Xiaomi annuncia Redmi Note 5 e Note 5 Pro

14 febbraio 201812 commenti

Nel corso di un evento tenutosi in India l'azienda cinese ha presentato i nuovi Redmi Note 5 e 5 Pro, interessanti device di fascia media.

Sul Redmi Note 5 troviamo un display FHD+ da 5.99″ con rapporto d’aspetto a 18:9, scelta adottata in tempi recenti da sempre più produttori. Lo smartphone sarà proposto in due varianti: la prima con 3GB di RAM e 32GB di memoria interna, la seconda con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. Sotto la scocca di entrambe, disponibile in 4 diverse colorazioni (Nera, Oro, Blu e Rose Gold), troviamo un processore Snapdragon 625 octa-core e una GPU Adreno 506.

La fotocamera posteriore è dotata di 12MP, mentre la frontale di 5MP, mentre la batteria ha una capienza di 4000mAh.

Uniche due note negative sono l’assenza del connettore Type-C e il fatto che lo smartphone sarà spedito con a bordo la MIUI 9 basata, tuttavia, su Android 7.1.2 Nougat.

Xiaomi Redmi Note 5

Il Redmi Note 5 Pro presenta alcune migliorie rispetto al “fratello minore”. Sarà anch’esso commercializzato in due varianti, con 4GB o 6GB di RAM, entrambe con 64GB di memoria interna. Saltano sicuramente all’occhio la presenza del processore Snapdragon 636 accompagnato da GPU Adreno 509, la doppia fotocamera posteriore (12MP + 5MP) e la anteriore da 20MP con face unlock.

Purtroppo vanno segnalate le medesime lacune del Redmi Note 5, ovvero l’assenza dell’USB Type-C e il software basato su Android Nougat.

Redmi Note 5 Pro

Quanto al prezzo, quello del Note 5 da 3GB di RAM è, al cambio, pari a 125€. Per acquistare la versione con 4GB di RAM sono necessari invece circa 150€.

La versione Pro con 4GB di RAM viene invece venduta a 176€, mentre quella con 6GB a 215€.

Le vendite inizieranno su Mi.com il 22 febbraio.

Loading...
  • Conner_TN

    Ultimamente Xiaomi sta lesinando troppo sui processori: il 625 è decisamente superato ormai.

    • Doc74

      Basta prendere quello con il 636, loro ti danno la scelta. In realtà secondo me il 625 e è ancora adeguato per il redmi note ” base”.

      • mikronimo

        Ok, ma dal 650 del redmi note 3 pro, siamo tornati indietro, invece che andare avanti…

        • teob

          Ma sono andato avanti a durata batteria visto che il 650 ciuccia parecchio rispetto al 625

          • Doc74

            essi’ 28 nanometri vs 14 si fanno sentire tutti sulla batteria

        • Doc74

          guarda che il 636 va meglio del 650 , non farti ingannare dal numerino .

          • mikronimo

            Non saprei… guardando le caratteristiche dei due sistemi sul sito della qualcomm, processore e grafica sembrano migliori nel 650, altre cose sembrano migliori nel 636 (tipo velocità collegamento alla rete); in ogni caso essendo il note 5 il medio gamma e esistendo lo SD 660, male non faceva montarcelo su, dando per scontato che l’insieme, per potenza e ottimizzazione, sia migliore…

          • Doc74

            il 650 è la generazione precedente , 28 nanometri ram ddr3 ecc ecc , il 636 è a 14 nanometri , ram ddr4 con i kryo che sono le versione “pompa” degli a72-a53 standard ( per assurdo il 625 è pure a 14 nanometri ma con ddr3 il che personalmente me lo farebbe preferire cmq al 650 )

            il 660 sicuramente è migliore( stessa generazione del 636 quindi 14 nanometri ma più pompo ancora ) , ma è anche più costoso e i redmi-redmi note sono più che altro la fascia bassa dove i prime/pro , arrivano a essere medi medio/bassi … si certo un 660 allo stesso prezzo schifo non farebbe , ma credo che a questo giro il “valore” aggiunto sia finito nello schermo 18:9 ( fullHD + per il prime/pro ) . Io sinceramente per ora mi tengo il mio redmi 4 prime con l’ottimo 625 e aspetto un po’
            Voglio vedere se sta cosa del 18:9 è una cosa passeggera o diventerà uno standard

          • mikronimo

            Ok, tra numeri di versione e caratteristiche effettive si rischia di fare confusione; comunque. se non erro, ai tempi dell’uscita del redmi note pro 3, il 650 era il top della serie 6xx; se questo è corretto, ecco perché sarebbe stato sensato installare sul medio gamma il top della serie 6xx in corso; poi vale tutto, dato che le combinazioni tra cpu, gpu, ram, etc. sono svariate, con risultati finali non scontati…

          • Doc74

            in realtaaaaa è complicato… , il 650 sarebbe il 618 rinominato e faceva parte della tripletta 650-652-653 , per cui non credo sia mai stato il top della serie 6xx tra l’altro è l’unico dei tre ad essere un esacore ( 2 + 4 ) piuttosto che un octacore ( 4 + 4 ) purtroppo la numerazione fa molta molta confusione

            tra l’altro il prossimo giro è a 10 micron e avremo un snap 640 ( con una adreno 610 tra l’altro ) che svernicerà lo snapdragon 660 ,ma credo bisognerà aspettare fine 2018

  • Tys

    Niente tasti soft touch anche qui?