Come passare da iPhone ad Android

23 agosto 2012159 commenti
Stanchi di avere un iPhone? Questo articolo allora fa per voi, vi spiegheremo passo passo come passare ad Android, il miglior sistema operativo al mondo. I ragazzi di businessinsider hanno realizzato un pratico tutorial che vi guiderà nel mollare iPhone e iOS per convertirvi (finalmente) ad Android.

Fase 1 – Scegliere il telefono Android

Per prima cosa, dovrete scegliere il vostro telefono ...
Molte le opinioni, i migliori telefoni sul mercato sono sicuramente il Galaxy S III di Samsung e l’HTC One X come prestazioni, seguiti dal Galaxy Nexus, realizzato da Google in collaborazione con Samsung; è un telefono Google Experience e dunque senza personalizzazioni, è al momento lo smartphone più aggiornato in circolazione montando l’ultima versione di Android: Jelly Bean 4.1
Se volete spendere (relativamente) poco vi consigliamo senza ombra di dubbio il Galaxy Nexus che, anche in questi giorni, è protagonista di offerte che lo portano addirittura a metà del prezzo reale di vendita.

Fase 2 – Caricare i contatti su iCloud

Quindi, caricare i tuoi contatti di iCloud.
Uno dei problemi più grandi dell’utente medio è relativo ai contatti e alla paura di perdere tutto, spesso non si cambia telefono solamente perchè non si è capaci di esportare e re-importare tutti i contatti. Apple ha semplificato il tutto con iCloud, disponibile nelle impostazioni del vostro iPhone.

Fase 3 – Esportare i contatti da Internet

Ora, subito i contatti da Internet.

I contatti esportati con iCloud sono accessibili sul web all’indirizzo icloud.com e andranno quindi esportati come vCard dal tasto impostazioni in basso. In questo modo esporterete i contatti in un file unico.

Fase 4a – Creazione di un account Gmail

Ora saltate oltre a Gmail.
Android è un sistema operativo di Google e, per essere sfruttato a pieno, è necessario possedere un account di posta Gmail che verrà richiesto al primo avvio del vostro nuovo dispositivo. Gmail è inoltre, a parere nostro, il miglior client di posta elettronica disponibile.

Fase 4b – Importare i contatti su Gmail

Ora, importare che vCard.

Al punto 3 avete esportato i contatti in un file vCard, ora è il momento di importarlo. Dalla pagina principale di Gmail si può passare dalle mail ai contatti semplicemente cliccando sulla scritta Gmail in alto a sinistra sotto al logo Google.

Basterà fare clic su “Importa contatti” è selezionare il file vCard generato e scaricato da iCloud.

In un attimo i contatti saranno disponibili sul vostro account Google.

Fase 5 – Contatti sul vostro nuovo smartphone Android

Ora, per ottenere sul telefono cellulare ...

Come vi abbiamo anticipato, al primo avvio del vostro nuovo terminale Android vi verrà richiesto di loggarvi con il vostro account di Gmail, così facendo tutti i vostri contatti e le mail verranno automaticamente inserite al loro posto sul telefono. Non credo esista cosa più facile e comoda. Questo meccanismo d’ora in poi funzionerà su qualsiasi dispositivo Android voi abbiate (Smartphone o tablet che sia) illimitatamente. I contatti saranno automaticamente aggiornati se la sincronizzazione automatica è attiva (lo è come impostazione predefinita), altrimenti basterà avviarla manualmente nelle impostazioni dell’account Google sul vostro telefono.

Fase 6 – Applicazioni Android

Quindi, la parte telefonica del telefono è buona per andare ...

L’account di Gmail non serve soltanto per i contatti, ma anche per le applicazioni; allo stesso modo dei contatti, le app scaricate saranno automaticamente ri-scaricate se acquisterete un nuovo dispositivo.

Fase 7 – Prima applicazione da scaricare (facoltativo)

La prima applicazione è necessario scaricare è SwiftKey.

Molti scaricano tastiere diverse da quella pre-installata (io personalmente no) e la migliore è sicuramente SwiftKey. E’ in grado di rilevare e memorizzare automaticamente il modo in cui si scrive per fornire al meglio i suggerimenti necessari per una scrittura rapida e priva di errori.

Fase 8 – I Widget

Prendi alcuni widget!

Una delle migliori caratteristiche che ha Android rispetto ad iOS su iPhone è la presenza dei widget: piccole applicazioni che vengono visualizzate nella schermata iniziale che forniscono informazioni con le quali si può interagire.

