Huawei P20 Pro ufficiale: 3 fotocamere, Intelligenza Artificiale e Notch

27 marzo 201831 commenti

Dopo mesi di indiscrezioni finalmente ci siamo: Sono stati appena presentati a Parigi i nuovi top di gamma Huawei P20 e Huawei P20 Pro.

Huawei P20 Pro

La scocca dello smartphone è realizzata in vetro e alluminio. Sulla parte frontale troviamo un display 6.1″ OLED, che si caratterizza per la presenza del notch. Il rapporto d’aspetto del pannello è pari a 18.7:9, con risoluzione 2240×1080. Quanto allo spessore, P20 Pro con i suoi 7.8mm batte anche il Galaxy S9 (8.5mm), che monta anche una batteria più piccola.

Sotto la scocca di Huawei P20 Pro troviamo un processore Kirin 970 con NPU (Neural Processing Unit). La frequenza dei primi 4 core è pari a 1.8GHz, mentre i restanti 4 sono cloccati a 2.36GHz. La memoria RAM ammonta a 6GB, e la memoria interna a 128GB non espandibili. La capienza della batteria è pari a 4000mAh.

Manca l’ingresso per il jack da 3.5mm, ma, a differenza del fratello minore, è presente la certificazione IP67.

Oltre al lettore di impronte, situato sotto il display, il device supporta il Face Unlock, che anche al buio consente uno sblocco il 100% più veloce rispetto ad iPhone X e Galaxy S9+

Fiore all’occhiello di Huawei P20 Pro è però la tripla fotocamera con ottica Leica.

Il primo sensore è un teleobiettivo da 8MP, il secondo è RGB da 40MP, mentre il terzo è B/N con una risoluzione di 20MP e la foto finale risulterà da 10MP. P20 Pro presenta una ISO pari a 102400, la più alta mai vista su uno smartphone.

Sono presenti un sensore in grado di rilevare la temperatura dei colori, l’autofocus laser, lo zoom ibrido 5x e il doppio flash LED DuoTone.

Huawei ha puntato molto sul comparto fotografico nella realizzazione di questo device, implementandovi diverse interessanti funzioni che vi andremo ad elencare.

Innanzitutto troviamo la tecnologia Light Fusion, in grado di catturare una quantità di luce molto maggiore rispetto ad una fotocamera standard. Questo è possibile riunendo 4 pixel del medesimo colore in uno solo delle dimensioni di 2 micron. Dunque da 4 pixel rossi ne verrà generato uno solo di colore rosso, da 4 verdi uno verde e da 4 blu uno solo blu.

Altra novità interessante è il 4D predictive focus, che muove continuamente la messa a fuoco qualora il soggetto inquadrato fosse in movimento, come ad esempio un fiore mosso dal vento.

È inoltre possibile la registrazione di video in super slow motion @960 FPS a 720p.

Con una doppia pressione sul tasto di accensione a dispositivo bloccato, poi, basteranno solo 0.3 secondi per aprire la fotocamera ed essere pronti a scattare una foto.

Ma non è finita qui: Huawei ha molto insistito sulla sua nuova intelligenza artificiale, che supporterà l’utente durante ogni scatto.

L’interfaccia della fotocamera è in grado di riconoscere ogni scenario (come Huawei Mate 10 Pro), mostrerà al bisogno la linea guida dell’orizzonte e, in caso di una foto di gruppo, è in grado di delimitare con un rettangolo la zona più adatta per mettersi in posa. 

Inoltre la nuova AIS (AI Image Stabilization) consente di scattare una foto senza l’ausilio di un treppiede fino a 8 secondi senza che questa risulti mossa.

L’azienda ha tenuto a rimarcare come la fotocamera di Huawei P20 Pro abbia battuto tutti i principali concorrenti nell’ambito dei benchmark di DxOMark:

La galleria intelligente, inoltre, supporta fino a 100 diverse categorie tra le quali inserire e successivamente ricercare le nostre foto.

Huawei P20 Pro avrà a bordo la EMUI 8.1 basata su Android 8.1 Oreo. L’interfaccia proprietaria di Huawei è profondamente integrata con Google Assistant, tramite il quale potremo comandare la fotocamera e a cui potremo chiedere di mostrarci tutte le nuove funzioni del device:

Lo smartphone sarà in vendita nelle colorazioni Nera, Midnight Blue e Twilight al prezzo di 899€.

