

Grazie a Jabra, abbiamo avuto la possibilità di provare un prodotto dedicato agli sportivi davvero particolare e unico nel suo genere: parliamo degli auricolari Bluetooth Jabra Coach, dotati di sensore TrackFit.

SPECIFICHE

  • Comando di allenamento integrato con l’app Jabra Sport Life
  • Sensore avanzato di movimento per registrare l’attività e le informazioni sulla prestazione
  • L’applicazione Jabra Sound fornisce un miglioramento del suono Dolby® per l’ascolto della musica
  • Suono Premium Wireless Stereo (A2DP)
  • Chiamate in entrata e in uscita
  • I comandi sulle cuffie permettono un controllo da remoto di musica e telefonate (AVRCP)
  • Ultrasottile (16 g. / 0.56 oz.)
  • Realizzate nel rispetto degli standard militari USA (IP55) per resistere a urti, sudore e polvere
  • Si connettono a due device contemporaneamente grazie alla tecnologia Advanced Multiuse™
  • Connessione tramite tecnologia NFC
  • Durata della batteria: 5 ore e mezza e 10 giorni in standby
  • Integrazione con le principali applicazioni di fitness: Endomondo, RunKeeper, MapMyFitness, Runtastic e Strava
CONFEZIONE DI VENDITA

CONFEZIONE DI VENDITA

CONFEZIONE E UNBOXING

Nella confezione, oltre ovviamente agli auricolari, troviamo 2 Earwing e Eargel sostitutivi (inserti di gomma) per adattare al meglio i Coach al nostro orecchio, 2 Fitclip per fissare il cavo dietro al nostro collo nel caso dia fastidio / si impigli, una custodia protettiva dove tenerli e un cavo USB-Micro USB per ricaricarli o collegarli al nostro computer in caso di update del firmware.

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE

Passando agli auricolari stessi, possiamo notare subito l’ottima qualità costruttiva e la leggerezza del prodotto, che grazie anche alle sue dimensioni ridotte, si fa indossare senza alcun problema, facendoci quasi dimenticare di averlo indossato dopo alcuni minuti. Su quello destro troviamo (abbassando leggermente l’earwing) la porta micro usb per ricaricarlo e un piccolo led di stato, mentre su quello sinistro troviamo il sensore TrackFit e il pulsante “Sport”.

PARTICOLARE AURICOLARE SINISTRO

PARTICOLARE AURICOLARE SINISTRO

I due auricolari sono collegati fra di loro da un cavo in cui troviamo anche un piccolo telecomando con microfono incluso per gestire le chiamate. Sono presenti i tasti più, meno e un tasto circolare multifunzione situato al centro. Nascosto dentro troviamo anche il tag NFC.

PARTICOLARE COMANDI

PARTICOLARE COMANDI

Prima di iniziare, consigliamo di provare tutte le combinazioni di Eargel e Earwing: sono molto semplici da sostituire e trovando quelli giusti possiamo ottenere il massimo sia a livello di confort sia a livello di qualità audio.

Ribadiamo ancora l’ottima qualità costruttiva del prodotto e ricordiamo che gli auricolari sono resistenti a sudore, polvere, pioggia e umidità (purtroppo non completamente impermeabili). Abbiamo trovato molto comodi anche i tasti e in particolare il tasto sport, di cui però parleremo più tardi nel paragrafo del test.

IL COLLEGAMENTO E' SEMPLICE E NON HA MAI DATO PROBLEMI

IL COLLEGAMENTO E’ SEMPLICE E NON HA MAI DATO PROBLEMI

Dopo averli completamente ricaricati (occorrono circa 2 ore) li abbiamo collegati al telefono (per il test sono stati utilizzati un HTC One M8 e un Motorola Moto G), sia tramite NFC sia tramite normale pairing bluetooth. Entrambi i metodi funzionano alla perfezione, non abbiamo mai avuto problemi di connessione.

IL TEST

Dopo aver installato l’app Jabra Sport Life e Jabra Service (fondamentale per il funzionamento), abbiamo subito iniziato il test. Dobbiamo purtroppo muovere subito una critica: l’app e l’assistente virtuale sono completamente in inglese, purtroppo completamente assente la lingua italiana. Dopo aver inserito alcuni dati necessari per l’allenamento (età, altezza e peso) l’applicazione ci guiderà al corretto posizionamento degli auricolari, con tanto di test audio invitandoci a cambiare inserti in gomma nel caso non fossimo contenti del risultato.

