CERCA
PER MODELLO
FullScreen Chatbox! :)

Utente del giorno: JuJu75 con ben 5 Thanks ricevuti nelle ultime 24 ore
Utente della settimana: JuJu75 con ben 20 Thanks ricevuti negli ultimi sette giorni
Utente del mese: carotix con ben 66 Thanks ricevuti nell'ultimo mese

Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9
Discussione:

[Note9] - Certificazione IPV, Garanzia Su Resistenza All'acqua

Se questa discussione ti è stata utile, ti preghiamo di lasciare un messaggio di feedback in modo che possa essere preziosa in futuro anche per altri utenti come te!
  1. #1
    Androidiano


    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    71

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 2 volte in 2 Posts
    Predefinito

    [Note9] - Certificazione IPV, Garanzia Su Resistenza All'acqua

    Bisognerebbe leggere tutte le clausole della garanzia, ma sinceramente mi aspetto che sia coperto. Se mi vendono un dispositivo IP68 io lo utilizzo come tale.
    Un po come avere la ricarica rapida a 2 ampere e ritrovarsi col telefono fritto.. non è che poi possono dirmi: "lo dovevi ricaricare a 0.5 ampere per precauzione "

    P.s. Se andate sul sito ufficiale Samsung e leggete la presentazione del Note 9 c'è scritto:

    "Per la maggior parte dei telefoni, l’acqua è il peggior nemico. Ma dopo essere stati sommersi in 1,5 metri d’acqua, il Galaxy Note9 e la S Pen funzionano perfettamente. Sono totalmente sigillati per ottenere il massimo in fatto di resistenza ad acqua e polvere: la certificazione IP68.10"

    Con tanto di foto del dispositivo dentro l'acqua.
    Ultima modifica di gigi250; 21-08-19 alle 13:18

  2.  
  3. #2
    Senior Droid L'avatar di joedellosso69


    Registrato dal
    Aug 2014
    Messaggi
    488

    Ringraziamenti
    96
    Ringraziato 171 volte in 136 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da gigi250 Visualizza il messaggio
    Bisognerebbe leggere tutte le clausole della garanzia, ma sinceramente mi aspetto che sia coperto. Se mi vendono un dispositivo IP68 io lo utilizzo come tale.
    Un po come avere la ricarica rapida a 2 ampere e ritrovarsi col telefono fritto.. non è che poi possono dirmi: "lo dovevi ricaricare a 0.5 ampere per precauzione "

    P.s. Se andate sul sito ufficiale Samsung e leggete la presentazione del Note 9 c'è scritto:

    "Per la maggior parte dei telefoni, l’acqua è il peggior nemico. Ma dopo essere stati sommersi in 1,5 metri d’acqua, il Galaxy Note9 e la S Pen funzionano perfettamente. Sono totalmente sigillati per ottenere il massimo in fatto di resistenza ad acqua e polvere: la certificazione IP68.10"

    Con tanto di foto del dispositivo dentro l'acqua.
    È vero, non conosco tutte le clausole della garanzia così come quasi nessuno le conosce e spesso chi sa quante volte non passa una situazione solo perché chi esamina il caso non lo fa passare per la buonafede di non conoscerlo neanche lui per ogni singola clausola o per le parti scritte in piccolo o per le indicazioni avute dalla casa madre .
    Però, per le migliaia di discussioni in materia già anni fà con S5 primogenito degli ipv, e per le esperienze viste, resistenza ipv68 è da intendersi per le cadute accidentali e in condizioni di staticità (infatti i video che menzioni sono in condizioni statici cioè con il device lì senza che lo si sposti neppure ) quindi non per l'utilizzo normale del Device toccando i tasti compreso (e di fatti ho letto varie articoli di samsung costretto ultimamente a ritirare una pubblicità di un prodotto mentre ci si faceva un bagno perché pubblicità ingannevole inquanto non previsto dall'ipv 68 ).
    Per le immersioni invece (cioè per l'uso vero e proprio del device sott'acqua e che di solito ci si esprime anche in termini di atmosfere cioè di una certa pressione che da una certa profondità d'immersione) c'è bisogno di un ipv superiore a quello 68 e quindi non avendo questa caratteristica, conviene mettere il case dedicato alle immersioni.
    Ci sono anni di controversie su questa materia e tra le definizioni di resistenza ed immersione e per arrivare a questa situazione ci ha messo lo zampino pure la samsung stessa con certe pubblicità d'immersione che ovviamente convengono per pubblicità (ingannevole) mentre i centri d'assistenza accettano sostituzioni o riparazioni in garanzia grazie solo a situazioni di mancate resistenza (che non significa mancata resistenza alle immersioni ma alla semplici cadute accidentale in acqua ) anche riferendosi a ciò che ho spiegato sulll'ipv e di fatti leggi questa.....
    https://www.tomshw.it/smartphone/sam...vi-galaxy/?amp
    Spero che non sia il caso tuo, ed incrocio dita per te....
    Comunque buona a sapersi che anche la s pen ha la resistenza.
    Ultima modifica di joedellosso69; 21-08-19 alle 15:52