Un telefono solitamente viene fornito con qualche widget pre-installato (pochi nel caso del Galaxy Nexus), solitamente un orologio non manca mai, meteo, news eccetera. Molto spesso, scaricando applicazioni dal Play Store, si scoveranno nuovi widget all’interno di esse. Un esempio comune è Facebook, Twitter o Flipboard che integrano un widget posizionabile in una delle schermate che Android fornisce (Solitamente 7 – 5 sul Galaxy Nexus)

Fase 9 – Il browser Chrome

Chrome è il miglior browser mobile web, punto.

I telefoni Android vengono precaricati con un browser che le case produttrici sono libere di personalizzare e migliorare a proprio piacimento. Essendo noi fanatici di Google, vi consigliamo di scaricare Google Chrome che, come accade per i computer, risulta essere il migliore browser del mondo anche nel mondo della telefonia mobile.

Fase 10 – Musica

Ci sono due opzioni per le vostre esigenze musicali.

Android integra un player multimediale che, come accade per il browser, le case produttrici sostituiscono con quello realizzato nei propri “laboratori”. Google ha da ormai un anno lanciato Google Music, un servizio che consente di caricare fino a 20.000 brani online gratuitamente e di poterli avere sempre con se sui propri dispositivi Android grazie all’applicazione Play Music. Al momento questo servizio non è disponibile in via ufficiale in Italia ma è possibile attivarlo seguendo questa guida che abbiamo realizzato tempo fa (non ci assumiamo nessuna responsabilità)

Nel caso in cui on vogliate provare Google Music o incontriate difficoltà nella guida, potete provare Spotify, la migliore esperienza di musica in streaming disponibile in questo momento. L’unica pecca è l’abbonamento mensile.

Attenzione alla batteria

Attenzione con la batteria, però.
Un problema che affligge ormai tutti gli smarpthone, anche il vostro caro iPhone, è sicuramente la batteria. Android ci viene in contro con widget tramite i quali è possibile disattivare in modo rapido la rete, il GPS o qualsiasi altra cosa vogliamo per risparmiare batteria.

 

Quindi, perché Android?

Quindi, perché Android?

La domanda che tutti si faranno è, perchè proprio Android?

Molte sono le correnti di pensiero, ma l’esperienza che offre Google a nostro avviso (ovviamente siamo un po di parte) è irraggiungibile, ha una marcia in più. Soprattutto per le sincronizzazioni automatiche di contatti, mail, foto e tutto il resto.

La maggior parte delle migliori applicazioni disponibili per iPhone sono disponibili anche per Android. Il contrario non è invece vero: non è possibile per esempio installare SwiftKey su iPhone.

Google sembra si stia muovendo sempre di più per rendere lo smartphone lo strumento che utilizziamo di più in una giornata, cercando di includere tutto (chiavi, musica, telefono, portafoglio) in un unico dispositivo: il telefono.

  • cool-a

    ma chi e’ che vuole cambiare un iphone con un samsung?

  • Baust

    Apple = spazzatura

  • Baust

    Apple oramai è troppo arretrata :o

  • Pingback: Android ed Apple quest’anno non avranno il tasso di crescita maggiore del mercato - Emporio Grassi Blog — Emporio Grassi Blog

  • Gianni

    .. e dopo una settimana si vende tutto e si torna ad iPhone :-)

  • George

    per la storia degli aggiornamenti: guardate che la gente preferisce avere aggiornamenti che rallentano un pò ma aggiungono funzioni che non averli proprio. tipo uno con iphone 3gs vuole avere ios 6, l importante per lui è avere qualche funzione in più grazie al nuovo aggiornamento.
    ad una persona normale non gliene fotte un cazzo di scorrere il meno a 20 fps invece che a 30, se dall altra parte può usare le nuove mappe oppure siri.

    ma dai sembra che ALCUNI rosicano per gli aggiornamenti venuti a mancare, allora subito a dire ”cazzo aggiornano che il telefono va peggio di prima”.

    inolte non divertitevi a dire che tanto dopo l uscita di un iphone, già un mese dopo esce un android con hardware migliore. che cazzo vuol dire, anche tu se oggi compri il note 2 dopo un mese esce un altro android con hardware superiore.

  • alessandro

    icloud funziona con iOS 5 e successivi, ma io avendo un misero 3G e quindi iOS 4.2.1 .. come posso passare la rubrica su NEXUS 4 ??