BQ Edison 3 Mini: la Recensione

4 dicembre 20158 commenti

BQ è un'azienda spagnola fondata nel 2010 da un gruppo di sei studenti e, ad oggi, conta oltre mille dipendenti provenienti da diverse nazioni Europee. La compagnia è da poco sbarcata anche in Italia, portando con sé la propria gamma di smartphone, tablet e prodotti del mondo 3D. Tra i vari dispositivi prodotti da BQ vi è anche Edison 3 Mini, un tablet da 8 pollici che, ad un prezzo decisamente concorrenziale, offre delle caratteristiche tecniche interessanti.

BQ Edison 3 Mini è equipaggiato con 1 GB di RAM e processore Intel Atom fino a 1,83 GHz, il tutto accompagnato da una batteria ai polimeri di Litio da 4.500 mAh. Ma quali sono i punti di forza ed i punti deboli di questo dispositivo? Andiamo a scoprirli nostra recensione.

UNBOXING

BQ Edison 3 Mini viene venduto all’interno di una confezione colorata che, al suo interno, nasconde una scatola bianca nel quale è contenuto il tablet, un adattatore da parete da 2.1 A, un cavo Micro USB utile sia per ricaricare il dispositivo che per il trasferimento dei dati e, infine, la consueta manualistica.

IL DISPOSITIVO

Questo tablet non è certamente tra i più leggeri sul mercato (i 390 grammi si fanno sentire), ma è ben assemblato. Il dispositivo è infatti solido e compatto, piuttosto sottile (8,7 mm) e la cover posteriore è gommata con un design a nido d’ape, in modo da favorirne la presa e limitare la sudorazione delle mani durante l’utilizzo.

Il tasto dedicato all’accensione/sblocco del dispositivo ed il bilanciere del volume (posizionati entrambi sul lato destro) sono posti ad un’altezza tale da risultare facilmente raggiungibili sia con il tablet in verticale che in orizzontale.

BQ Edison 3 Mini è dotato di un display IPS da 8 pollici con una risoluzione pari a 800 x 1280 pixel. Al di sopra dello schermo troviamo la fotocamera frontale ed un sensore di luminosità. La parte inferiore è completamente pulita: i tasti sono su schermo.

BQ Edison 3 Mini recensione

Sul lato sinistro del dispositivo troviamo lo slot dedicato alla memoria MicroSD al quale avrebbe sicuramente giovato una copertura per evitare che entri la polvere, mentre il lato destro ospita il bilanciere del volume ed il tasto dedicato all’accensione/sblocco del tablet. ln più, il menu a scorrimento offre la possibilità di catturare lo schermo, bloccarlo, o di spegnere il dispositivo e tramite le impostazioni relative al display è possibile attivare il risveglio tramite doppio tap, in modo da limitare l’utilizzo dei tasti fisici.

Sul lato inferiore dell’Edison 3 Mini troviamo il microfono, mentre sul lato superiore è presente l’uscita audio jack da 3,5 mm accompagnata dagli ingressi MicroUSB e Micro-HDMI.

Sul retro del dispositivo è presente il logo di BQ; la fotocamera posteriore è posizionata in alto a sinistra mentre in basso, ai due lati, si trovano gli altoparlanti.

BQ Edison 3 Mini recensioneL’ergonomia del dispositivo è ottima: il retro gommato rappresenta una scelta decisamente azzeccata, che va a favorire una presa sicura del tablet senza incidere negativamente sulle linee (personalmente, ho adorato il design a nido d’ape della back cover).

Di seguito le specifiche tecniche:

Sistema operativo Android 4.4 KitKat
Processore Intel® AtomTM Z3735F 1,83 GHz
RAM 1 GB
Memoria 16 GB interna – espandibile tramite Micro SD
Display 8″ IPS
Risoluzione  800 x 1280 pixel
Fotocamera posteriore 5 MP
Fotocamera anteriore 2 MP
Batteria 4.500 mAh
Dimensioni 125 x 215 x 8,7 mm
Peso 390 g
Connettività Bluetooth 4.0 – WiFi b/g/n
Sensori Accelerometro, GPS, Luminosità, eCompass, Giroscopio

DISPLAY

BQ Edison 3 Mini recensione

Come menzionato in precedenza, BQ Edison 3 Mini dispone di un ampio display IPS da 8 pollici con una risoluzione pari a 800 x 1280 pixel e una densità di 189 ppi. Lo schermo dispone di ottimi angoli di visuale, non trattiene molto le impronte ed è piuttosto luminoso, tanto da riuscire ad utilizzarlo anche sotto la luce del sole.

