Il CEO di BlackBerry è convinto che entro 5 anni i tablet diventeranno inutili

1 maggio 201350 commenti
Thorsten Heins, il CEO di BlackBerry, è stato recentemente intervistato da Bloomberg in merito alle buone vendite del nuovo Q10. Tralasciando la parte relativa al device di RIM, interessanti affermazioni sono state registrate in merito al segmento tablet.

L’azienda canadese sembra essere tutt’altro che favorevole allo sviluppo e commercializzazione di dispositivi da 7 o 10 pollici, anzi è convinta che diventeranno inutili in breve tempo. Di seguito quanto affermato da Heins:

In cinque anni i tablet diventeranno inutili. Forse avremo grandi schermi su cui lavorare, ma il mondo dei tablet non è un buon modello di business

Le motivazioni di simili affermazioni potrebbero essere molteplici, ma è doveroso ricordare la cattiva esperienza che l’azienda ha avuto in passato con i tablet. A causa dei Playbook l’ex RIM ha perso nel corso del 2011 oltre 485 milioni di dollari, dando inizio ad un declino che ancora oggi non sono riusciti ad arrestare.

Heins, quasi sicuramente, è rimasto provato dalla brutta caduta, e le sue affermazioni potrebbero essere dovute da questo; ma dall’essere delusi al sostenere che il settore è in via di disfacimento c’è davvero una grande differenza. I numeri parlano chiaro, Apple sta vendendo sempre più iPad in ogni trimestre, i tablet Android crescono a vista d’occhio ed i tablet Windows 8 sono cresciuti del 7,5% negli ultimi tre mesi.

Il declino, adesso, proprio non riusciamo a prevederlo.

  • Anello di Giada

    Ecco … ma perchè non imparano a tacere …. fanno più bella figura… va bene essere aziendalisti … ma fare la figura degli idioti …. bah

  • Kubukurin

    Ed ha pienamente ragione. Il tablet come concepito ora (in primis l’iPad) è una macchina stupida, inutile è mal concepita. Chiunque dice che sostituiranno i PC sta insultando i PC e dimostra di non capire una beneamata minchia di tecnologia.

    Quelli con Windows 8 sì che sono tablet, sono maneggevoli come quelli della Mela e di Google MA dentro hanno un vero sistema operativo che non li rende semplicemente degli smartphone giganti.
    Appena la gente comincerà ad accorgersene i prezzi dei tablet/pc/ibridi con Windows 8 si abbasseranno potremmo muovere verso l’era del post-pc.

    • domilanci

      Quoto tutto quello che hai detto

    • Lorenzo

      Vero, vero.

      Attualmente i tablet non sono altro che smartphone con il display più grande, zero valore aggiunto e zero funzionalità evolute rispetto ad uno smartphone con pari OS.

      Personalmente W8 non mi ha ancora convinto, anche se spero in una rivalsa di Android anche lato “produttività”.

      • Luke_Friedman

        Windows 8 trova il suo completo utilizzo sui tablet (facendo il suo lavoro perfettamente), peccato che sappia lavorare bene solo su quello!

        • Lorenzo

          Non ho avuto modo di provarlo assiduamente ma credo sia probabile, dato che su PC ancora non mi ha convinto per niente.

          Nell’uso quotidiano da tecnico/programmatore non ho trovato una funzione che una che possa migliorare l’esperienza di utilizzo..!
          Solo inutili orpelli più fastidiosi che alto..

      • af

        > zero valore aggiunto

        Lo schermo da 10”?

    • http://www.facebook.com/profile.php?id=100001438895810 Giorgio Zaffobaffo

      ti dò ragione ma secondo me per alcuni utilizzi va bene anche il tablet attuale, soprattutto il prezzo è la grande discriminatoria.

    • Luke_Friedman

      Già, hai ragionissima, ma non appoggio la decisione di RIM.
      Nel senso che comunque ora come ora i tablet vendono, perché non farne uno?

    • dario

      E dunque? Quelli con w8 non sono forse tablet? Tu stesso dici che come abbasseranno i prezzi entreremo nell’era post pc, che dunque sarà eominata dai tablet, e dai ragione alla bizzarra previsione vhe entro 5 anni scompariranno? convinto tu e convinto lui convinti tutti!

    • Asdamp

      ma anche un tablet w8 non è in grado di far girare classiche applicazioni desktop. Tablet windows 8 fanno funzionare semplicemente applicazioni modern. Il probema dei tablet non è tanto il android o iOS o windows. Il problema è la scarsità di applicazioni serie, per professionisti. La vera problematica è la transizione x86–>ARM che non permette una facile portabilità dei programmi, in generale. Ma gli ARM sono molto probabilmente il futuro. E se cominciassero ad uscire PC con processore ARM, beh allora i tablet acquisterebbero un’importanza fondamentale

      • koko

        Finalmente leggo una cosa sensata su questo blog. Hai esattamente centrato il problema.