  4. #3
    Androidiano


    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    71

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 2 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Guarda, sinceramente il Note mi ha davvero stupito in acqua! Al di là di questo problema con la S-Pen, che non è detto sia legato all'immersione, ho avuto il piacere di notare che anche con gocce e schizzi. rimane "quasi" utilizzabile!
    A differenza ad esempio de Huawei Mate 10 Pro che ho avuto precedentemente, dove bastava una qualche goccia sul display a mandare in confusione il touch.
    Col Note ho girato video subacquei, scattato diverse foto con dita bagnate e touch screen completamente bagnato e ho letto qualche notifica/messaggio senza avere particolari problemi.
    Ovvio, ogni tanto il touch è partito per i fatti suoi anche sul Note, ma ad ogni modo sono riuscito ad utilizzarlo.

    Per quanto riguarda l'ip68, le tabelle di riferimento indicano questo: "Protetto contro la prolungata immersione in acqua (oltre 1 mt di profondità)"
    In teoria dovrebbe essere da 1 a massimo 3.

  5. #4
    Senior Droid L'avatar di joedellosso69


    Registrato dal
    Aug 2014
    Messaggi
    488

    Ringraziamenti
    96
    Ringraziato 171 volte in 136 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da gigi250 Visualizza il messaggio
    Guarda, sinceramente il Note mi ha davvero stupito in acqua! Al di là di questo problema con la S-Pen, che non è detto sia legato all'immersione, ho avuto il piacere di notare che anche con gocce e schizzi. rimane "quasi" utilizzabile!
    A differenza ad esempio de Huawei Mate 10 Pro che ho avuto precedentemente, dove bastava una qualche goccia sul display a mandare in confusione il touch.
    Col Note ho girato video subacquei, scattato diverse foto con dita bagnate e touch screen completamente bagnato e ho letto qualche notifica/messaggio senza avere particolari problemi.
    Ovvio, ogni tanto il touch è partito per i fatti suoi anche sul Note, ma ad ogni modo sono riuscito ad utilizzarlo.

    Per quanto riguarda l'ip68, le tabelle di riferimento indicano questo: "Protetto contro la prolungata immersione in acqua (oltre 1 mt di profondità)"
    In teoria dovrebbe essere da 1 a massimo 3.
    Vero sull'ipv, ma in condizioni statiche non per l'utilizzo e per adesso ti è andata bene...quando i pulsanti prenderanno gioco per l'utilizzo, situazione potrebbe cambiare. Leggi di nuovo il mio precedente post che ho fatto qualche edit che non hai visto e ci ho messo pure un articolo.
    Un sincero consiglio di cuore che ti posso fare è di non utilizzarlo più così senza un case per le immersioni. poi figurati...