Vi proponiamo un nostro breve video hands on:

Huawei P20

Anche il secondo flagship di Huawei è avvolto in una scocca in vetro e alluminio. Presenta un display LCD da 5.8″ FHD+ con l’inconsueto rapporto d’aspetto di 18.7:9 dovuto alla presenza del notch e risoluzione 2240×1080. Pesa 165g e le sue dimensioni sono 149x71x7.65mm.

Sotto la scocca troviamo un processore Kirin 970 a otto core con NPU, accompagnato da 4GB di memoria RAM 128GB di memoria interna non espandibile, mentre la capienza della batteria è pari a 3400mAh. Mancano all’appello ingresso jack da 3.5mm e certificazione IP67.

Sul retro del dispositivo troviamo una doppia fotocamera Leica. Il primo sensore, da 20MP, è monocromatico con apertura f/1.6, mentre il secondo è un RGB da 12MP con apertura f/1.8 autofocus laser. Con questo hardware sarà possibile registrare video in 4K e in super slow motion a @960fps 720p. La fotocamera frontale presenta invece un unico sensore da 24MP con apertura f/2.0 e tecnologia Light Fusion. La dimensione dei pixel risulta più grande del 22% rispetto al Galasxy S9 e del 61% rispetto ad iPHone X.

A bordo troviamo l’ultima versione dell’interfaccia proprietaria di Huawei, la EMUI 8.1 basata su Android 8.1 Oreo.

Non mancano il supporto alla connettività 4G LTE fino a 1.2Gbps, WiFi 802.11ac, chip NFC e Bluetooth 4.2. Assente, purtroppo, la certificazione IP67.

Huawei P20 sarà disponibile a 679€ nelle colorazioni nera e blu.

Di seguito l’intera gamma P20 nell’ordine: P20, P20 Lite e P20 Pro.

 

Loading...
  • Massimo G

    Tanta carne al fuoco.. e poi, abbandonato dopo meno di 1 anno con un SoC chiuso e nato morto..

    • omniapp

      Perché abbandonato? Sul mio Honor 8 (suona romanzesco, un po’ come “sul mio onore”) arriva ogni mese la patch di sicurezza Google, e a maggio arriva Oreo. Ed è 2016. Nin mi sembra ci sia da lamentarsi. No modding? Se ne può fare anche a meno. Non ti piace la Emui? Pigliati un Galaxy, ma poi non ti lamentare.

      • Massimo G

        Abbandonato è un termine magari duro, ma è il trend che tutti seguono, sia esso un Top, sia un low cost. A nessuna azienda interessa aggiornare dispositivi vecchi…. cercano di spingere le vendite del nuovo.. Honor e Huawei sono pressochè la stessa cosa, Honor 8, se preso Brand, probabilmente non avrà la stessa sicurezza di ricevere Oreo (che alla fine non sarebbe nemmeno un problema, visto che sui top di gamma aggiornati ad esso, si è assistito ad una moria di batterie da far paura.. gente che ha perso il 50% di autonomia e che rimpiange Nougat).. la EMUI non mi piace, come non mi piacciono moltre altre Fork.. nemmeno la MIUi di Xiomi (ho MI6) mi piace, ma con il modding pongo rimedio ed in modo molto soddisfacente..

        • teob

          Se preso brand e non hai aggiornamento la colpa è solo del brand… Puoi cmq sbrandizzare …. Un telefono del 2016 con oreo è da applausi

  • eric

    …il notch più il tasto impronta frontale lo rendono esteticamente il più brutto dell’anno

    • Massimo G

      Quello è una feature.. hanno fatto il design simmetrico, piazzola per il notch identica o quasi a quella dell’impronta..

      • eric

        ?????
        che tipo di feature è…..esteticamente rimane “oscena” come il notch

    • Ice Queen

      Una sola parola “scaffale“come tuttii gli Huawei!

