Facebook sta per introdurre i gruppi a pagamento

21 giugno 201810 commenti

"È gratis e lo sarà per sempre". Se questa frase è vera per quanto riguarda l'iscrizione a Facebook, presto non si potrà dire lo stesso di almeno una delle funzionalità del social network.

La società ha infatti annunciato sul proprio blog di voler offrire agli amministratori dei gruppi la possibilità di richiedere ai propri iscritti il pagamento di un canone mensile. Sembra potranno nascere gruppi interamente a pagamento oppure gruppi gratuiti che offrano la possibilità di sottoscrivere un abbonamento per accedere a contenuti esclusivi.

I prezzi partono da 4.99$ fino ad arrivare a 29.99$ al mese.

Questa novità è attualmente in fase di test. I primi gruppi che la vedranno implementata saranno quelli per genitori e quelli dedicati alla cucina e alla cura della casa.

La ragione è da ricercarsi nel fatto che, a detta di Facebook, gli amministratori dei gruppi dedicano molto tempo alla loro crescita e gestione e per questo motivo dovrebbero avere anche la possibilità di guadagnare qualcosa da essi. Guadagni che potrebbero essere investiti per creare contenuti di maggior qualità oppure per organizzare incontri o eventi esclusivi per i propri iscritti.

Allo stato attuale sembra che la società di Mark Zuckerberg non tratterrà una percentuale su questi ricavi, anche se potrebbe seriamente pensarci qualora i gruppi “premium” dovessero avere successo tra gli utenti.

Loading...
  • ferragno

    hahahahahah_respiro_hahahahahaha_respiro_hahahahahaha

  • 🏖️

  • Ernesto Che Cagnara

    Vado a puttane piuttosto

    • Luca Bussola

      Giuro che sto facendo fatica a non ridere che sono in ufficio con il capo.

  • jcrtron

    Al massimo penso sia utile poter creare una pagina (per esempio di un giornale) che faccia pagare un abbonamento mensile invece di aprire un proprio sito. Non so che tipo di “servizio” possa offrire un gruppo a pagamento…

    • Luca Bussola

      La vedo pure io così… pagare per pagine che offrono un VERO servizio (informazione, attualità, musica, video, ecc…) ci può anche stare ma solo se è un vero servizio efficente. Un quotidiano su facebook per esempio non sarebbe male come idea.

  • Omar

    Come no, sto già mettendo i soldi da parte

  • Doc74

    in realtà può avere un senso , in questo modo posso nascere gruppi finalizzati a “vendere” un qualche tipo di servizio

  • Massimo Cecchini

    Parecchia gente si defilerà da facebook alla svelta ahahahaha!

  • vios

    ho chiuso con Facebook , non c’è niente di buono ,cancellato l’account sto una meraviglia , le notizie lego da altri fonti