Distribuzione Android Marzo: Jelly Bean al 62% e KitKat al 2.5%

4 marzo 201439 commenti

Anche per questo mese di Marzo il colosso di Mountain View Google ha ufficialmente svelato i dati della distribuzione Android. Purtroppo i cambiamenti rispetto al mese scorso non sono tantissimi, ma nonostante ciò possiamo felicemente constatare le leggere crescite di Jelly Bean e KitKat.

Ecco i grafici ufficiali:

nexusae0_march

 

Attualmente comanda il mercato Jelly Bean con un solido 60%. Piccola crescita dello 0.7% per KitKat rispetto al mese scorso, infatti adesso la quota di mercato è del 2.5%.

Scende leggermente Gingerbread, fermandosi al 20%, invece resistono ancora Honeycomb e Froyo, rispettivamente allo 0.1% e all’1.2%.

Certamente durante il mese di Marzo i tanti update a KitKat attesi per i migliori top-gamma del mercato (Galaxy S4, Galaxy Note III, G2)dovrebbero portare sostanziali cambiamenti alla distribuzione Android del prossimo mese.

Non ci resta che attendere il prossimo mese.

 

203€
LG G2
SU
A SOLI
Loading...
  • Pingback: Distribuzione Android Marzo: Jelly Bean al 62% e KitKat al 2.5% | News Novità Notizie Trita Web()

  • shanefalco

    Grazie a sony faccio parte del 15.2%…beh dai l’importante è che funzioni. :) Mi sorprende la percentuale di gingerbread ancora piuttosto alta. Secondo me kitkat andrà oltre il 10% nel 2015 tenendo conto che molti nuovi prodotti appena presentati usciranno con la 4.2.2 e la 4.3…poi tanti utenti non aggiornano o non sanno che ci sono gli aggiornamenti o non se ne intendono proprio delle versioni di android. Viva la frammentazione ;)

  • Pingback: Distribuzione Android Marzo: Jelly Bean al 62% e KitKat al 2.5% - WikiFeed()

  • Penso che gingerbread sia l’android più famoso e duraturo nel tempo (esiste da 4-5 anni se non sbaglio, HoneyComb e ICS sono più indietro nonostante siano più nuovi)

    • olè

      vabbè ma honeycomb era per tablet e non è MAI stato diffuso, mentre ics è stato subito rimpiazziato da jb, praticamente si è passanti da ginger –> a jelly

      • Giorgio Alessandro

        ICS direi che ha avuto la sua parte, molti Tablet del 2012 lo montavano però non ho mai provato né honeycomb né froyo

        • Honeycomb resta il mio so preferito. La tastiera era fighissima, l’interfaccia FATTA APPOSTA PER TABLET. L’unico in grado di contrastare degnamente iOS per iPad… Poi ICS ha aumentato (mah) la fluidità ecc. Ecc.. Ma HC era fantastico…

          • dario

            Mia sorella fa parte dello 0.1 hc! Sì come layout era la strada più bella e giusta da seguire per i tablet, poi hanno deciso di unificare…
            Ma come os rispetto alle versioni successive sta molto indietro. Dovevano proseguire il progetto dedicato ai tablet implementandoci le novità introdotte nelle versioni smartphone. Era un bel casino ulteriore ma rendeva onore alle peculiarità dell’oggetto tablet.

          • Certo. Necessitava di implementazioni, ma considerando che ne hanno fatelte poche versioni (3.0.1; 3.1; 3.1.2; 3.2; 3.2.1; 3.2.2) con pochissime differenze dall’uno all’altro…

  • ste

    Tanto sono tutti uguali :-(

  • jjjhShaggy

    Grazie a HTC faccio parte del 2.5

    • Grazie a Google e LG ne ho sempre fatto parte

      • Alessandro Tischer

        Idem per me con moto g =)

  • Pingback: Distribuzione Android Marzo: Jelly Bean al 62% e KitKat al 2.5% | Crazyworlds()

  • Bigons

    Da questa sera faccio parte del 2,5 %
    su HTC One di mio figlio è arrivato 4.4.2 questa sera

  • Asen Georgiev

    Non so se una domanda un po’ scema, ma vorrei sapere come fa Google a sapere esattamente quanti smartphone con una determinata versione di Android ci sono. Mi lo chiedo sempre perché mi sorge il dubbio di tutte le persone che usano le ROM. Google rintraccia anche quelli?

    • si, google “legge” le versioni all’accesso al play store. quindi anche chi ha rom custom.

  • Non ho capito ci saranno aggiornamenti per Jelly Bean

  • marco68

    Il mio Xperia S dopo l’aggiornamentova Nelly Bean, era peggiorato dal punto di vista della videocamera in Full Hd e la batteria non durava neanche una giornata. Ritornato ad ICS, ritengo di essere fiero di appartenere nuovamente a quel 15,2%!

