Xiaomi Redmi Note 3 Pro: ecco come abilitare le API Camera2

20 luglio 20165 commenti

Xiaomi Redmi Note 3 Pro è tra i migliori terminali in circolazione in quanto a rapporto qualità/prezzo, ma il punto debole del device è rappresentato dalla fotocamera, che molti utenti reputano poco performante. Ecco come migliorare la situazione abilitando le API Camera2 e i controlli manuali.

Su xda-developers, tramite il portale russo 4pda.ru, è infatti saltata fuori una semplice guida per abilitare le API Camera2 su Xiaomi Redmi Note 3 Pro. Per farlo, è necessario avere i permessi di root e andare ad aggiungere una stringa al file build.prop:

  • Acquisire i permessi di root
  • Effettuare un backup del file build.prop
  • Aprire build.prop con un editor di testo e aggiungere la stringa persist.camera.HAL3.enabled=1 alla fine.
  • Salvare e riavviare il device
  • Verificare la possibilità di accedere ai controlli manuali con l’utility Manual Camera Compability.

Ci sono alcune controindicazioni: la modifica provoca infatti il crash della fotocamera stock su MIUI 7, mentre non ci sono problemi su MIUI 8. Alcuni utenti hanno poi riscontrato bootloop, per risolvere i quali è consigliabile effettuare un wipe cache/dalvik da TWRP. Ci sono poi problemi a seconda delle app utilizzate per il salvataggio in formato RAW.

La guida, a quanto pare, può essere applicata anche ad altri device Xiaomi che utilizzano chip Snapdragon, anche in questo caso con controindicazioni: un utente afferma di averla provata con successo su Mi5 ma ha compromesso la camera stock (immagini sottosopra).

Come sempre, procedete solo se siete coscienti di quel che fate. Avete provato ad abilitare le API Camera2 sul vostro device? Ditecelo nei commenti.

1468747394407

Loading...
  • Ah! Ma allora, servono a qualcosa i permessi di root… 😂!
    Dal momento che molti li ritengono praticamente inutili con i “nuovi” sistemi.

    Finora ho visto più smartphone senza root, colpiti da virus, malware, adware… che quelli che hanno il root.
    Merito forse degli utenti?
    Cioè quelli che usano il modding, sono un pochino più svegli?!

    • Doc74

      “svegli” è una brutta parola . diciamo “esperti” o/e “attenti”
      Se hai l’esigenza dei permessi di root ( e sei in grado di attivarli) evidentemente conosci un po’ il mezzo e sei più cosciente dei rischi che corre( e quindi agirari di conseguenza).

      Buona parte di quelli che non fà il root invece sono utenti “strabase” tipo mia madre che quindi non hanno idea di cosa stanno facendo per buona parte del tempo . ” ma io ho solo pigiato su quell simbolino !”

      • Già, infatti è proprio questo il punto.
        Gli utenti strabase, non sono affatto protetti da certe situazioni, che loro malgrado provocano inconsapevolmente.
        Però l’idea comune è: un dispositivo rootato è più a rischio di uno lasciato stock.
        Niente di più falso!
        Finora, fino a marshmallow, attraverso “gli innocui spam”, arrivano porcate di ogni genere, senza che il super OS, sia minimamente in grado di fermarli.
        Si vocifera che Android “N” metterà un freno a questi fenomeni.
        Personalmente ci credo nella misura in cui, credo agli asini che volano!
        È l’utente che deve installare appropriate protezioni e stare lontano da certi siti, quindi dovrebbe esserci più informazione… poiché il sistema vive sulla pubblicità e con essa, passa pure il resto, ora che se ne accorgono e provvedono, è già stata creata una nuova serie di porcate!

  • Giuseppe

    Ottima guida, funziona senza problemi sulla cm 13 di Santosh

  • Androidioso

    Non sono molto esperto in fotografia ma il redmi note 3 pro mi pare che abbia già i comandi manuali della fotocamera tipo iso, focus manuale e bilanciamento del bianco