L'APP JABRA SPORT LIFE CI GUIDERA' AD INDOSSARE AL MEGLIO LE COACH

L’APP JABRA SPORT LIFE CI GUIDERA’ AD INDOSSARE AL MEGLIO LE COACH

Una volta finito, ci viene consigliato di effettuare il test di Cooper per valutare le nostre condizioni fisiche. Prima di questo, abbiamo calibrato manualmente il sensore di movimento sia per la corsa che per la camminata, così da ottenere dati più veritieri rispetto alla calibrazione automatica che viene anche aiutata dal GPS. Come durante un normale allenamento di corsa, camminata o in bicicletta, il nostro assistente virtuale ci aggiornerà ogni tot minuti (definibili tramite l’app) su i nostri progressi, indicandoci alcuni dati (sempre selezionabili tramite l’app) fra cui velocità media, distanza percorsa, cadenza o il ritmo.

JABRA COACH CI PERMETTE DI FARE ANCHE IL TEST DI COOPER

JABRA COACH CI PERMETTE DI FARE ANCHE IL TEST DI COOPER

Nei giorni successivi al test ho iniziato a testare a fondo i coach, partendo dal normale tracking durante corsa e allenamento in bici (sono presenti altre attività sportive). E’ possibile impostare l’app in modo da seguirci semplicemente durante il nostro percorso oppure impostare obiettivi da raggiungere in termini di tempo, distanza, calorie bruciate o obiettivi da mantenere come ritmo e cadenza; è possibile anche allenarsi a intervalli che definiremo tramite l’app.

POTREMO SCEGLIERE VARI TIPI DI SPORT E DI ALLENAMENTO

POTREMO SCEGLIERE VARI TIPI DI SPORT E DI ALLENAMENTO

Abbiamo testato varie configurazioni di sport e allenamenti e siamo rimasti veramente soddisfatti dalle prestazioni del sensore TrackFit: i dati (confrontati con un pedometro) sono del tutto affidabili e la nostra attività fisica viene monitorata a dovere senza alcun tipo di problema o interruzione. L’inclusione di un cardiofrequenzimetro avrebbe reso il prodotto ancora più completo, ma avrebbe portato il prezzo alle stelle e “fagocitato” il gemello Jabra Pulse. Come già detto prima, l’assistente virtuale ci aggiornerà sui nostri progressi durante lo svolgimento della nostra attività, è possibile richiamarlo anche premendo il tasto sport. Premendo lo stesso tasto per un secondo, è anche possibile avviare o terminare l’allenamento.

LA SCHERMATA PRINCIPALE DURANTE UN NORMALE ALLENAMENTO (CAMMINATA) E DURANTE IL CROSS TRAINING

LA SCHERMATA PRINCIPALE DURANTE UN NORMALE ALLENAMENTO (CAMMINATA) E DURANTE IL CROSS TRAINING

Ma la funzione più interessante di queste Jabra Coach viene sicuramente quando passiamo al Cross Training: possiamo sfruttare alcuni circuiti già preimpostati oppure creare i nostri scegliendo da più di 50 diversi esercizi. Potremo scegliere se affrontarli in ripetizioni o a tempo e scegliere quante volte ripetere il percorso e quanto riposare. Nella lista delle possibili attività troviamo anche una breve descrizione in cui viene descritto il corretto procedimento.

IL CROSS TRAINING E' LA PARTE PIU' INTERESSANTE DI QUESTI JABRA COACH

IL CROSS TRAINING E’ LA PARTE PIU’ INTERESSANTE DI QUESTI JABRA COACH

Anche qui farà la sua parte l’assistente vocale: ci informerà prima di ogni esercizio cosa dovremo fare e quanto (ripetizioni o tempo) e ci allerterà quando staremo per finire il tempo, indicandoci anche l’esercizio successivo. Mentre per gli esercizi basati sul tempo non dovremo fare praticamente nulla in quanto è tutto automatico, per gli esercizi basati su ripetizioni dovremo premere il tasto sport una volta finito per avviare la fase successiva dell’allenamento. Il sensore TrackFit purtroppo non è in grado di rilevare il numero di ripetizioni che eseguiamo, ma non possiamo sapere se è un limite hardware o è una funzione che verrà introdotta in futuro.

