UMI Emax Mini: la recensione

10 Novembre 201520 commenti

Umi è una delle tante aziende cinesi produttrici di smartphone: non si tratta di una compagnia particolarmente grande, ma ultimamente stanno davvero cercando di cambiare le cose grazie al rilascio di dispositivi assolutamente coinvolgenti. Vediamo ora la recensione di Umi Emax Mini.

Lo scorso mese vi abbiamo parlato di Umi Emax Mini, il primo smartphone di Umi basato su Qualcomm Snapdragon, ed ora possiamo finalmente andare a proporvi le caratteristiche approfondite, i risultati dei nostri test, e non solo.

Unboxing

La prima cosa che si nota di questo dispositivo Umi è il contenitore: dentro lo “scatolone” principale abbiamo infatti trovato addirittura altre sei confezioni più piccole. Come mai così tante? La compagnia cinese deve essere molto amante dell’ordine, poiché le 4 cover in dotazione (sì, avete letto bene) sono state riposte ognuna in una scatolina diversa; inoltre, aprendo il pacco arrivatoci da Hong Kong abbiamo trovato Magic Glass, un pratico sistema usa e getta di pulizia dello schermo. Ecco un resoconto di tutto ciò che avrete comprando questo device:

  • Smartphone Umi Emax Mini + batteria
  • Cover posteriore trasparente
  • Cover posteriore grigia
  • Cover/custodia protettiva completa bianca
  • Cover/custodia protettiva completa nera
  • Cavo microUSB
  • Alimentatore
  • Garanzia
  • Magic Glass

20151025_145157

Il Dispositivo

Dal punto di vista estetico Umi Emax Mini ha un design slanciato ed attraente, particolarmente maneggevole vista la sua grandezza non eccessiva, 5 pollici, ben più pratici per chi non ha esperienza con phablet da 5,5 pollici (come ad esempio Umi Emax). Il modo in cui è costruito il pannello posteriore inoltre gli conferisce un gripping non indifferente anche senza cover; è però molto più appetibile esteticamente l’utilizzo di questo smartphone con una delle 4 cover in allegato con la confezione.

Se il lato sinistro è completamente liscio e libero, il bordo destro di Umi Emax Mini ospita sia i pulsanti di controllo volume, sia il tasto di accensione; ciò lo rende pratico nell’uso più comune, ma operazioni apparentemente banali come lo scatto di uno screenshot impongono spesso lo spostamento della mano.

Il jack audio da 3,5 mm è collocato nella parte superiore del dispositivo, a centro sinistra. Per quanto concerne il reparto audio, invece, questo smartphone mette in atto una strategia molto intelligente per evitare che, una volta appoggiato, il suono ne esca piatto ed impoverito (a causa del contatto del piano con la cassa).

L’output audio è infatti collocato agli estremi sinistro e destro del lato inferiore del device, mentre proprio sotto il tasto Home è presente la porta microUSB.

Il lato posteriore è caratterizzato principalmente da una serie di cerchi concentrici high grip che hanno origine a partire dal luogo in cui è posizionata la fotocamera, in alto al centro. Subito sotto, troviamo il Flash LED e il logo dell’azienda, Umi.

20151024_140603

La parte frontale del dispositivo offre l’alloggiamento alla fotocamera secondaria da ben 8 Megapixel, al display IPS SHARP e ai tasti touch (in ordine: indietro, home e menu).

Specifiche tecniche

Andiamo ora a visionare le caratteristiche tecniche del device:

Sistema operativo Android 5.0 Lollipop
Processore

Qualcomm Snapdragon 615 MSM8939 1,5GHzOcta Core

GPU Adreno 405
RAM 2GB
Memoria 16GB espandibili con MicroSD fino a 64GB
Display 5.0 Pollici IPS SHARP
Risoluzione 1920×1080 pixel FHD, 443 ppi
Connettività Wireless GSM, 3G, GPS, A-GPS EPO WiFi 802.11b/g/n/ac, Bluetooth 4.0
Fotocamera posteriore 13 MP Sony IMX214
Fotocamera anteriore 8 MP
 Led e Sensori Sensori di Gravità, Luce, Prossimità, Bussola
Batteria 3050mAh
Dimensioni 139.8 x 69.6 x 8.9mm
Peso 130 g
Tipologia SIM Dual SIM, entrambe micro

spec

Display

Il display IPS SHARP ha una diagonale di 5 pollici, e si rivela quindi estremamente maneggiabile nell’uso quotidiano. La risoluzione Full HD e i 443 ppi sarebbero ottime basi per un device fortemente improntato all’elaborazione grafica, ma purtroppo non sono sfruttati come dovrebbero per colpa di una normalissima Qualcomm Adreno 405 Dual core, che non fa né caldo né freddo quando si tratta di gaming, o comunque di un utilizzo un po’ più intensivo dello “standard”.