      • koko

        Finalmente leggo una cosa sensata su questo blog. Hai esattamente centrato il problema.

      • mr verdicchio

        Tutto vero.
        Però molti di quelli che oggi comprano un pc, ci fanno cose che potrebbero fare con un tab, magari con schermo da 13″, grande cioè come mac air.
        Il pc resterà per chi ne fa usi professionali.
        La previsione del ceo bb è la previsione di un ceo di un’azienda alla canna del gas…
        Sbagliata, come le scelte della bb negli ultimi anni

      • DS197

        ci sono tablet w8 arm (surface) ma anche in X86 , che permettono di far girare programmi .exe , esempio il surface pro , che ha un i5

        • Asdamp

          parlando di trasformabili o tablet x86 ne uscirebbe una discussione infinita. Comunque per me i tablet x86 si allontanano molto da quello che è inteso come tablet. Purtroppo si sa, gli x86 non garantiscono buona autonomia, e per arrivare a qualche ora bisogna downclockarli pesantemente. Quindi nonostante sia in grado teoricamente di avviare qualsiasi applicazione x86 non riuscirebbe a reggere nessuna applicazione professionale, o comunque, non per molto tempo. Anche io sono sempre stato tentato da tablet x86, ma hanno troppi difetti, insormontabili. Solo una nuova architettura come ARM può farcela nel mercato dei dispositivi mobili. Quindi per ora i tablet rimangano semplicemente dei comodi oggetti che semplificano il quotidiano utilizzo del pc. Il tablet non sparirà mai, ma non lo farò nemmeno il pc.

      • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

        Di applicazioni serie e professionali c’è ne sono tantissime invece, almeno per iOS, android non l’ho e non posso esprimermi. Tra l’altro l’affidabilità e la stabilità del mio iPad mi ha convinto a poterlo usare come controller dmx cosa che non ho mai fatto col pc per paura di avere crash di sistema nel bel mezzo di uno spettacolo oltre al fatto che non giustifico più i tempi di avvio di un computer. In ambito musicale la lista si estende di molto, ormai il mio expander di suoni è l’ipad con app quali iPiano, sunrizer, ed altri… Lo uso anche per un’altra mia passione, l’astronomia…. Inutile dire che i miei spreadsheet sono tutti su ipad… Guarda salto perché ne ho altri mille di esempi concludo con l’uso che ne faccio come telecomando universale IR… Vedi tu… Pensare ad una portabilità di programmi da os come windows sui tablet mi lascia intendere che il tuo modo di pensare è vecchio. Windows è un os davvero datato buono per concept hardware datato come quello dei pc, credimi, in estinzione a breve almeno nella forma con cui li conosciamo oggi.

        • cuccuruccu

          A livello di uso domestico e personale puoi avere ragione. A livello aziendale, poni la classica azienda media italiana con i suoi 15-20 server virtuali/fisici e i suoi 200 pc client e vari devices di rete, il sistema inutile diventa l’ipad. non ci fai niente se non leggere la posta e pochissimo altro. e soprattutto non è controllabile dagli amministratori di rete, niente dominio, active directory, policy, utenze, credenziali, restrizioni, niente integrazione con nulla. allora windows server (2012) e client (8) creano un ambiente integrato, gestibile e flessibile che funziona davvero bene e tutt’altro che in estinzione. Con buona pace dei tablet (esclusi gli x86 con sistema pro).

          • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

            Secondo me è solo questione di tempo. Già ci sono realtà in cui tablet e smartphone sono stati integrati nelle aziende con buona pace dei pc.

    • never8

      Per me ha pienamente torto. Anzitutto è il CEO di un azienda che lotta per non morire, il che vuol dire che nel capire il futuro e nel fare scelte giuste non sono proprio dei campioni. Poi è una questione di mercati. Una infinità di gente è non professionale e il tablet a casa per navigare, postare su facebook e altre attività di questo genere è molto più comodo. Sul divano, sulla tazza del bagno, in giardino … Ed è un mercato grosso con gente che si sta abituando a questo sistema perchè passa tutto il giorno con il loro smartphone e nel tablet il fatto che è uno smartphone più grosso non è un difetto ma un valore aggiunto. Per il mercato professionale poi si va sempre più sul cloud che continua a fare passi da gigante sempre più grandi e anche qui le possibilità di penetrazione sono forti. Direi che i tablet hanno una buona prospettiva.