      • eric

        …io li salvo per una cosa (nei top)…..la ricezione impeccabile….per il resto no ;)
        gli scaffali preferisco riempirli così…………………………….. ;p
        https://uploads.disquscdn.com/images/02685c0a0e2da225813625040839f5e607569c5e2bb5e99b77f60393d9567407.jpg

        • Ice Queen

          Ricezione impeccabile?Ma lo sai che hanno il Sar insieme a Xiaomi più alto?
          Attento che,con tutta quella Nutella finisci in ospedale e ti ci porta comatrix in ambulanza!🤣🤣🤣
          P.s:ne ho mangiata troppa da bambina,mi viene la🤢solo a vederla!

          • eric

            …si…vero….ma già dai tempi dello Startac compravo prima le cuffie del cellulare ;)
            resta comunque il fatto che il modulo, le antenne ed il sistema di riduzione del rumore li rendono, probabilmente, i migliori in questo reparto
            PS: sono secoli che non tocco nutella….però mi piace guardare i barattoloni al supermarket … mi ricordano bimbi felici ;)

          • Ice Queen

            Ma,nella confezione di vendita del Motorola StarTac(quella era la vera azienda)non c’erano gli auricolari mono?

          • eric

            ….no….presi uno dei primissimi modelli e non li davano
            tra l’altro ad oltre 2 milioni di lire :(

          • Ice Queen

            Avevi,lo StarTac 75?Guarda che conosco i prezzi dei cellulari di un tempo,al contrario di comatrix che nonostante le sue mirabolanti filippiche,non sa niente di niente!😊

          • eric

            …mi pare fosse il 70 ,,,, quello a led rossi …. poi, all’epoca, non mi facevo mancare nulla e presi addirittura il rainbow ;-)
            …tuttavia quello che ho più amato fu un Panasonic che aveva la particolarità di avere sul retro il display (grande per l’epoca) e la tastiera mentre la “cornetta” d’ascolto era sul lato opposto …. insomma quando era illuminato, tasti compresi, in conversazione non passavi inosservato ;0

          • Ice Queen

            Ho capito adesso,avevi lo StarTac ETACS del 1996,cavolo se costava quello!
            Il mio primo cellulare é stato l’Ericsson TF768,non so se ricordi il Sony Z1 quello che aveva il braccetto e la rotellina per muoversi nel menù!

          • eric

            …altrochè se mi ricordo il TF768 ;))
            per me il primo Ericsson invece fu il T28

          • Ice Queen

            L’Ericsson T28S,invece per me fu il secondo cellulare che ho avuto!

          • teob

            Quel Sony era favolosooooo me lo sono goduto un casino

          • teob

            Il modello 75 aveva lo schermo verde … Il mio primo telefono aziendale … Pessimo e scomodissimo non potevi accedere alla rubrica per gli sms.
            Quello a schermo rosso era il 6000

          • Ice Queen

            Motorola StarTac ETACS aveva lo schermo a led rossi come sopracitato!

          • teob

            Attenzione c era un etacs anche con lcd …
            L unico veramente usabile era il 130

          • Ice Queen
          • teob

            E ti ricordi i maledetti startac che per mandare un sms non potevi accedere alla rubrica e dovevi ricordarlo a memoria …. Che casino come telefono aziendale. Per fortuna ai tempi l agenda era cartacea

          • eric

            vero! ;)

  • target33

    Questo qua ha spazzato via Galaxy S9+ (che era la camera top di gamma) di 10 punti.. può piacere o non piacere ma a livello camera han fatto un lavoro mostruoso

  • Andrea Martini

    Complimenti Huawei….ma personalmente non digerisco quel notch….

  • Salvatore

    Ottimo sotto il cofano certamente ma la carrozzeria lascia a desiderare .. Che senso ha mettere il not che per aumentare di un niente la superficie del display quando poi sotto lasci la banda del tasto fisico . .A questi nemmeno Apple ci era arrivata . Per il retro sinceramente trovo più bello e anche più intelligente mettere le fotocamere al centro dello smartphone in maniera simmetrica . È non in un angolo 3 fotocamere e poi tutto il resto vuoto

  • Gianpaolo

    Qualcuno che mi spiega in cosa consiste questa intelligenza artificiale così tanto pubblicizzata? E cosa fa esattamente?

  • ILCONDOTTIERO

    La fotocamera da 40 mpx , incredibile sono arrivati prima di Nokia su Android .

  • Max 137

    NO jack 3.5 NO party