Hackborn: “Chiariamo il concetto di accelerazione hardware in ICS”

7 dicembre 201115 commenti

Non contenta della molto disinformazione che troviamo sull'informazione del web, Dianne Hackborn, ingegnere di Android per Google, ha deciso di fornire una spiegazione completa a tutti gli utenti, tramite Google+, sul concetto di accelerazione hardware, la grafica ed il rendering del nuovo sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich. La Hackborn inizia l'intervento sottolineando il fatto che Android ha utilizzato fin dai suoi primi giorni una qualunque forma di accelerazione hardware, ma forse in modo sbagliato, inefficiente.

Come detto precedentemente, anche le versioni Android precedenti ad Ice Cream Sandwich godevano di una sorta di accelerazione hardware, grafica e rendering che hanno, a volte, deluso l’utente.

Negli Android precedenti i processi grafici, quali rendering di applicazioni e tanto altro, venivano svolti dalla CPU stessa, la quale a volte, qualora non fosse stata potente, avrebbe potuto rallentare il tempo d’esecuzione delle operazioni. Ciò in Ice cream Sandwich non accade perchè i processi vengono suddivisi, quelli che una volta venivano svolti solamente dalla CPU adesso sono eseguiti dalla GPU, in modo tale da liberare la CPU per operazioni molto più importanti.

Il peso di tutte le operazioni sul processore non si ripercuoteranno sull’elaborazione di dati e sul rendering dei software dei nostri smartphone o tablet se la CPU è sufficientemente veloce, per questo con Froyo o Gingerbread non sentivamo la mancanza dell’accelerazione hardware.

La divisione della gestione dei processi tra GPU e CPU, e così anche l’accelerazione hardware, è avvenuta per la prima volta in Android 3.0 Honeycomb, e nell’ultimo sistema operativo di Google ciò non è stato cambiato molto. Infatti è stata solamente aggiunta nelle impostazioni di default la possibilità che le applicazioni sviluppate recentemente abbiano automaticamente attivata l’accelerazione hardware.

In poche parole il vero cambiamento l’abbiamo avuto con Honeycomb ed in Ice Cream Sandwich abbiamo avuto solo un netto miglioramento di questa funzione che aumenta la fluidità e la velocità del sistema operativo, la quale non sarà un’esclusiva del Galaxy Nexus, ma sarà disponibile in molti altri smartphone che troviamo nei nostri mercati, solamente dopo l’aggiornamento al nuovo OS di Google.

Per maggiori informazioni potrete consultare l’intero post della Hackborn a quest’indirizzo.

 

Via

Loading...
  • consiglio di leggersi il post originale

  • androidguy

    consiglio anche questo post di risposta: 
    https://plus.google.com/100838276097451809262/posts/VDkV9XaJRGS

  • G Dragon

    ma io non ho capito. Il geniaccio google dice che in questo modo la GPU avrà un ruolo fondamentale. Nel post originale fa un confronto addirittura con Tegra 2. 
    E infine parla del S2 che rispetto al Nexus  ha una risoluzione del display molto più bassa e quindi avrà prestazioni migliori.
    E poi sul Nexus mettono una GPU vecchia e stravecchia.
    BAH

    • Anonimo

      Vecchia e stravecchia forse, poco performante non è legato, in quanto hanno cambiato il processo produttivo rispetto al nexus s… e viaggia al doppio di frequenza e avendo driver uguali…

      Quindi un bel vantaggio ! Senza perdere molto dai rivali che hanno gpu più nuove ma con processo produttivo più vecchiotto… quindi niente frequenze esagerate…

      Se hanno fatto quella scelta un motivo c’è, che sia condividibile o meno è un’altra storia

      • G Dragon

        si ma dai test fatti risulta che mali 400 la gpu dell’S2 sia di parecchio più performante rispetto a quella del galaxy nexus.

        • Filippo Venuti

          Sarà ma io, come credo il 90% degli user, non ho praticamente mai usato giochi 3d.

          Stiamo sempre parlando di dispositivi mobile, che non hanno, imho, come primo obbiettivo quello di essere console portatili.

          Dalla mia poca esperienza cmq, il telefono “google” non è mai stato un top di gamma. E’ un modo come un altro per rendere ben chiari le specifiche “minime” verso cui google guarda sviluppando Android.

  • Stefano Izzo

    Però mi rimane il dubbio: com’è possibile che esistano giochi come ad esempio quelli della Gameloft, che hanno una grafica 3d e non scattano e che per ora (a quanto detto) non usano l’accelerazione hardware?
    I launcher, che sono 4 icone in croce scattano, i giochi in 3d molto meno…
    E poi io sapevo che Opera mini per velocizzare il caricamento delle pagine web utilizzasse la gpu!

    • G Dragon

      la usano, la usano. Sono studiati a posta per utilizzarla. 

      • Stefano Izzo

         Allora di cosa stiamo parlando se già su Gingerbread abbiamo applicazioni con l’accelerazione hardware?

        • G Dragon

          credo solo del normale OS. prima l’Os utilizzava la CPU ora la GPU. 
          le app gameloft hanno sempre utilizzato la GPU è impensabile che utilizzassero solo la CPU. Sicuramente integravano uno script che abilitasse la GPU.
          infatti non tutte le app(e giochi) godono di accelerazione Hardware. Ma quelli gameloft sicuramente si visto che consigliano proprio una Gpu potente. 

          Con questo cambiamento l’Os sarà semplicemente più reattivo. E avrà la cpu più libera.

          • Stefano Izzo

            No, ho indagato: i giochi gameloft utilizzano l’accelerazione hardware perché sfruttano le librerie OpenGL!

          • Anonimo

            Android supporta che opengl (ci mancherebbe altro) che usano la gpu, ovviamente. Però le azioni dell launcher, del browser, dello scrolling, ecc, venivano gestite solo via cpu. Con ics (o con versioni di android modificate come quella del galaxy s2) invece la gpu lavora molto di più.

  • Pippo
  • Donato

    Scusatemi non capisco ho letto un po ma l’inglese non è il mio forte! Mi è parso di capire che adesso a causa di istruzioni mancanti nel Tegra 2 questa CPU (la mia per altro) sia diventata una schifezza o cosa? ho letto obsoleto e non capisco a prestazioni cosa devo apsettarmi. A mio avviso HC e drivers del Tegra2 sono stati un po tirati via e confidavo che ICS avrebbe riequlibrat il discorso! 

  • Pingback: Andrew Munn: perchè Android è meno fluido di iOS? – Androidiani « Androidiani.com()