CROSS TRAINING

CROSS TRAINING

Una volta finito il nostro allenamento, apparirà una schermata con i risultati del nostro allenamento: nel caso di cross-training solo calorie bruciate e informazioni su vari esercizi effettuati e tempo trascorso, nel caso di allenamento “normale” invece oltre a calorie e tempo troveremo anche ritmo, distanza e cadenza. Purtroppo le impostazioni di condivisione non sono avanzate come su altre app: potremo esportare solo una semplice immagine con i dati del nostro allenamento.

AUDIO

Ancora una volta Jabra ha fatto un ottimo lavoro anche in questo campo. Il suono è ben bilanciato, con bassi potenti ed alti cristallini. Con gli EarGel giusti gli auricolari ci isoleranno completamente dal mondo esterno, dandoci la possibilità di allenarci senza alcuna distrazione. Grazie al protocollo A2DP (ricordiamo che Android lo supporta dalla versione 1.5) inoltre l’alta qualità è assicurata nonostante le cuffie non siano collegate con un classico cavo. Non abbiamo avuto nessun problema sia con l’One M8 che col Moto G in termini di qualità o interferenze.

LA QUALITA' AUDIO E' OTTIMA

LA QUALITA’ AUDIO E’ OTTIMA

La batteria dura circa 5 ore e mezzo, come da specifiche, e comunque l’assistente vocale ci avvertirà nel caso il livello sia basso. Segnaliamo inoltre che è presente un codice per attivare l’app Jabra Sound, che ci permette di attivare il Dolby Processing o equalizzare il suono.

CONCLUSIONI

Ci sentiamo di promuovere a pieni voti queste Jabra Coach. Prima di tutto perchè sono un ottimo paio di auricolari Bluetooth, veramente confortevoli da indossare, ben costruite e caratterizzate da un ottima qualità audio. Il sensore TrackFit e l’assistente vocale inoltre le rendono un prodotto veramente fantastico per tutti gli sportivi, con una nota di merito per la sezione Cross-Training. I difetti (solo lingua inglese in particolare) sono decisamente trascurabili e a nostro parere per 149,99€ potremo avere un prodotto veramente valido e molto interessante.

COSA CI E’ PIACIUTO

  • Audio: difficilmente Jabra ci ha deluso in questo settore, e non lo fa neanche questa volta.
  • Qualità costruttiva: gli auricolari sono davvero ben costruiti e dopo oltre un mese di test non presentano nessun segno di usura.
  • Confort: una volta trovati i giusti inserti ci dimenticheremo di averli indossati, non si muoveranno di un millimetro.
  • Cross-Training: è sicuramente il punto forte del prodotto, grazie a tante possibilità di personalizzazione del nostro allenamento e grazie all’assistente virtuale che ci guiderà.
  • Sensore TrackFit: grazie al sensore potremo misurare cadenza e ritmo con grande affidabilità.

COSA NON CI E’ PIACIUTO

  • Niente Italiano: l’applicazione e l’assistente vocale purtroppo sono solo in Inglese. Lo stesso vale per la descrizione degli esercizi, un peccato per chi non è molto ferrato.
  • Sensore TrackFit: ci saremmo aspettati un po di piu, come il rilevamento automatico delle ripetizioni durante i nostri esercizi nel Cross-Training.

 

Loading...
  • FCava

    io vorrei recensire la tipa… Se non vuole un voto negativo perchè fa finta di fare gli esercizi….
    Costo degli auricolari???

  • momentarybliss

    buon prodotto, non costa pochissimo ma integrando un simile sistema per il fitness evita l’acquisto di una smartband. da tenere in considerazione

  • trucido

    Molto bello, considerando che produttori come huawei e sony stanno tardando a far uscire i loro modelli che dovrebbero essere anche più cari

  • Fatti.non.foste.per.viver.come

    Appena mi arriva TheDash di Bragi vi faccio la recensione, ho partecipato al loro programma di crowdfunding e in autunno dovrebbero arrivarmi. http://www.bragi.com/

  • frankie samsung

    se nel prezzo è compresa la bella ragazza ci farò senza dubbio un pensierino ?