Asus Italia risponde alle critiche degli utenti

3 gennaio 201228 commenti

Abbiamo già descritto le tante problematiche del Transformer Prime, ovvero GPS scadente, autonomia inferiore a quella promessa e bootloader bloccato. Gli utenti insoddisfatti hanno preso d'assalto la pagina di Facebook di asus, che ha reagito cancellando i post e scrivendo questo post:

Vediamo che c’è stata un po’ di maretta in merito ad alcune questioni “scottanti”. Si parla di problemi con Prime. E si parla di blocco del root. Riguardo a Prime va precisato che il prodotto non è ancora disponibile sul nostro territorio. Quindi le problematiche che ALCUNI (ci teniamo a sottolinearlo) utenti hanno lamentato oltreoceano non riguarderanno le unità distribuite sul nostro territorio. La durata della batteria è in linea con quanto promesso. Ovviamente questo parametro dipende fortemente dalle condizioni di utilizzo e l’autonomia massima è sempre riferita a un uso “light” con tutti i sistemi di risparmio energetico attivi. Sul GPS è errato paragonare un prodotto come Prime ad uno smartphone. Innanzitutto perché gli smartphone utilizzano la connettività 3G per scaricare la tabella con la posizione dei satelliti e quindi identificare più rapidamente i satelliti. Cosa che può anche fare anche Prime via WiFi, ma solo quando è connesso. In secondo luogo perché Prime non nasce come Car Navigator, né ci immaginiamo che gli utenti lo usino mentre camminano per le strade della città, alla ricerca di una via o di un negozio. Per quelle cose ci sono appunto gli smartphone. Infine discorso root: la nostra posizione a riguardo è semplice. Il prodotto è garantito così com’è. Firmware differenti che alterino le funzionalità di base del prodotto o spingano l’hardware oltre le frequenze standard fanno decadere la garanzia e rischiano di compromettere l’affidabilità e il buon funzionamento del prodotto stesso. …
Speriamo con questo post di aver chiarito l’equivoco.
Lo staff ASUS Italia

Personalmente trovo il chiarimento poco soddisfacente, e mi sembra che Asus si stia arrampicando sugli specchi.
Riguardo il GPS in verità non si può criticare più di tanto l’azienda taiwanese, poiché in effetti è una funzione poco utile su un tablet che viene trascurata dalla maggior parte dei produttori. Inoltre il nuovo aggiornamento migliora leggermente la velocità.
Le questioni veramente scottanti sono invece l’autonomia e il bootloader. Quanto alla prima, evidentemente è inferiore a quella promessa. Il problema potrebbe derivare da un software acerbo (è probabile che asus abbia tentato di mettere in commercio il tablet il prima possibile trascurando alcuni aspetti) oppure da una batteria non all’altezza del processore quad core che monta il tablet. Riguardo il bootloader invece la posizione di Asus è assolutamente ambigua. Infatti, nel comunicato soprastante, Asus dichiara che firmware modificati invalidano la garanzia e potrebbero comportare malfunzionamenti. Si tratta di una politica diffusa in tutti i produttori (eccetto Lg, che da la garanzia anche a prodotti moddati). Ciononostante la possibilità di sbloccare i dispositivi, a proprio rischio e pericolo, dovrebbe essere data agli utenti, mentre Asus ha deciso di impedirlo.
Possiamo sperare che Asus cambi direzione sbloccando il Transformer Prime (non sarebbe la prima volta che un dispositivo viene sbloccato dal produttore dopo la sua uscita) e che con un ulteriore aggiornamento risolva i problemi di autonomia.

Loading...
  • Alex

    Completamente d’accordo con la tua opinione. Hanno praticamente detto “ve o tenete così com’è e non lamentatevi”.
    E permettimi di aggiungere: finalmente su Androidiani un post che non sembra scritto da un taiwanese con google translate.

    • Newsdarkrufy

      Ed io che lo aspettavo dopo il bidone del asus tf101…video 720p a scatti ecc…mha vediamo come si evolverà la situazione.

