Apple sfida direttamente Android: interfaccia interamente copiata

8 novembre 201273 commenti

A chi, da androidiano, ha letto la biografia di Steve Jobs, sicuramente non sarà sfuggito il passaggio in cui l'ex leader di Apple prometteva di svuotare le tasche della sua società pur di distruggere il progetto Android. Quanto crudelmente riportato nello scritto, purtroppo, non è frutto dell'immaginazione di Walter Isaacson (autore) bensì il principio delle rabbia che Apple non ha saputo nascondere dagli albori di Android (2007) ad oggi.

Probabilmente, però, Apple ha resistito all’attacco diretto contro Google per paura del grande colosso che la società rappresentava ed ha preferito sferrare l’attacco contro la “piccola” Samsung che aveva fatto di Android il proprio cavallo di battaglia.

Così dopo la sentenza di condanna emessa dalla Corte di San Jose in America con la quale veniva riconosciuto ad Apple un risarcimento di 1.05 milioni di dollari (a fronte dei 2,5 richiesti) a carico di Samsung, il nuovo team della mela morsicata deve avere trovato il coraggio e la forza di attaccare direttamente Android in uno scontro frontale e senza riserve.

Infatti Apple ha depositato presso la Corte Federale del Distretto North della California una denuncia contro Android motivandola con argomentazioni di plagio sulla veste del nuovo Jelly Bean.

Quello che più stupisce è come Apple che stia avvicinando la propria identità sempre di più a quella di Android (non dimentichiamo l’introduzione del sistema Cloud per il backup del dispositivo ed il menu a tendina, giusto per citarne alcuni) invece di gradire in silenzio le innovazioni che le vengono prestate dalla piattaforma del robottino, gli ruggisce contro con rabbia ed indignazione. Ma sopratutto quello che stupisce è come Apple non riesca a combattere sul piano delle innovazioni contro Android dovendo necessariamente ricorrere a giudizi (molto spesso per lei sfavorevoli) di tribunali per vantare le proprie capacità e guadagnarsi un pò di pubblicità.

Ad ogni modo, a quanto pare, Apple questa volta non ha citato solo Samsung innanzi alla Corte Americana, bensì anche gli altri produttori come HTC e Motorola i quali troveranno tutti insieme in Android (motivo della citazione) il loro punto di unione per la difesa contro gli attacchi.

Allo stato non possiamo sapere altro, perchè secondo la fonte, la vicenda non produrrà i suoi effetti almeno fino al 2014, data in cui Jelly Bean sarà solo un lontano ricordo.

Loading...