  6. #5
    Androidiano


    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    71

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 2 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Ho letto il link da te postato, ma parla di pubblicità ingannevoli dal 2016 ad oggi per diversi dispositivi samsung con gradi IP differenti.
    Ovviamente se in una pubblicità fai fare il bagno ad un dispositivo con grado di protezione inferiore (esempio ip64) è ovvio che si tratta di pubblicità ingannevole, poichè la tabella indica "Protetto contro spruzzi d'acqua".
    Il grado IP non lo decide samsung, ma gli viene assegnato da enti esterni, dopo svariati test.
    Al Note9 che è il top di gamma samsung è stato assegnato il grado IP68 e il bagno in piscina lo può fare tranquillamente. Ovviamente non esagerando con la profondità.
    Se non rispettasse tali specifiche, Samsung sarebbe costretta a pagare multe e a ritirare il prodotto o a modificare le specifiche dicendo che non è IP68.

  7. #6
    Senior Droid L'avatar di joedellosso69


    Registrato dal
    Aug 2014
    Messaggi
    488

    Ringraziamenti
    96
    Ringraziato 171 volte in 136 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da gigi250 Visualizza il messaggio
    Ho letto il link da te postato, ma parla di pubblicità ingannevoli dal 2016 ad oggi per diversi dispositivi samsung con gradi IP differenti.
    Ovviamente se in una pubblicità fai fare il bagno ad un dispositivo con grado di protezione inferiore (esempio ip64) è ovvio che si tratta di pubblicità ingannevole, poichè la tabella indica "Protetto contro spruzzi d'acqua".
    Il grado IP non lo decide samsung, ma gli viene assegnato da enti esterni, dopo svariati test.
    Al Note9 che è il top di gamma samsung è stato assegnato il grado IP68 e il bagno in piscina lo può fare tranquillamente. Ovviamente non esagerando con la profondità.
    Se non rispettasse tali specifiche, Samsung sarebbe costretta a pagare multe e a ritirare il prodotto o a modificare le specifiche dicendo che non è IP68.
    Ti posto quest'articolo :
    https://www.tecnoandroid.it/2018/04/...-ip-330197/amp
    Purtroppo però non riesco a trovare niente di meglio in quanto non si trovano dettagli che mancano in tutti gli articoli e che un utente di un forum che ora non ricordo ci mandò in un suo post anni fá ai tempi dell'S5 primogenito fra i cell aventi protezione e primogenito a dar problemi in questo senso. Nell'assegnazione del grado ipv, l'unica acqua che si prende in considerazione è l'acqua dolce e non quello di piscine (per l'eccessivo cloro) e di mare ch'è comunque fortemente corrosivo e poi ci si parla di prove statiche cioè immergere il device in acqua dolce ad una certa profondità (variabile secondo il livello ipv che raggiunge ) e per un determinato tempo (che varia in base al livello ipv) senza usare il cell che deve stare immobile (stare immobile senza spostarlo o usarlo uguale a condizioni di staticità).
    Premere pulsanti fa entrare acqua mentre spostarlo imprime pressione sulle superfici al pari a se si trovasse staticamente più in profondità rispetto a dov'è.
    Ci forní i test e le procedure a come assegnano questi ipv....cose che a reperirli di nuovo, li posteri.
    Ultima modifica di joedellosso69; 21-08-19 alle 17:42

  8. #7
    Androidiano


    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    71

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 2 volte in 2 Posts
    Predefinito

    è vero, i test sono fatti in acqua dolce. In mare ad esempio non lo immergerei mai per via del sale che è altamente corrosivo.
    Per quanto riguarda il cloro, mi mancano un po di nozioni chimiche, sinceramente non ho mai pensato potesse rovinare il dispositivo.. Per precauzione, meglio comunque lavare completamente il telefono con acqua del rubinetto dopo la giornata in piscina, così da togliere tutti i residui.
    Rimane il dubbio sui tasti fisici premuti sott'acqua (che ormai sui nuovi dispositivi sono sempre meno)... Sinceramente non so come vengono fatti questi test, ma secondo me stiamo cercando il pelo nell'uovo.
    Non credo che una delle più grosse aziende di telefonia al mondo, venda telefoni da 1200 euro con grado IP68 e si dimentichi di mettere una guanizioncina a quei 3 pulsanti in croce, mettendo a rischio il prodotto, la reputazione ecc..
    Gli orologi impermeabili per dire esistono da decenni ed erano anch'essi provvisti di bottoni.
    Personalmente non ho mai sentito nessuno che ha dovuto buttare un orologio dopo aver premuto il bottone del cronometro in piscina...