      • Il TF101 è tutt altro fuorchè un bidone essendo il tablet Android più venduto al momento (eccetto il kindle Fire) mi sono trovato benissimo ma l ho dovuto vendere per alcuni problemi, ma se lo ritrovo a un buon prezzo ho intenzione di riprenderlo :-)

        • Ezio

          e ti pare coerente quello che dici?
          Lui dice che è un bidone (almeno lo motiva) e tu dici che il miglior tablet android solo perchè è quello che ha venduto di più!
          LOL lo hai anche venduto perchè aveva problemi…

          • Araky68

            Infatti, il discorso manca di coerenza…spiega almeno quali sono i problemi che ti hanno spinto a venderlo.

          • Pagliaccio

            forse problemi economici -_-‘ 

          • Newsdarkrufy

            Io ho scritto ciò dopo averlo provato..apparte che quello che mi hanno venduto era già usato(1 pixel bruciato, alone giallo sullo schermo, lato sinistro scricchiolante ecc) poi ho notato anche che con i video a 720p scattava anche con diceplayer…vabbè gli altri tablet non li ho provati, aspetto il prime almeno per godermi i 1080p in tutta fluiditàxd!…ah asus US ha scritto che stà lavorando ad un tool per lo sblocco del bootloader, dal 12 gennaio verrà aggiornato ad android 4.0 e poi molto probabilmente rimuoverà dalle specifiche tecniche il gps(a detta loro).

      • Cambi

        tf101 bidone?
        il resto dei tablet allora cos’è?
        la mamma dei deficienti è sempre incinta, inutile -_-

  • Fabrizio Russo

    Innanzitutto come usare il GPS lascialo decidere a me. Tu dammi un prodotto funzionante e sarò poi io a decidere se andarmene in giro con un tablet da 10 pollici (con l’icona tab lo faccio) o meno (ovviamente non mi porterò dietro la tastiera (tanto è ancora staccabile o l’hanno saldata?) 
    E poi il GPS serve anche per il geotagging non solo per navigare.Per il discorso batteria che significa ? che dura 12 ore con tutto al minimo ? In america pare non sia così. Vedremo.Il discorso non regge proprio per ilbootloader. Io voglio poter moddare il mio tablet ovviamente a mio rischio e pericolo.  > Quindi le problematiche che ALCUNI (ci teniamo a sottolinearlo) utenti hanno lamentato oltreoceano non riguarderanno le unità distribuite sul nostro territorioNoi guardiamo i loro feedback (e le risposte di ASUS) proprio per capire la bontà del prodotto e la serietà dell’azienda, se alcuni (non tutti ma abbastanza e consideriamo che il america è disponibile da poco) si lamentano, allora i problemi ci sono. E’ vero che asus ha rilasciato l’aggiornamento 8.8.3.33 che risolverebbe il problema del GPS ma ci sono ancora problemi relativi alla potenza del wifi (non si è capito ancora se l’alluminio schermi il segnale o meno)  e dello schermo tendente al giallo in alcune occasioni (Su XDA ho trovato foto di confronti tra TF101 e TF201 veramente imbarazzanti).Io sinceramente aspetto a comprarlo e se non sarò convinto cercherò altro. Mia moglie ha il TF101 e si trova bene, speravo che ASUS mantenesse il livello di qualità precedente.E poi sto bootloader …. ma andiamo …. è varamente la goccia che fa trabbocare il vaso.ASUS fai come vuoi, tanto alla fine sarò io a decidere se comprarlo o meno.

  • Max

    Il nuovo giocattolo asus puo’ essere bello finche’ vogliono, ma col bootloader bloccato, per quel che mi riguarda, se lo possono tenere. “Compri il mio apparecchio ma ci fai SOLO quello che dico io, lo dico per il tuo bene, se ti lascio giocare magari me lo danneggi” e’ uno dei motivi principali per cui gli acquirenti android schifano i prodotti apple…

    • Anonimo

      Condivido pienamente. Uno può chiudere un occhio sul problema del GPS e sull’autonomia, ma non sul bootloader. Peraltro i prodotti iOS bene o male si sbloccano (anche se con ogni aggiornamento Apple tenta di impedirlo) mentre la chiave usata da asus per il bootloader del prime è veramente complessa da sbloccare.

