Kingo: ecco un nuovo tool per eseguire il root di molti smartphone Android

29 ottobre 201321 commenti
Attualmente è molto semplice ottenere i permessi di root sui nostri smartphone Android, soprattutto grazie ai tanti tool che possiamo trovare sul web. Uno degli ultimi che ha incuriosito gli utenti è Kingo, un software compatibile attualmente solo con Windows, che con una semplice interfaccia riesce ad eseguire il root di molti smartphone Android.

Kingo è un software compatibile con PC Windows, molto semplice da utilizzare, permette di eseguire il root con un click di molti smartphone Android.

Gli smartphone compatibili con questo software sono moltissimi (poco più di 120), dai Nexus di Google agli smartphone Samsung, Sony, LG, HTC, Motorola ed anche Huawei.

La lista completa la trovate al seguente indirizzo e potrete effettuare il download del software tramite il sito ufficiale riportato in fonte.

 

  • Davide

    lg l9 p760 non c`é in lista .. uf

  • Ghigo65

    Su xda è stato tolto perchè in fase di setting copia i dati personali del device e li spara in rete.
    Esiste anche un thread in sezione note 3 in cui se ne parlava e che è stato chiuso.
    Attenti a quello che fate

    • dinoda

      Grazie per la dritta! :-)

    • sturalavandino

      Se la notizia che dici è vera, a mio modesto parere dovrebbe essere messa nell’articolo.

    • andrea fava

      quali dati personali? se fai il root togli la sim ripristini di default senza account ne password non metti il tuo nome e in rete ci spara sta mazza.

      • mikronimo

        Giustissimo, ma non tutti sono così smaliziati da pensare di fare una cosa del genere…

  • glesius

    ma come funziona sto kingo? per i permessi di root si deve sempre prima sbloccare il bootloader oppure funziona tipo come motochopper (dove non serve sbloccare il bootloader)?

  • http://www.nokioteca.net/home/forum/index.php/user/341480-rikkardo92/ Rikkardo92

    Prima nel titolo mettevate sempre “trapelato”, adesso cominciano tutti con “Ecco un..”

  • Mario

    Mantiene il firmware che abbiamo già? Cancella tutto?

  • Pingback: Kingo: ecco un nuovo tool per eseguire il root di molti smartphone Android | Crazyworlds

  • ale.gu

    Io lo sto usando…su note3 con bootloader bloccato e aggira knox lasciando in custom ma si dice abbia il difetto di avere all’interno qualcusa di sospetto che si fa gli affari nostri…libera scelta…i miei dati e quelli di Ghigo65 li ha…altre strade si possono trovare ma chissà quando

    • Ghigo65

      Di mio dovrebbe avere poco perchè ho fatto il root dopo un deep clean :D
      E dopo ho riflashato il firmware wipe con mobile odin… Come dici tu comunque il metodo funziona, é una scelta persobale.

      • M3r71n0

        A me darebbe fastidio che qualcuno avesse il mio numero di cell abbinato al mio IMEI (veramente anche se avesse solo il mio IMEI).

  • luca

    sul mio one aggiornato a 4.3 non funziona non si connette…

  • Pingback: Kingo: ecco un nuovo tool per eseguire il root di molti smartphone Android | News | Senza Limiti

  • daddy

    qui si parla dello smartphone modulabile creato da Motorola Project Ara http://www.dailyitalia.it/project-ara-il-motorola-che-si-compone-come-un-lego/

  • Pingback: Kingo: ecco un nuovo tool per eseguire il root di molti smartphone Android | Notizie, guide e news quotidiane!

  • carlomangano

    l9,s3 mini,optimus g questi sono obbligatori almeno questi bellissimo programma

  • R

    grazie al cazzo, ci sono tutti i vecchi htc, pure one s, one v, x ecc ma one sv no, proprio lui no perchè non è importante, è inutile… Cosa hanno fatto a fare questo terminale? non viene preso in considerazione, ma andate a fanculo

    • Antonio

      è meglio sempre comprare terminali diffusi e blasonati, almeno evitare quelli più oscuri e di nicchia. Questo non per moda da pecoroni,ma perchè sono più rodati, più smanettati, testati dagli esperti… ci sono più soluzioni, più supporto delle app, guide, modding e più accessori. Lo dico da possessore semi deluso di htc desire-z, trascurato, poco aggiornato, buggato e difficile da rootare da gingerbread.