Il rigido controllo di Google su Android preoccupa il governo cinese: restrizioni in arrivo?

5 marzo 201311 commenti

Come sappiamo, uno dei mercati più floridi per il sistema operativo Google è quello cinese:  Android è infatti largamente preferito agli altri OS al di là della Muraglia, tanto che il governo ha manifestato le proprie perplessità riguardo lo stretto controllo che Google esercita sulla sua creatura.

Il ministro della tecnologia cinese è stato chiaro: l’attività di ricerca e sviluppo su sistemi operativi mobile in ambito nazionale è troppo legata ad Android. Il problema, secondo il politico, starebbe nella contraddizione tra il carattere open-source del sistema operativo e, di contro, gli sviluppi rigidamente imposti da Google, colpevole di esercitare un controllo troppo rigido.

Parole di una certa importanza, in quello che è diventato il primo mercato al mondo nel settore mobile. Alcuni analisti hanno interpretato queste dichiarazioni come un incentivo ai produttori locali nello sviluppo di sistemi operativi proprietari, oltre che un segnale di imminenti azioni da parte del governo centrale volte a contenere la diffusione del robottino verde in favore proprio del made in China.

C’è da dire che gli stessi analisti sottolineano che una delle chiavi della ritrovata competitività di alcuni produttori locali è stata proprio la possibilità di poter implementare Android sui propri devices, precedentemente penalizzati da sistemi operativi scarni e poco apprezzati dal pubblico.

  • Pingback: Il rigido controllo di Google su Android preoccupa il governo cinese: restrizioni in arrivo? | Saperlo.eu()

  • Nicola fant87

    C’è da dire che gli stessi analisti sottolineano che una delle chiavi
    della ritrovata competitività di alcuni produttori locali è stata
    proprio la possibilità di poter implementare Android sui propri devices, precedentemente penalizzati da sistemi operativi scarni e poco apprezzati

    Sono sbalordito,e proprio merito di google se riescono a vendere così tanto con android equipaggiato,e non si pongono pure limiti di cloni,quindi per prima cosa dovrebbero controllare di più ciò che producono e poi tutto il resto.
    E un mio pensiero non voglio andare contro nessuno e tanto meno criticare.

    • ChuckNorrisForPresident

      tu lompele i coionii. io ti spaccale culo

      • Nicola fant87

        migliore :)

  • philidor

    Credo che nessuno imponga ai produttori cinesi di usare androd. E nessuno vieta loro di sviluppare un sistema proprietario o di implementare funzioni a loro necessarie. Google fa ricerca e fornisce un sistema open source (gratuito) utilizzabile da ogni produttore x i propri smartphone. Un sistema evoluto, gradevole, efficiente ed estremamente personalizzabile (vedi touch wizard e sense) Ovviamente non supporta a proprie spese la ricerca su modifiche effettuate da terzi … Se producessero una loro distribuzione basata su JB avrebbero poi i costi di ricerca e sviluppo da sostenere … Non avrebbero il marchio “Android” e dovrebbero implement are da soli ogni aggiornamento. Forse farebbero meglio a prendersi gratis Android e aggiungerci le loro applicazioni.
    D’altronde è grazie al robottino verde se i loro dispositivi hanno cominciato ad avere una vasta diffusione in Cina e fuori.
    E poi quali sono gli “sviluppi rigidamente imposti da google” che danno fastidio alla cina?

  • Davide

    “Andloid ci ha lotto il cazzo,noi ora impedile a lui di venile in cina. ca.zzo sushi sashimi”

    • Taddo

      il sushi e il sashimi sono giapponesi -.-

  • masterblack91

    praticamente il loro mercato di smartphone si è sollevato grz ad android e si lamenta pure??…spero solo che google nn faccia “l’italiano” e lecchi il culo alla cina apportando modifiche alle varie politiche…si lamentano? k se ne vanno a fanculo…un paese k sviluppa i suoi os (impossibile x battere android) contro il resto del mondo k utilizza android? hahahahah non ci riesce windows phone figuriamoci sti cinesi…immagino già le voci del menù…”camera,setting,carta da parati (sfondo)” hahaha

  • andrea

    open source ok ma ma al livello in cui è google con android credo sia corretto che ci sia un pò di controllo, spero che comincino a essere piu rigidi anche riguardo alle app che vengono pubblicate su android, ci sono troppe app che funzionano male, meglio meno app ma piu efficienti, io prima di android ho avuto per un pò iOS di apple e li ci sono meno app ma tutte funzionano perfettamente o quasi, ovvio che avendo solo l’iphone su cui sviluppare e ottimizzare tutto è molto piu semplice ma un pò piu di rigore su play store non credo che farebbe male

  • usagisan

    In pratica vogliono farsi le cose loro utilizzando comunque Android ma gestendoselo internamente.

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1658043419 Federico Hack Barone

    ma lol, tutti dicono che google è anche troppo permissiva e che il play store è forse troppo “terra di nessuno” e questi ci vengono a parlare dello stretto controllo di google? e quale sarebbe, l’obbligo di avere un account gmail per pubblicare app? e che volevate, che fosse una mail su tiscali? (era giusto per dirne una…) mah… mi sa più di modo per dar fastidio…