  • Luigi Notaro

    Come ho scritto anche sulla pagina FB di Asus Italia….ma se “né ci immaginiamo che gli utenti lo usino mentre camminano per le strade della città, alla ricerca di una via o di un negozio”, allora la scena al minuto 1:30 dello spot Primed for Perfection cos’è? l’immaginazione di qualcun altro?

    • Fabrizio Russo

      Ah ah 
      Grande

    • Luigi Notaro

      Per dovere di cronaca riporto la risposta di Asus Italia al mio commento su FB: 
      “Luigi Notaro lo spot non è mai andato in onda in Italia. Per quanto ci riguarda non abbiamo mai spinto questo dispositivo parlando dell’uso che se ne può fare grazie al GPS. Fermo restando che questo “problema” del GPS è un castello di carte pronto a cascare. State creando un caso dal nulla. Il dispositivo in nostro possesso non ha alcun problema con Google Maps”.

      Al di là dei toni (che mi son parsi eccessivi, quel “State creando un caso dal nulla” suona come un dito puntato chissà verso chi…) mi pare ridicolo ostinarsi a negare tutto quando ASUS stessa si è pubblicamente scusata perchè il GPS *potrebbe* effettivamente avere dei problemi derivanti dal case in alluminio.

      Ah, ma tanto il Prime italiano non è mica come quello americano! “le problematiche che ALCUNI (ci teniamo a sottolinearlo) utenti hanno lamentato oltreoceano non riguarderanno le unità distribuite sul nostro territorio”, quindi suppongo che noi non godremo del fantastico ed elegante case unibody…

  • Caedar

    A me pare del tutto logico che Asus difenda il suo prodotto.
    Le osservazioni che esprime sono del tutto ragionevoli. L’A-GPS è più veloce nel fix del solo GPS. Nulla vieta di avere uno smartphone collegato a internet con la condivisione tethering e il Prime collegato per guadagnare tempo…
    Sulla durata della batteria direi che sia uno dei tanti meli dei moderni dispositivi multicore. Non è che uno smartphone moderno che arriva  a malapena a sera con una batteria da 1500 mAh sia una cosa favolosa.
    Quanto al bootloader. E’ una scelta di Asus. Se si cerca un tablet aperto si cerca altrove. Io ho un LG Dual, che per scelta di LG si può moddare senza perdere la garanzia. Sono scelte. Io non biasimo Asus, visto che i soliti furbi che briccano il tablet e vogliono l’intervento in garanzia sono sempre in agguato…
    Lasciare la libertà di scelta va bene, se poi è l’utente a pagare per le sue leggerezze.

    • Facessero come HTC per lo sblocco del bootloader e chi vuole moddare è libero di farlo ma giustamente perde la garanzia

      • Caedar

        Infatti esistono le alternative. L’unico vero difetto, grave a mio parere, è la durata della batteria. O il tablet è uno strumento da svago, che si ricarica alla bisogna, o è uno strumento di lavoro e in quasto caso serve una autonomia adeguata allo scopo.
        Poiché ad oggi nessun tablet è strumento da lavoro completo, ma assomigliano fortemente tutti a degli smartphone ingigantiti, l’autonomia passa in secondo piano.

  • Andrea Violi

    Non voglio fare della polemica… ma in un mondo in cui tutti sembrano volerti mangiare… ecco l’ennesimo caso di azienda che punta ai profitti. e un altro tassello di android che perde la filosofia open… tuttavia però qualcuno di noi continuerà a difendere tale politica screditando gli altri os. inoltre pare proprio che queste batterie degli smartp… e tablet facciano veramente schifo… Tutti inclusi. (p.s. questo era ironico…)

  • Lantis92

    Quindi io che ho il transformer e lo us davvero in città quando devo cercare un negozio perchè come cellulare ho un blackberry bold senza connessione a internet che faccio, mi frego ? XD

  • Dario

    Vergogna Asus italia
    la vostra risposta su FB, mi ha fatto decidere di non comprare il vs tablet, facile usare facebook per promuovore i propri interessi e cancellare i commenti che non ritenete a vs favore.