Il sensore di luminosità svolge il suo compito senza problemi anche se, nel passaggio da un ambiente ben illuminato ad uno più buio, impiega qualche secondo in più a stabilizzare il livello di luminosità del display.

I colori sono un po’ freddi e non vi è la possibilità di modificarne la resa tramite le impostazioni del dispositivo. Il touch è reattivo e, durante la nostra prova, non ha manifestato alcun tipo di problema.

FOTOCAMERA

BQ Edison 3 Mini recensione

La fotocamera è sicuramente uno dei punti deboli di questo dispositivo. Certo, è un tablet, e i tablet non vengono progettati per scattare foto da urlo, ma sia la fotocamera posteriore che in particolar modo il sensore anteriore di questo BQ Edison 3 Mini non riescono a catturare degli scatti qualitativamente accettabili.

In particolar modo, la fotocamera posteriore da 5 Megapixel si salva soltanto in condizioni di luminosità ottimali, a patto di tenere ben fermo il dispositivo e di fotografare soggetti pressoché immobili. Le prestazioni decadono vertiginosamente in presenza di ambienti scuri dove, complice l’assenza di un flash LED, gli scatti risultano eccessivamente rumorosi e i colori non sono fedeli alla realtà.

BQ Edison 3 Mini Recensione-screen (9)

Gli scatti effettuati con la fotocamera anteriore da 2 Megapixel risultano poco nitidi e rumorosi anche in ambienti chiusi ma ben illuminati. Spostandoci all’esterno la situazione migliora leggermente, ma siamo sempre sotto la soglia della sufficienza.

SOFTWARE E AUDIO

Nella fascia medio-bassa del mercato i vari produttori tendono spesso ad optare per un processore MediaTek, in modo da ammortizzare i costi di produzione e lanciare il dispositivo sul mercato ad un prezzo il più delle volte concorrenziale. La spagnola BQ ha però deciso di farsi avanti investendo sui processori americani Intel, tanto apprezzati su PC ma spesso criticati su smartphone e tablet. BQ Edison 3 Mini monta un processore quad-core Intel Atom Z3735F Bay Trail a 64 bit, con una frequenza fino a 1,83 GHz e processo produttivo a 22 nanometri.

I core sono basati sull’architettura Silvermont. Il maggiore utilizzo della pipeline e diversi altri miglioramenti hanno aumentato le prestazioni per clock di circa il 50%. Tuttavia, è stata allo stesso tempo rimossa la funzione di  Hyper-Threading presente sulla generazione precedente. La CPU è accompagnata da una GPU Intel HD Graphics con una frequenza fino a 646 MHz ed una memoria RAM da 1 GB, che al giorno d’oggi risulta un po’ limitata per gestire al meglio Android e le varie applicazioni che andremo ad installare.

Edison 3 Mini è dotato di Android 4.4 KitKat con l’aggiunta di alcune piccole migliorie come il risveglio del display tramite doppio tap o la possibilità di registrare lo schermo. Ovviamente, il sistema operativo è ottimizzato per girare al meglio sui tablet: come di consueto la home è disponibile anche in modalità landscape e buona parte delle applicazioni si adatta perfettamente alle dimensioni del display, favorendo la fruizione dei contenuti. Non è ancora chiaro se il dispositivo verrà aggiornato per lo meno a Lollipop, l’azienda non ha fornito dichiarazioni ufficiali in merito.

Il tablet si presta bene alle più semplici operazioni quotidiane quali l’ascolto di musica, la consultazione della casella di posta elettronica o la navigazione Web. Quest’ultima attività, in particolare, non ha fatto registrare alcun lag o rallentamento con Chrome, a patto di non lasciare aperte troppe schede. BQ Edison 3 Mini non è dotato di un browser stock e forse è meglio così, anche perché la maggior parte degli utenti tende spesso ad abbandonare il browser stock del proprio dispositivo alla ricerca di un’applicazione più leggera e performante.

