Google I/O 2012: ecco i numeri record di Android e Play Store

28 giugno 20122 commenti
Durante il primo e lungo Keynote del celebre evento Google I/O 2012 il colosso di Mountain View ha deliziato gli occhi di tutti i presenti e degli utenti a casa con la presentazione della nuova distribuzione Android 4.1 Jelly Bean, il primo Nexus 7 (il tablet pure-Google realizzato da ASUS), il nuovo Nexus Q e tante nuove e grandi novità per Google+, Google Glass ed i tanti servizi del Play Store. Come durante ogni grande evento che si rispetti anche BigG ha iniziato la conferenza presentando a tutti i grandi numeri del nostro amato robottino verde e del Play Store.

I nuovi numeri della piattaforma Android e del suo store ufficiale di applicazioni, cioè il Play Store, sono enormi e rispetto allo scorso anno sono cresciuti.

A distanza di soli 4 anni dal lancio ufficiale della prima versione dell’Android Market, lo store ufficiale di applicazioni per il nostro amato robottino verde ha raggiunto la grande soglia di 600.000 apps con un numero di installazioni che si avvicina ai 20 miliardi.

I numeri del Play Store si avvicinano sempre di più a quelli del rivale App Store di Apple, che durante lo scorso WWDC 2012 ha comunicato di aver ufficialmente raggiunto la cifra di circa 30 miliardi di installazioni per oltre 650mila applicazioni.

Numeri molto vicini, da non trascurare che solamente alcuni anni fa il distacco del due market era enorme ed a favore del market di Cupertino.

Discorso analogo, per quanto riguarda il successo, per le attivazioni di device Android. Lo scorso anno Google durante l’omonimo evento comunicò di aver raggiunto la soglia di 100 milioni di attivazioni totali; quest’anno invece il traguardo è stato più che raddoppiato con ben 400 milioni di attivazioni totali e con 1 milione di nuovi device Android attivati ogni giorno (Apple può vantare ben 365 milioni d’unità vendute, ottimo risultato in virtù del fatto che il colosso di Cupertino vende esclusivamente un solo device con iOS differentemente da Google).

Ecco il simpatico video: