Recensione Tronsmart Spuky Buds: economiche, comode e affidabili

20 luglio 2018Un commento

L'azienda cinese Tronsmart ha da poco rilasciato sul mercato questi nuovi auricolari full wireless le Tronsmart Spuky Buds. Oggi andremo ad analizzare pregi e difetti di queste cuffie dall'interessante rapporto qualità/prezzo.

Unboxing

La confezione è molto semplice, con apertura a “libretto”, all’interno troviamo: la dock per la ricarica con all’interno le Spuky Buds, cavo micro usb per ricaricare la dock, altri due tipi di gommini oltre a quello di default (uno più grande e uno più piccolo), Manuale utente, Certificato di garanzia (di durata 24 mesi).

SCHEDA TECNICA

  • Dimensioni: 
    Cuffie: 19,5 x 16,9 x 27,5 mm (L x L x H)
    Custodia di ricarica: 71,7 (diametro) x 34,4 (altezza) mm
  • Colore: Nero
  • Bluetooth: 4.2
  • Compatibilità: A2DP / HFP / HSP / SBC / MP3 / AAC
  • Batteria: 50 mAh per cuffia
  • Tempo di conversazione: 4 ore
  • Tempo di riproduzione: 3,5 ore
  • Standby: 80 ore
  • Batteria dock: 470 mAh (gli auricolari possono essere caricati tre volte)

Il Prodotto

Tutte le componenti sono di materiale plastico (non che ci aspettavamo altro), le due cuffie sono resistenti e solide. Lo stesso vale per la base di ricarica ad eccezione dello sportello che quando è chiuso risulta un po troppo “ballerino”. L’apertura della sportello si effettua con il pulsante posteriore, le cuffie si collegano con la dock grazie a dei contatti magnetici che aiutano le cuffie a posizionarsi automaticamente nella posizione corretta.


Leggi anche:

Buono sconto di 10€ a tutti i nuovi iscritti Amazon Prime


Le Spunky Buds inoltre sono dotate di certificazione IPX5: cioè la resistenza agli schizzi, quindi potrete indossarli senza temere sudore o pioggia. Inoltre un altra nota positiva è la loro comodità estrema, si adattano salde al padiglione auricolare, senza risultare mai fastidiose. Dal punto di vista estetico, non mi dispiace come stanno sul orecchio, se non fosse per i due led blu che lampeggiano continuamente durante la riproduzione, creando un effetto un po “cheap”.

Audio

La qualità audio è discreta, il suono risulta pulito e i bassi sono nella media, certo non ci si possono aspettare miracoli, calcolando il target di questo dispositivo. Durante il periodo di test, dopo qualche giorno ho provato ad utilizzarle con Viper4Android, noto equalizzatore per l’OS del robottino verde, e le Spunky Buds sono risultate immediatamente compatibili.  L’equalizzatore mi ha permesso di arrivare a risultati soddisfacenti, migliorando la qualità audio del sistema. Buono anche l’isolamento dai rumori esterni, che vi permetterà di utilizzarle tranquillamente anche in ambienti rumorosi (mezzi pubblici, luoghi affollati etc.).


Leggi anche:

Recensione Rii Mini X8 Wireless: la miglior tastiera per Smart TV?


Ricordiamo che questo modello è dotato di microfono per le chiamate, in modalità auricolare viene utilizzata soltanto la cuffia sinistra (la principale), Ho effettuato diversi test, in diverse situazioni (automobile, running, mezzi pubblici) e il microfono si è comportato bene nelle conversazioni, mostrando giusto qualche difficoltà in ambienti particolarmente rumorosi (in quanto assente la soppressione dei fruscii).

controlli E funzionalità

I due auricolari sono sprovvisti di tasti e si controllano esclusivamente tramite il pannello touch presente su ogni cuffia: un tocco su uno dei due auricolari permette di mettere in pausa la riproduzione, mentre un doppio touch consente di passare alla canzone successiva. In caso di chiamata, basta un tocco sul lato sinistro per rispondere o terminare, per rifiutarla basta fare doppio clic. I controlli seppur semplici vengono riconosciuti abbastanza bene e i pannelli tattili sono davvero molto sensibili. Unica pecca di questo controllo touch è l’impossibilita di regolare il volume direttamente dalle cuffie.

Non abbiamo riscontrato nessun problema a far riconoscere le Spunky Buds con tutti i principali sistemi operativi mobile e desktop. Per accoppiare gli auricolari con un dispositivo basta estrarre contemporaneamente gli auricolari dalla dock e saranno immediatamente disponibili per accoppiamento con altri dispositivi. Il Bluetooth 4.2 permette una connessione fino a una distanza di 20 metri. La connessione si è rivelata molto solida durante tutto il periodo di test, non abbiamo mai avuto problemi di disconnessione, che invece sono ancora a volte presenti su auricolari full wireless di costo anche di molto superiore.

AUTONOMIA

L’autonomia delle cuffie è abbastanza buona, ho sempre superato le circa tre ore e mezza di riproduzione dichiarate da Tronsmart. La base di ricarica portatile, che può anche essere usata anche come custodia per le cuffie (entra perfettamente nella tasca di un jeans), ha una capienza di 470 mAh, sufficiente per ricaricarle completamente fino a tre volte.

Conclusioni

Ho apprezzato particolarmente queste cuffie soprattutto in ambito running in quanto sono full wireless e per la loro sorprendente comodità, inoltre ricordiamo la resistenza agli schizzi ne garantisce il funzionamento anche con sudore e pioggia. Durante la corsa si rivelano utili anche i comandi touch, semplici quanto efficaci in situazioni come un attraversamento stradale o una chiamata in arrivo. Le altre note positive sono la dock e l’autonomia. Il difetto principale dal mio punto vista sono i due led che lampeggiano durante la riproduzione, che risultano poco utili e non molto belli da vedere, oltre che l’impossibilità di controllare direttamente il volume dalle cuffie.

Le Spunky Buds sono disponibili su Amazon a un prezzo di circa 27 euro a cui è possibile applicare un ulteriore sconto del 10% grazie al codice P2ZDZPQ2 (per un periodo limitato), davvero difficile pensare di spendere meno per delle cuffie full wireless.

Vi ricordiamo che sono presenti in offerta per un periodo di tempo limitato, anche altri prodotti Tronsmart:

Loading...