Loapi: un nuovo e pericolosissimo malware Android

20 dicembre 20174 commenti

Kaspersky Lab ha recentemente scoperto Loapi, un nuovo virus per Android estremamente aggressivo e dannoso per i nostri smartphone.

Da molti anni si parla di malware capaci di infettare i dispositivi dotati di sistema operativo Android, ma quello scoperto pochi giorni fa da Kaspersky si presenta diverso da quanto visto sino ad ora, e rappresenta una minaccia davvero grave per i terminali che avranno la sfortuna di rimanerne infettati.

loapi diffusione

Il virus presenta infatti una architettura modulare: un suo modulo è dedicato alla scrittura di messaggi, uno al web crawling (che durante 24 ore di test è stato in grado di provare ad aprire oltre 28.000 URL diversi), uno relativo all’advertising, un proxy  tramite il quale può lanciare attacchi DDoS e un modulo con cui minare una criptovaluta, il Monero.

Loapi è quindi in grado di inviare messaggi a qualsiasi numerazione, inclusi, senza lasciarne traccia, i suoi realizzatori, a vantaggio dei quali può anche far comparire messaggi pubblicitari, sottoscrivere senza il permesso dell’utente abbonamenti a pagamento e minare criptovalute, il tutto contemporaneamente.

La diffusione avviene, come per altri virus, installando app che millantino di svolgere la funzione di antivirus oppure relative a siti hard.

Nemmeno liberarsi di questo malware sembra essere cosa facile: al suo interno è infatti contenuta una blacklist di app in grado di fermarlo, e alla loro installazione invierà continui pop-up all’utente, che cesseranno solo alla loro rimozione dal telefono. L’unica soluzione sembra essere un riavvio in safe mode.

A riprova della pericolosità del malware in questione, basta segnalarvi che nel giro di due giorni, un dispositivo Android infetto utilizzato come “cavia”, ha visto la sua batteria gonfiarsi fino a deformare la cover posteriore a causa dell’eccessivo stress a cui è stato sottoposto.

loapi

La miglior difesa contro Loapi (e contro tutti gli altri malware che minacciano i nostri smartphone) è rappresentata dalla prevenzione e dal buon senso, evitando di installare applicazioni provenienti da siti sconosciuti o inaffidabili, a maggior ragione se promettono di offrirci qualcosa di “troppo bello per essere vero”.

Loading...
  • A volte è difficile non essere diabolici… Però il sospetto resta.
    Chi produce antivirus, si occupa di procacciare la motivazione per essere preferito?

    • Rotten80

      Che la polizia si inventi i crimini per lavorare di più?

      • Non esageriamo!
        La battuta è lecita… Però in campo informatico, accade di peggio.
        Abbiamo diversi precedenti al riguardo, tuttavia la rete ingloba praticamente oltre il 90% delle attività globali, basti pensare ai dati finanziari, progetti, realtà produttive / commerciali, ecc… Il fatto che qualcuno possa sistematicamente, minare la sicurezza dell’utenza, non è certo rassicurante.

  • sailand

    kaspersky e’ stata accusata di spiare gli usa per putin e cacciata dagli enti governativi usa.
    questa sembra proprio una reazione: trovare una nuova minaccia in un settore contiguo per non perdere credibilita’ e quote di mercato.
    ovviamente ad ogni nuovo annuncio dei produttori di antivirus, il virus di turno fa sempre piu’ danni apocalittici. qui siamo persino ai danni hardware alla batteria e non posso non notare che e’ un punto facile da colpire nell’ immaginario collettivo dopo lo scandalo note 7.
    minaccia inventata? minaccia gonfiata? virus messo in giro dallo stesso produttore dell’ antivirus? le risposte certe non ci sono ma i sospetti malevoli vengono e sono credibili.