  9. #8
    Senior Droid L'avatar di joedellosso69


    Registrato dal
    Aug 2014
    Messaggi
    488

    Ringraziamenti
    96
    Ringraziato 171 volte in 136 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da gigi250 Visualizza il messaggio
    è vero, i test sono fatti in acqua dolce. In mare ad esempio non lo immergerei mai per via del sale che è altamente corrosivo.
    Per quanto riguarda il cloro, mi mancano un po di nozioni chimiche, sinceramente non ho mai pensato potesse rovinare il dispositivo.. Per precauzione, meglio comunque lavare completamente il telefono con acqua del rubinetto dopo la giornata in piscina, così da togliere tutti i residui.
    Rimane il dubbio sui tasti fisici premuti sott'acqua (che ormai sui nuovi dispositivi sono sempre meno)... Sinceramente non so come vengono fatti questi test, ma secondo me stiamo cercando il pelo nell'uovo.
    Non credo che una delle più grosse aziende di telefonia al mondo, venda telefoni da 1200 euro con grado IP68 e si dimentichi di mettere una guanizioncina a quei 3 pulsanti in croce, mettendo a rischio il prodotto, la reputazione ecc..
    Gli orologi impermeabili per dire esistono da decenni ed erano anch'essi provvisti di bottoni.
    Personalmente non ho mai sentito nessuno che ha dovuto buttare un orologio dopo aver premuto il bottone del cronometro in piscina...
    Non è una questione di guarnizioni o altro anzi li mettono per forza altrimenti l'acqua ci entra pur senza premere nulla ... Però ci si fa il minimo indispensabile per superare le prove che consistono, ripeto, in condizioni di staticità e di fatti quando cade in acqua accidentalmente non è che accidentalmente si fanno video o foto o si fa altro pure per non so quante volte è per quanto tempo . Tra l'altro, qui stiamo a parlare di prodotti nuovi ma quando per l'usura tasti prendono gioco, ci sono rischi già solo per le situazioni statiche previste, figuriamoci ad usarlo normalmente....
    Ci sono modelli di citizen acqualand... Per carità, niente di ché, lo so.... però scendono 200 metri e 30 anni fa c'erano le campane di vetro simulatori di profondità per testare dopo cambi di batterie ... Ti posso assicurare, visto la natura di gomme e plastiche che sono chimicamente instabili e che si rovinano da sole solo a passar del tempo anche senza usarle (tipo le gomme dell'auto che si screpolano e singottano pur senza usarle ) , che guarnizioni falliscono per il passar del tempo e per l'usura.
    Ultima modifica di joedellosso69; 21-08-19 alle 18:19

  10. #9
    Androidiano


    Registrato dal
    Oct 2011
    Messaggi
    71

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 2 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Ok, giusto il tuo discorso, però il Note9 è sul mercato da meno di un anno. A meno che qualcuno non lo abbia aperto e non abbia esaminato i materiali, le gomme ecc facendo prove chimiche, non possiamo ancora sapere quali saranno i tempi di usura.
    Il discorso comunque lo estenderei per qualsiasi oggetto materiale. Ovvio che a seconda di come si usano le cose o del luogo dove vengono usate, si hanno tempi di usura differenti. Due automobili identiche, una utilizzata sempre sulla neve, con climi freddi, sale nelle strade ecc, avrà un'usura maggiore rispetto a un'auto usata in città con 20 gradi.
    Però qui stiamo parlando (almeno nel mio caso), di utilizzare un telefono totalmente impermeabile IP68, una qualche ora in piscina 1 o 2 volte l'anno.
    è assurdo dire: "ti è andata bene"!
    sarebbe come dire che rischio di rimetterci i polmoni fumando un paio di sigarette in tutta la vita.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire risposte
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Torna su
Privacy Policy