Ulefone GW01: La Recensione

23 Maggio 20163 commenti

Lo scorso ottobre abbiamo recensito per voi Ulefone Uwear. Se ben ricordate, tale prodotto era stato classificato più come un giocattolo che un vero e proprio smartwatch. I problemi erano tanti e non permettevano di godere di una buona esperienza d'uso. Ebbene l'azienda ci riprova con un nuovo orologio low-cost: Ulefone GW01. Ci sono stati miglioramenti? Scopritelo assieme a noi!

Visto il vero e proprio flop di Uwear, ero abbastanza sconcertato all’idea di provare uno smartwatch Ulefone, sconfortato del fatto che si presupponeva essere il classico clone di marche più famose, in questo caso Huawei. Date le prospettive con cui mi approcciavo al prodotto, sono rimasto colpito dall’ “incredibile” (le virgolette sono d’obbligo, ma passatemi il termine. Se avete provato Uwear capirete) miglioramento.

UNBOXING E DESIGN

IMG_20160522_154250

La confezione, piccola e cubica contiene lo stretto indispensabile al funzionamento dell’orologio. Al suo interno troviamo l’orologio con cinturino non intercambiabile in finta pelle (sul sito ufficiale dicono sia pelle vera, ma non trovando certificazioni che lo provassero, e visto il touch and feel, non mi sento di definirla tale) la base per la ricarica ed il cavo USB-MicroUSB per collegarlo al PC.

IMG_20160522_155451

IMG_20160522_155504

La qualità costruttiva è nella media per il prezzo a cui viene venduto. Parliamo di una cassa in metallo (pulsante compreso) con display IPS circolare, mentre il retro alterna plastica e metallo. La qualità del metallo e della verniciatura pare buona: nonostante abbia tentato di graffiarlo appositamente, ha resistito senza problemi. Osservandolo non potrete non notare la (decisamente troppo troppo alta per essere un caso) somiglianza con Huawei Watch, di cui Ulefone GW01 si propone come clone low-price.

IMG_20160522_155511

Da portare al polso è abbastanza comodo, leggermente tozzo, ma non ingombrante, anzi, una volta che avrete trovato un quadrante che vi aggrada (c’è ne è uno esattamente identico a quello di Huawei Watch), quasi piacevole da portare.

IMG_20160522_115532

Parlando di display, GW01 presenta una risoluzione di 240 x 240 pixel (1.3 pollici), non eccessiva, questo è certo, ma nemmeno così sgranata da farvi storcere il naso ogni qualvolta controlliate l’ora. Si tratta, comunque, di uno schermo di qualità decisamente ridotta, dunque dovrete tenere la luminosità ad un livello piuttosto alto se vorrete vederci qualcosa all’aperto, merito anche dello schermo poco oleofobico.

Stando alle specifiche, il prodotto dovrebbe essere “Life Waterproof”, il che significa che non avrete problemi se dovesse finirci sopra dell’acqua per caso, ma vi consiglio di non portarlo in doccia.

di seguito un riassunto delle caratteristiche tecniche:

  • CPU: MTK2502
    Bluetooth : Bluetooth 4.0
    RAM: 64MB
    ROM: 128MB
  • Batteria: 310mAh
  • Schermo: IPS
    Risoluzione: 240 x 240
    Dimensione: 1.3 inch
  • Dimensione quadrante: 4.5 x 4.5 x 1.33 cm
    Dimensione cinturino: 27.5 x 2.1 cm
    Dimensione complessiva:  27.50 x 4.50 x 1.33 cm
    Peso: 0.054 kg

SOFTWARE

IMG_20160522_115346

Parlando di software, GW01 propone alcune “apps” pronte per l’utilizzo, fra cui un gestore dei contatti, il registro delle chiamate, l’applicazione per sincronizzare i messaggi, il QR-Code con il quale scaricare l’applicazione sul telefono, le impostazioni, il calendario, la sveglia, calcolatrice, Altimetro, monitor del sonno, un applicazione per monitorare il vostro stile di vita sedentario, pedometro, barometro, gestore musicale e per finire le impostazioni di bluetooth.

A livello di personalizzazione, potremo scegliere fra 5 watch face differenti ( è possibile installare 2 ulteriori quadranti mediante l’applicazione di supporto), e 3 temi predefiniti.