  • weeeee

    Ma è affidabile il link dell’lg g2 a 389 € ??

    • sirsandrone

      Credo di si sugli stockisti costa tanto

      • weeeee

        Sugli stockisti costa 379 il 16gb e nn è manco disponibile, su sto sito 389 il 32gb! Se qualcuno sa se è affidabile me lo può dire? Almeno lo compro visto che è da un po che lo cerco sotto i 400, sopratt il 32gb

        • sirsandrone

          Gli stockisti è affidabilissimo, ci ho comprato due telefoni io

          • weeeee

            Si lo so, anche io. Però il 32gb su gli stockisti ne costa 469 , in sto sito quasi 100 euro in meno

          • sirsandrone

            Ho visto…addirittura la versione da 16gb costa 40€ in meno di quella da 32. Se si paga con PayPal io lo comprerei, è altamente impossibile che ti fanno un pacco con paypaly

        • icaro

          gli stockisti è affidabile, ho fatto acquistare ad un Amico il Note 3, dopo 3gg gli è arrivato

    • icaro
  • icaro

    credo che per far prendere piede a kitkat i vari brand samsung in testa dovrebbero aggiornare a kitkat anche i device minori vedi ad esempio S2

    • dario

      L’s2 non è un device minore, è un top gamma fuori produzione che si è fermato ufficialmente a 4.1.2. Mettici una bella croce sopra. :)
      La verità è che tutti i device con almeno 512mb di ram dovrebbero essere aggiornati a kk, ma non gliene frega niente a nessuno di buttare valanghe di soldi nello sviluppo dell’update per farti avere il device aggiornato quando senza spenderci una lira sopra sarai più invogliato a comprare un nuovo smartphone. In pratica, se aggiornano ci rimettono 2 volte (soldi spesi per sviluppo+te che ti tieni lo smartphone), se non aggiornano ci guadagnano 2 volte (soldi non spesi per sviluppo+te che compri nuovo smartphone). E la soddisfazione del cliente? Semplice, fanno tutti cartello fregandosene in massa e aggiornando solo i top gamma usciti nell’ultimo anno e mezzo massimo e nessuno ne esce peggio degli altri agli occhi degli utenti. Ergo tutti assolti.

      • icaro

        Dario purtroppo è vero ciò che scrivi, se invece di mettere ogni anno un nuovo device investissero sugli aggiornamenti gli utenti cambierebbero volentieri il device che hanno ammesso che quello nuovo abbia una buona configurazione hw ed un sistema operativo ottimizzato

  • dubbioso…

    …e notiamo che JB 4.1 e 4 volte più diffuso di 4.3.
    La tabella dice bene una cosa: i top di gamma Android sono 9,6%+2,5%= il 12,1% del totale. Un immagine poco lusinghera.dubbioso..

    • Ruppolo

      4.1, luglio 2012. La versione più diffusa di Android, in mano ad oltre un terzo degli utenti, risale a 1 anno e 8 mesi fa. Una versione che non offre alcuna difesa agli oltre 1 milione di malware circolanti (ora si può anche capire perché sono così tanti). Una debacle.

      • l’808 è un rutto

        ci vorrebbe una difesa anche dagli ignoranti. Ma vedo che non l’hanno trovata e continui a scrivere

    • Ciao

      Molto meno se consideri custom rom varie e Galaxy Nexus che monta 4.3. I top gamma attuali sono veramente pochi anche se in Italia siamo messi bene tutti hanno il cell all ultimo grido.

  • Antonio Argese

    A me android 4.4 è arrivato questa mattina :-D
    appena torno da scuola aggiorno il mio galaxy s4 :-D

  • s4

    Samsung galaxy s4 no brand aggiornamento arrivato da più di un’ora… svegliaaaaaa

  • C’è da dire anche che le differenze tra il 4.1 e il 404 sono davvero poche e praticamente non pubblicizzate.
    Il questo modo non si incentiva il passaggio

  • Angelo C.

    Ragazzi finalmente disponibile android 4.4.2 per galaxy s4 ita no brand. Disponibile su sammobile il firmware fnb8

  • Gianlu27

    Ovvio che inizio a sparire Gingerbrand e Ice cream.. Il problema è che Jelly Bean montato sugli entry level proprio non gira.. Gira bene ma appena inizi a far qualcosa va in crash.. P

    Comunque quel 25% di 2.3 e 4.0 è dato dai produttori visti che molti device “casualmente” non sono stati aggiornati a versioni più recenti di android, nonostante le caratteristiche lo avrebbero permesso.