In presenza di giochi HD particolarmente dispendiosi di risorse, il tablet fatica a mantenere un framerate stabile e ciò è ovviamente giustificato dall’hardware limitato dell’Edison 3 Mini. Con titoli più leggeri, invece, non vi è alcun tipo di problema e, anche dopo sessioni di gioco prolungate, il tablet non arriva mai a toccare temperature eccessivamente elevate. Presente infine il supporto all’USB-OTG, utile per collegare pen-drive ed Hard Disk esterni al dispositivo.

BQ Edison 3 Mini monta 2 altoparlanti da 0,7 W che, accoppiati alla tecnologia audio Dolby, producono un suono davvero apprezzabile, limpido e con un ottimo volume in uscita. L’applicazione Dolby ci permette di regolare vari parametri, impostare il Surround Virtuale, utilizzare l’Equalizzatore Intelligente che analizza l’audio e lo regola in modo dinamico affinché produca il suono desiderato o, ancora, attivare l’Ottimizzazione Voce in modo da renderla più chiara all’interno di qualsiasi tipo di contenuto multimediale.

AUTONOMIA

BQ Edison 3 Mini è dotato di una batteria da 4.500 mAh che garantisce una buona autonomia, permettendo, con un utilizzo intenso, di arrivare a fine giornata con oltre 4 ore di schermo. Con un utilizzo più moderato, invece, il dispositivo riesce a garantire circa tre giorni di autonomia. Il vero problema è rappresentato dai tempi di ricarica, poiché il tablet impiega oltre 5 ore per ricaricarsi completamente.

CONCLUSIONI

BQ Edison 3 Mini è un tablet con un prezzo piuttosto contenuto e, proprio per questo motivo, l’azienda produttrice è dovuta scendere ad alcuni compromessi: la presenza di un solo GB di RAM ne è l’esempio più lampante. I materiali sono però di buona fattura, così come il display. L’uscita Mini HDMI, il supporto all’USB-OTG e la tecnologia Dolby rappresentano poi un plus da non sottovalutare, rendendo questo tablet adatto a chi si sceglie di utilizzarlo principalmente come dispositivo per la fruizione di contenuti multimediali in mobilità.

Chi è invece alla ricerca di un dispositivo più performante, con una maggiore risoluzione del display e dotato della connettività 3G dovrà invece migrare su altri lidi, tenendo bene a mente che il prezzo lieviterà di conseguenza.

BQ Edison 3 Mini è acquistabile al prezzo di € 169,90 tramite lo store ufficiale.

COSA CI È PIACIUTO:

  • Design
  • Qualità costruttiva
  • Audio

COSA NON CI È PIACIUTO:

  • Fotocamera
  • Tempi di ricarica lunghi
Loading...
  • Andrea Corinaldesi

    Mi dispiace ma non ci siamo..

  • zazzappiaman

    se lo street price sarà più basso… forse forse…

  • wildlamb

    costa esattamente il doppio di un chiwu hi8 (tanto per dire: 2GB di RAM, 32 GB di memoria,dual boot con win 10, display 1900*1200), direi che è proprio un best buy!

    • Spregevole

      Quello é un cinesone che sicuramente laggera solo a vederlo….questo tablet invece sarà sicuramente curato nella parte software. L’hardware non é tutto, specialmente se parli di cinesate. Il mio zenpad da 8 pollici é tre volte meglio del tablet di un mio amico che ha specifiche superiori, ma é cinese quindi….

      • wildlamb

        Beh, se anche dovesse laggare col doppio della RAM , con un processore più performante (Z3736F) e con la stessa release Android (in queste cinesate, e tranquillo che anche quello in recensione lo è, siamo ad Android stock o giù di lì ) credo che lo “spagnolo” resterebbe sempre dietro… My two cents.

        • Spregevole

          Non condivido affatto la tua risposta…ma lasciamo stare

  • aleandroid14

    Xiaomi mipad 2 costa più o meno la stessa cifra ed è meglio, sto device costa troppo per quello che offre.

  • Alberto LXI

    Dagli Stokisti c’è un Lenovo tab S8-50f con caratteristiche tecniche migliori ad un prezzo più basso.