La maggior parte di queste applicazioni richiede di essere avviata manualmente, il che risulterà molto scomodo, soprattutto se voleste farvi una camminata o controllare il vostro sonno. Inutile o addirittura scocciante è l’applicazione per la gestione delle chiamate, poiché andrà a deviare qualsiasi operazione sullo smartwatch (ovviamente nel caso in cui sia connesso al telefono). Il risultato sarà un’imbarazzante conversazione attraverso l’orologio, sia che siate voi a fare la chiamata, sia che sia un esterno a chiamare voi. Lo stesso fenomeno si verifica con le applicazioni multimediali. Potete ovviare a al primo dei due problemi semplicemente andando a disabilitare lo sharing tramite le impostazioni del bluetooth dal vostro smartphone. Purtroppo se tenterete di disabilitare anche la condivisione dei Media, lo smartwatch si disabiliterà. Insomma, la maggior parte delle applicazioni preinstallate si sono rivelate completamente inutili all’atto pratico. Funzioni che, ad esempio potrebbe svolgere la MiBand, che fra le altre cose risulta essere molto più precisa.

Si salva solamente il rilevatore di frequenza cardiaca che riesce a leggere dei valori abbastanza coerenti con quelli rilevati dalla MiBand (quindi soddisfacenti a livello amatoriale).

IMG_20160522_115806

Parlando di comparto notifiche, si nota un deciso miglioramento rispetto alle versioni precedenti. Innanzitutto, ora sarà possibile accedere anche a Gmail, così come alla quasi totalità delle applicazioni. Rimane un’incognita Whatsapp che, continuerà a mostrarvi la notifica ” X nuovi messaggi in Y conversazioni”, senza permettervi di accedere a queste. Nel caso in cui, invece, vi arrivasse un solo messaggio, sarete in gradi di leggerlo. Telegram ed Hangout si comportano decisamente meglio, permettendovi di leggere la quasi totalità delle notifiche. Il vero baco in tutto questo, sta nel fatto che dall’orologio potrete fare ben poco. Le opzioni disponibili sono quelle fornite dalle applicazioni che gestiscono la notifica, dunque Gmail vi permetterà di eliminare o archiviare un messaggio oltre alle classiche funzioni di risposta. Il problema sta nel fatto che dallo smartwatch non potrete eseguire alcuna operazione (eccetto il dismiss).

IMG_20160522_115839

Se, infatti, provaste a cliccare “rispondi” in una qualsiasi delle notifiche, una volta sbloccato il telefono, vi ritrovereste con il messaggio aperto e pronto per una risposta. Del tutto inutile, dunque, risulta la presenza del microfono sull’orologio, almeno per i telefoni Android ( a meno che non siate in grado di utilizzare Baidu Voice).

L’applicazione per la gestione del dispositivo si chiama Fundo Companion. Si tratta di un’app molto semplice, che vi permetterà di sincronizzare i dati derivanti dalle funzionalità legate al “fitness” (per le quali è richiesto un account) e al contempo impostare la gestione delle notifiche in maniera abbastanza superficiale (potrete solamente andare a selezionare o meno quali apps possono notificarvi). Il mio consiglio, in questo caso, è di lasciar perdere quest’applicazione e di scaricare, invece, MTK Smart Device, che fra l’altro vi permetterà di sincronizzare i dati “fitness” con Google Fit (almeno nella teoria, perché in una settimana di prova non sono riuscito a trasferirli).

BATTERIA

Nota positiva in tutto questo è la batteria di Ulefone GW01. Quest’ultima ammonta a 310mAh ed è in grado di durare anche un giorno e mezzo. Con un uso intenso sono riuscito a raggiungere tranquillamente le 22 avendo staccato il device alle 7 di mattina. Su questo fronte, dunque, non avrete di che preoccuparvi anzi, probabilmente il consumo maggiore lo registrerà il vostro smartphone, essendo perennemente connesso in Bluetooth.

La ricarica è abbastanza rapida: collegando il cavo al PC, avrete l’orologio al 100% in circa un’oretta. Su quest’ultimo punto ho qualche perplessità. Per ricaricare il device, difatti, bisognerà adagiare l’orologio nell’apposita basetta, facendo combaciare i pins. Ora la base è in plastica e non è realizzata con molta precisione, quindi dovrete trafficare un poco per riuscire a far combaciare le due parti. Quello che però mi colpisce è la presenza di un magnete (che si presume dovrebbe facilitare l’aggancio) che a quanto pare è stato montato al contrario.

conclusione

Se dovessimo dare un verdetto finale per questo Ulefone GW01 potrebbe essere: è ok.  Per 50€ difficilmente troverete di meglio. Il design non delude, e anzi una o due watchface sono anche apprezzabili. Per l’uso quotidiano è più che accettabile, e vi permetterà di sperimentare l’ebrezza dello smartwatch al polso. Se però, voleste veramente sfruttare le opportunità offerte da questo “nuovo” mercato, non potete che rivolgervi ad un dispositivo compatibile con Android Wear. In ogni caso trovate il prodotto su GearBest a circa 55€

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com