  • maximonet

    Rettifico la notizia:

    Il CEO di BlackBerry è convinto che entro 5 anni diventeranno inutili……

    Però potrebbero non avere del tutto torto, viste le dimensioni sempre più da tablet degli smartphone. Tra qualche anno con smartphone da 7″ e passa in tasca i tablet senza 3g e funzioni telefoniche potrebbero non interessare più.

  • Tatanka95

    Io credo che il Blackberry sia tuttora come tra 5 anni INUTILE

    • Gerry

      Ricordo a tutti che quello che state usando adesso è stato inventato da Blackberry e che sulla mail sono sempre stati i migliori. Che adesso siano in declino per evidenti scelte sbagliate, è fuori da ogni dubbio…

      • Mr loff-loffa

        Strano, usavo la Mail push sul mio p800 quando bb stava muovendo i primi passi

      • Mr loff-loffa

        Strano, usavo la Mail push sul mio p800 quando bb stava muovendo i primi passi

  • alexpy

    I tablet scompariranno ma perchè il mondo tecnologico si aggiorna

  • bb

    si e vero perche saranno gli smartphone ad essere tablet

  • marcovix

    Quando la volpe non arriva all’uva dice che tanto non è buona..

  • Alessandro Tinacci

    Effettivamente i tablet sembrano solo degli smartphone più grandi, spesso con il solo wi-fi a supportare una connessione. Per adesso effettivamente sembrano inutli per chi ha già uno smartphone, anche solo di fascia medio/alta. Leggo molte critiche su W8 su pc…beh io devo dire che noto una velocità in accensione sconosciuta anche al predecessore W7, figuriamoci a Vista ed agli altri, basta ed avanza questo perché sia contentissimo di averne acquistato una copia a soli 70 €.

  • Il gelataio

    Tablet e PC non saranno mai la stessa cosa…
    Se il PC si usa per vedere i film, sentire la musica, giocare e fare navigazione WEB…beh allora la macchina giusta potrebbe essere il tablet, nel senso che il tablet riesce a fare queste cose abbastanza bene, in mobilità e con un costo di acquisto contenuto (non sempre!).
    Se invece si vuole utilizzare una macchina completa e professionale con ottima potenza di calcolo e con TASTIERA e MOUSE… l’unica strada è il PC.
    Vorrei vedere chiunque scrivere pagine e pagine di word utilizzando un tablet o uno di quei ridicoli programmi di editing del mondo APP.
    Vorrei vedere sviluppare codice 12 ore al giorno su un tablet o fare una miriade di altre cose…

    Il tablet è divertente perchè in 2 secondi sei su internet e acquisti il biglietto aereo, fai l’asta ebay, la ricerca su wiki… il PC è un’altra cosa.
    Il problema è che nl passato esistevano solo i PC…per cui anche per fare queste facilicose l’utente era costretto ad acquistare una macchina sovradimensionata!

    I PC si ridurranno perchè saranno sempre + utilizzati per la sfera professionale…i tablet per muldimedialità e divertimento!

    • belual

      Insomma giocare…..mai visto un gioco serio su tablet,vorrei proprio vedere se un tablet e in gradi di far girare un gear of war3 o un gta5….attualmente i gioki x tablet o dispositivi mobili fanno leggermente cagare

    • Luca Cecchetto

      Ti assicuro che i tablet sono ottimi per il lavoro d’ufficio anche in mobilità… La tastiera wireless la puoi sempre mettere..
      Inoltre penso sia un po finita l’era del PC che accendi per usare paint o facebook soltanto.. Il tablet è molto più comodo per inviare ricevere mail e allegati.. Per la condivisione in generale.. Per un lavoro d’ufficio generico.. Non va bene per i programmi CAD e photoshop che diciamoci la verità.. Tutti forse hanno ma quelli che poi lo sanno usare veramente sono in pochi.. Se devi fare fotoritocco base i tablet son perfetti.. Sopratutto nello store trovi già tutto.. Potrei usarlo anche come navigatore ma uso lo smartphone..
      Ci sono cose dove ancora il PC è necessario e io stesso mi ritrovo ad usarlo.. Ma il futuro di certo non sono i PC (o MC) e neanche secondo me gli ibridi di w8.. Secondo me il PC rimarrà come macchina da lavoro in postazioni desktop grandi e tablet (visto che gli smartphone tendono a ingrandirsi in modo esagerato) per interagire con ciò che ti circonda.. Hai bisogno di usare photoshop e hai il PC a casa? Con l’lte e teamviewer non sarà certo un problema.
      Il mio tablet riconosce la canzone che ascolto, ciò che fotografo.. Mi fa da tastierino MIDI’ mi fa da giornale e telegiornale telecomando tv.. CAD e photoshop sono strumenti di lavoro e quindi sono necessario al 3% della popolazione mondiale,, poi se mi dite che avete craccato photoshop per giocare un po..

      • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

        A proposito di photoshop e programmi di grafica in generale…

        https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1385357651472&l=bec6e4ca89

        Fatto con un iphone 4 e il suo schermetto :) dal sottoscritto

        • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

          Così non serve aprire il link…

          • trico

            e infatti lascia il tempo che trova

          • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

            Non sono un pittore, era solo per lasciar intendere che già è possibile esprimersi attraverso questa forma d’arte usando un dito ed uno smartphone con uno schermo piccolo, figuriamoci chi è del mestiere e sfrutta un tablet. Se il soggetto piaccia o meno è un altro discorso.

          • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

            Forse questo esempio ti sarà più chiaro

            http://www.youtube.com/watch?v=cAdg4kQ3a2Y&sns=em

  • Pingback: Il CEO di BlackBerry è convinto che entro 5 anni i tablet diventeranno inutili | Notizie, guide e news quotidiane!

  • piotr

    Ma cosa dite? Smartphone e tablet uguali? Io che uso ipad anche per leggere i quotidiani impazzirei su uno smartphone e lo dico con cognizione di causa in quanto uso galaxy note 2…

  • italba

    Permettetemi di dissentire. I tablet e gli smartphone sono due cose diverse, e vanno usati per cose diverse. Sarebbe come dire che la carta deve essere tutta dello stesso formato, invece ci sono taccuini, quaderni, quadernoni, blocchi da disegno. Avete mai provato a leggere un e-book su uno smartphone? O a telefonare con un tablet da 10″? Lasciamo perdere quei mattacchioni che adoperano il tablet per fotografare, e quelli che girano su internet con un pc da 3000€, quelli sono casi patologici. Quando arriveranno delle app serie su android e su ios, i tablet avranno tutte le possibilità di sostituire i notebook. Le prestazioni dei processori e la capacità di memoria dei tablet attuali sono superiori a quelle di un pc portatile di 10 anni fa, ed il sistema operativo non è che sia peggiore.

    • belial

      Quindi un portatile attuale è più avanti di 10anni di un tablet di oggi………..

      • italba

        10 anni fa cosa facevi con il computer (ammesso che non fosse il Clementoni?) E cosa ci fai oggi? Sicuro che ti serve il top dell’ultranetbook per quello che devi fare? E ti rendi conto che al 99% degli utenti un pc di 10 anni fa andrebbe più che bene?

  • Gianluca

    Detto da chi ha fatto un dispositivo che era penoso anche solo per gestire le email… si capisce perché sia una azienda in declino. Che sia un manager con una vision pessima lo provano i fatti.

  • jeeg

    I loro tablet e smartphone sono obsoleti già da anni pensassero a rinnovarsi più che sputare sentenze…

  • marco88

    Il ceo di bb ha pienamente regione e la sua azienda naviga in unn mare d’oro

  • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

    Ah, ora capisco perché stanno fallendo… Mi ricorda alcune dichiarazioni di qualche tempo fa di qualche dirigente Nokia che diceva che i processori multicore sui dispositivi mobili erano inutili… Pensare che al tempo la diffusione su larga scala degli smartphone fu merito proprio della Nokia…

    • teo

      Guarda una parte di ragione ce l ha! Sarebbe meglio avere un os ènello e leggero che 4core è 2gb di RAM per far girare un os su un telefono

      • http://www.facebook.com/massimo.parisi.566 Massimo Parisi

        Appunto, i sistemi operativi microsoft per pc e tutta l’architettura software sono una zavorra per l’hardware che di suo non brilla più in innovazione. Nella maggior oarte dei commenti si faceva riferimento a possibili tablet che si avvicinassero al mondo dei pc mentre secondo me accadrà l’esatto opposto. I pc rivoluzioneranno la propria struttura hardware e software per avvicinarsi al mondo dei tablet. Per quanto riguarda il tuo reply non so a quale dispositivo ti riferisci di sicuro non ad iOS e i suoi device. Non mi risulta infatti che l’hardware sia sovradimensionato per far girare il sistema operativo. Per concludere, la differenza più importante è l’esperienza d’uso, il livello di appagamento che una macchina ti da. L’uso dei pc è sempre stato frustrante anche oggi con mille mila GHz, mille milla GB, ecc…

  • Cartonaldo

    Dice queste cose perché loro non ne sanno costruire. Agli inizi tutti dicevano che la Apple sarebbe fallita seguendo la moda dei tablet, non mi sembra proprio, anzi tutte le case costruttrici di sono buttate a capofitto nei tablet. Conosco persone che non sanno minimamente usare un PC, ma con l’ipad ci fanno di tutto.

  • trico

    Ha ragione, il tablet e’ solo un’ennesima prova di quanto fosse bravo steve jobs a vendere ciofeche.