  • Anonimo

    Bah… secondo me hanno tenuto conto dell’effettivo uso casalingo.
    Non utilizzerei mai un tablet per navigare (il cellulare è più che ottimo).
    Batteria? la maggior parte della gente che si lamenta sono ragazzi che passano ore e ore a giocare ad Angry Birds e lo utilizzano come una Playstation senza rendersi conto della possibilie utilità (anche perchè effettivamente non ne hanno bisongo).

    Questione ROOT? Non saprei… certo lasciare il Boot sbloccato non sarebbe male… il cellulare è più interessante rootarlo per un uso quotidiano. 
    Il talbet lo uso per fare un salto su internet mentre sono sul divano o sul letto, leggere un paio di riviste, rispondere sui forum ogni tanto.
    Sinceramente non se sento il bisogno come sul mio GS2 o NOTE.

  • Simone Pizzini

    Il GPS è poco utile in un tablet ??? perchè per scattare fotografie e girare video è comodo forse ??
    Preferisco di gran lunga che funzioni il GPS

  • Anonimo

    Datemi retta le problematiche del terminale, e qui Asus è stata poco corretta visto che ha taciuto, sono solo dovute alle gufate della Hasbro, come potete immaginare è imbarazzante da ammettere, ma è l’unica spiegazione plausibile!

  • mauri

    Sono d’accordo: si arrampicano sugli specchi.

  • Pingback: Guida per ottenere i permessi di root su Asus Transformer Prime – Androidiani « Androidiani.com()

  • Jil Fischer

    Ragazzi sono stato sul forum di Androidworld e sembra proprio che questo problema al GPS fosse
    davvero una mezza supercazzola.
    È stato infatti fatto un
    test sul modello destinato al mercato italiano (con un software beta ci tengo a precisare) è il risultato è stato pari a quello di tutti i tablet in circolazione al momento.
    Si è anche parlato di un possibile
    miglioramento con ICS e la versione definitiva del programma (ma per
    questo dovremo aspettare) comunque resta il fatto che il GPS del Prime
    non è una delusione in sé per come è stato installato sul dispositivo bensì per come è stato pubblicizzato (anch’io ho visto la pubblicità della Asus ed effettivamente te lo vendevano come un GPS in perfetto stile Galxy Nexus).
    Sinceramente eviterei di sparare a zero su un qualcosa che non è ancora uscito, al momento sono semplicemente ansioso di vedere se le voci sulla batteria sono vere, anche perché personalmente del bootloader bloccato non mi interessa più di tanto (sì lo so sono come quelle merde dei funboy Apple, chissà magari un giorno cambierò idea ;) ).

    Insomma cerchiamo di avere un po’di pazienza, anche perché io a fine gennaio lo voglio e stravoglio questo maledetto eee Pad!!!

  • P Folgarait

    ho aquistato il nuovo ASUS Zenbook da circa UN mese e mi trovo già di fronte ad un problema di “accessori”. Il nuovo PC ha soltanto due porte USB (2.0 e 3.0) e nela configurazione di funzionamento in ufficio, l’utilizzo di un mouse e di una rete Ethernet aziendale satura entrambe le porte. Già al momento dell’acquisto ho chiesto alla mia azienda di ordinare anche la docking station, ma per non meglio precisati problemi alla rete di fornitura, ad oggi ASUS non è in grado di rendermelo disponibile. Sul sito di ASUS appare soltanto una versione “Universal” per questo componente, ma non si specifica in alcun modo se sia utilizzabile anche per lo Zenbook.
    Potete aiutarmi in merito facendo chiarezza sulla cosa? Esiste una docking station per lo Zenbook? Il modello “universal” può essere utilizzata anche per lo Zenbook?
    Grazie e saluti,
    PF 

  • Pingback: ASUS Transformer Prime: Unlock Tool ed update ad Android 4.0 ICS - Androidiani.com()