2

Davvero ottima invece la visibilità all’aperto e col sole: non è nemmeno necessario dover alzare la luminosità, in quanto la brillantezza del display permette una chiara visione anche al minimo, senza dover sforzare gli occhi.

Fotocamera

La fotocamera Sony IMX214 da 13 MegaPixel pone in risalto un buon numero di dettagli del soggetto scelto, anche quando si procede allo zoom sull’immagine. Tuttavia, il risultato non è sempre dei migliori, complice la scarsa gestione della luce e l’autofocus non sempre stabile.

Ineccepibile la qualità della fotocamera secondaria, che consente di scattare immagini davvero ricche di dettagli: perfetta per gli amanti degli autoscatti.

Software

L’User Interface di Umi Emax Mini è basata su Android 5.0 Lollipop, e il modo in cui sono arrotondate le icone, oltre ai colori sgargianti molto utilizzati, fanno pensare ad una specie di porting di iOS 8 per Android.

Molto carino il gestore di Archivi in Material Design, dotato della stessa animazione di GMail al richiamo del Drawer laterale.

ezgif.com-video-to-gif

Vi sono però alcune incongruenze: nonostante al primo avvio io abbia selezionato la lingua italiana, ogni tanto appaiono delle notifiche a metà schermo in cinese. Ciò è dovuto alla presenza dell’app “安卓清理大师”, ovvero la versione cinese preinstallata di “One Cleaner”, un software atto a liberare la memoria RAM.


porting applicazioni iphone android

Link AppBrain | Link Google Play Store

Eccone un esempio:

Screenshot_2015-10-21-15-21-17

Benchmark

Come siamo soliti, andiamo di seguito a proporvi i risultati dei due tester di benchmark più famosi per Android: AnTuTu e Geekbench 3. Abbiamo inoltre utilizzato CPUz monitorare la temperatura interna e lo stato dell’hardware.

AnTuTu

Geekbench

CPUz

Batteria, audio e ricezione

1

Uno degli aspetti migliori dello smartphone è la batteria: nel periodo di test non ha dimostrato alcun calo drastico di capacità, né scarsa tenuta. Anche in situazioni di stress, la durata della batteria resta davvero ottima: si tratta davvero di una super batteria da 3050 mAH.

La decisione di Umi di costruire la scocca posteriore integrando due casse ai lati della porta USB centrale ha dato un’impronta molto positiva alla resa sonora: infatti, l’impatto stereo è molto più evidente di altri smartphone di fascia medio-bassa. Tuttavia, il suono migliore lo si ha intorno al 75% del volume massimo consentito: da 0 al 50% sembra quasi che oltre al volume minore venga applicato anche un filtro passa basso, mentre in prossimità del massimo volume il suono si distorce molto sui medio-alti, mentre le frequenze basse mantengono un ottimo vigore.

Dal punto di vista della connettività e della ricezione, Umi Emax Mini resta nella media, senza distinzioni particolari né punti deboli. Le chiamate Whatsapp non subiscono interruzioni esterne e scorrono fluide, e i messaggi e le chiamate standard non hanno fatto sorgere particolari problemi.

Conclusione

Umi Emax Mini si è rivelato essere uno smartphone dalla batteria affidabile, dotato di un’ottima performance per l’utilizzo medio, e con delle buone caratteristiche della fotocamera per un utilizzo domestico/personale. La risoluzione Full HD permette una lettura chiara dello schermo, e ciò è molto importante per chi è solito utilizzare il proprio device all’aperto e sotto il sole. Gli unici punti a sfavore sono le notifiche da parte delle app cinesi installate di default (risolvibili con una semplice disinstallazione) e la scarsa valorizzazione del chipset grafico, che non eccelle rispetto ad altri smartphone della stessa fascia.

Umi Emax Mini è disponibile a partire da 159,99€. L’elenco completo dei rivenditori è disponibile a questo indirizzo.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com