[Sponsored] Custom Marte: la recensione

1 Agosto 201522 commenti

Custom non è tra i più famosi marchi tecnologici italiani, ma questa azienda, con anni di esperienza alle spalle in altri settori, ha da poco lanciato la sua prima linea di smartphone dal costo non proibitivo sul mercato. Procediamo ora con la nostra recensione di Custom Marte.

Dato che per Custom il settore mobile è senz’altro molto giovane, ciò su cui hanno puntato per la loro linea è l’invidiabile rapporto qualità prezzo. Ci saranno riusciti? Esaminiamo il device nel dettaglio.

Si tratta di un dispositivo Dual-Sim, dal design apprezzabile grazie agli angoli arrotondati e comodo al tatto grazie al retro gommato.

Unboxing

Aprendo la confezione, oltre al cellulare si trova il contenuto minimale standard:

  • Batteria
  • Manuale di istruzioni
  • Libretto di garanzia
  • Auricolari
  • Alimentatore provvisto di cavo microUSB rimovibile
  • Due pellicole protettive già applicate al display

Il dispositivo

Le notevoli dimensioni di Marte non lo rendono il massimo della comodità al primo utilizzo, ma ci si abitua dopo pochi giorni. L’ampio display da 5.5″ HD, con risoluzione 1280×720 e realizzato con tecnologia IPS permette tuttavia all’utente di riuscire a leggere senza porsi necessariamente perpendicolari al device; fornisce inoltre una gamma di colori più realistica rispetto allo standard della fascia media.

Alla sommità della faccia posteriore è collocata la fotocamera da 8 megapixel, seguita immediatamente dal flash, attivabile anche grazie all’applicazione “Torcia” installata di default.

Ribaltando lo smartphone si trovano invece il sensore di prossimità e la fotocamera interna da 2 megapixel.

Il bordo superiore ospita l’entrata jack 3.5 millimetri; viceversa quello posteriore ospita l’alloggio per l’alimentazione tramite microUSB.

Mentre il bordo sinistro è completamente liscio, nel lato destro troviamo i classici selettori di volume e il tasto di accensione. Vista la grandezza quasi proibitiva (154.3 x 77.5 x 8.8 millimetri), può essere più comodo attivare la funzionalità “Tap to wake“, compresa nel Menu Gestures, di cui parleremo in seguito.

I tasti “menù“, “home” e “indietro” sono a tocco, privando quindi l’acquirente del fastidioso click “plasticoso” che abbiamo trovato invece nel Be Touch 2 di Ulefone; non si può certo dire lo stesso per il tasto di accensione di Marte.

La cover posteriore è rimovibile grazie ad un piccolo scanso nella parte più bassa del bordo destro. Una volta aperta (non senza un po’ di fatica iniziale), troviamo ovviamente l’alloggio per la batteria da 3000mAh, e tre slot: due per le SIM, e una per la SD card, il cui massimo storage è di 32GB.

Custom Marte offre 8 GB di spazio interno, quindi le microSD sono assolutamente facoltative.

Specifiche tecniche

Sistema operativo Android 4.4.2 KitKat
Processore SoC MediaTek MT6592 1.7GHz Octa Core; tecnologia Cortex-A7 ARM
GPU Arm Mali-450 MP 650MHz Octa Core
RAM 1GB
Memoria 8GB espandibili con MicroSD fino a 32GB
Display 5.5 Pollici HD IPS
Risoluzione 1280 x 720 pixel
Fotocamera posteriore 8 MP; Flash LED
Fotocamera anteriore 2 MP – Flash
Batteria 3000mAh
Dimensioni 154.3 x 77.5 x 8.8
Peso 187 g
Tipologia SIM Dual SIM standard

Benchmark

Abbiamo eseguito il test di valutazione Benchmark grazie al software AnTuTu, mentre abbiamo ottenuto un resoconto delle specifiche e dello stato dei vari componenti dello smartphone grazie a CPU-Z.

Nonostante sia un prodotto di fascia media, le sue caratteristiche lo rendono molto simile a HTC One, che è sicuramente più oneroso dal punto di vista economico.

USER EXPERIENCE

Lo smartphone si dimostra all’altezza dell’esperienza d’uso che ci si può aspettare dal suo hardware: processore scattante, fluidità nell’utilizzo delle app di tutti i giorni, quasi totale assenza di lag in una settimana circa di utilizzo giornaliero. Ai fini dello “stress – test” nel dispositivo sono state installate/aggiornate le seguenti applicazioni:

Le uniche app che hanno risentito di sporadici rallentamenti sono state le prime quattro, ovvero quelle del colosso dei Social di Zuckerberg; c’è però da dire che la loro dimensione e le miriadi di funzionalità che hanno a disposizione sono causa di “frenate” nella performance di ogni device.

Custom Marte site

Probabilmente solo aggiungendo 1 GB di RAM sarebbe stato scongiurato questo problema di velocità coi Social Network e con gli Instant Messaging Services, che non è poi così piccolo, considerato che Facebook Mobile ha registrato nell’ultimo mese un miliardo di utenti attivi, e sia Whatsapp che Messenger circa 800 milioni.

Il device però risponde davvero molto bene alla personalizzazione grafica dei temi, cambiabili completamente con tempi di latenza inferiori ad un secondo, grazie agli otto core della GPU Mali.

fotocamera

Il reparto fotografia non colpisce particolarmente, sia per l’applicazione installata di default, scarna e dalle dubbie funzionalità, sia per gli 8 MegaPixel che troppo spesso si rivelano inutili poiché fuori fuoco, nonostante l’opzione autofocus attiva. Ciononostante, quando la fotocamera riesce a conservare il punto focale, le immagini scattate risultano di buona qualità, con una risoluzione massima di 3264×2448 pixel, a 95 di ISO Speed Rating (impostato così di default).

IMG_20150729_082418

Nel complesso si tratta di un prodotto ben realizzato pur essendo nella fascia media, che non disdegna né il look né le performance, e soprattutto risulta molto comodo al tatto nonostante il possibile disorientamento iniziale di chi proviene da smartphone con display molto più ridotti degli “immensi” 5,5 pollici.

È possibile acquistare il prodotto direttamente dal sito ufficiale dell’azienda Custom, dove potete trovare anche altri prodotti della stessa linea, quali Terra, Saturno e Luna.

Qualcuno di voi ha già uno di questi prodotti? Fatecelo sapere nei commenti.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com