Xiaomi Redmi Note 5: La Recensione

24 maggio 201828 commenti

Fra meno di due giorni Xiaomi aprirà il proprio store ad Arese: nel frattempo abbiamo avuto modo di testare uno dei device che verranno lanciati ufficialmente nel mercato italiano: Redmi Note 5.

 

uNboxing

La confezione di Redmi Note 5 si presenta nella classica veste arancione e bianca a cui ormai siamo abituati. All’interno troviamo, oltre al dispositivo, un piccolo manuale informativo, l’adattatore con presa europea (2A), il cavo Micro-USB ed una cover in silicone.

Il dispositivo

Come la confezione, anche il design di Redmi Note 5 appare molto simile ai suoi predecessori: il corpo principale è composto da vetro e metallo, con alcuni elementi in plastica per nascondere le antenne. A cambiare è la fotocamera che, ora, si sdoppia e assume un look in tutto e per tutto identico a quello di iPhone. La parte frontale presenta un display in 18:9 (403 ppi) dagli angoli arrotondati che assieme al display 2.5D ed ai bordi smussati permette di maneggiare con adeguata comodità il telefono, il cui peso non è certo trascurabile. Parliamo infatti di ben 181 grammi da distribuire su un’area di 158.6 x 75.4 mm. Nel complesso la qualità costruttiva è molto buona e il device appare solido.

In alto troviamo i vari sensori di prossimità e luminosità, la capsula auricolare e la fotocamera secondaria da 13Mpx.

Il lato destro ospita il bilanciere del volume ed il pulsante di accensione: di quest’ultimo avremmo gradito una texture differente (o magari una colorazione differente?) per distinguerlo facilmente al tatto. Il lato sinistro ospita solamente il carrellino per le due SIM.

Sopra troviamo l’IR blaster ed il secondo microfono, mentre sotto l’ingresso per la Micro-USB, l’altoparlante, il microfono principale ed il jack.

Sul retro, come anticipato, troviamo le due fotocamere (principale da 12Mpx, secondaria da 5Mpx) , il sensore per le impronte digitali (fulmineo), posizionato al centro del dispositivo nella parte superiore ed il logo Xiaomi.

Non ci è piaciuta la posizione scelta per le fotocamere che porta ad un’instabilità del dispositivo (se usato senza cover) così come non abbiamo gradito la mancanza di una USB tipo C, un must nel 2018. Terminiamo con il dire che è bene utilizzare la cover in dotazione (che è molto sottile, forse troppo: non sporge molto nella parte frontale) poichè il telefono risulta essere parecchio scivoloso da utilizzare.

Di seguito le specifiche tecniche:

Rete
Tecnologia GSM / CDMA / HSPA / LTE
Dispositivo
Dimensioni 158.6 x 75.4 x 8.1 mm (6.24 x 2.97 x 0.32 in)
Peso 181 g (6.38 oz)
Build Front glass, aluminum body
SIM Hybrid Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
Display
Tipo IPS LCD capacitive touchscreen, 16M colors
Dimensione 5.99 inches, 92.6 cm2 (~77.4% screen-to-body ratio)
Risoluzione 1080 x 2160 pixels, 18:9 ratio (~403 ppi density)
Protezione Corning Gorilla Glass (unspecified version)
– MIUI 9
Piattaforma
OS Android 8.0 (Oreo)
Chipset Qualcomm SDM636 Snapdragon 636
CPU Octa-core 1.8 GHz Kryo 260
GPU Adreno 509
Memoria
SD microSD, up to 256 GB (uses SIM 2 slot)
Interna 64 GB, 4/6 GB RAM or 32 GB, 3 GB RAM
Camera
Primaria Dual: 12 MP (f/1.9, 1.4µm) + 5 MP (f/2.0, 1.25µm), dual pixel phase detection autofocus, dual-LED flash
Video 1080p@30fps
Secondaria 13 MP (f/2.0, 1.12µm), LED flash, 1080p
Batteria
Non-removable Li-Po 4000 mAh battery

 

Display

Xiaomi Redmi Note 5 non è certo uno smartphone utilizzabile facilmente con una mano: benché i 18:9 risultino essere molto comodi per la visione dei contenuti multimediali, vi sarà impossibile raggiungere le estremità del dispositivo.

D’altra parte il pannello IPS FHD+ (1080 x 2160  pixel) presenta dei colori vividi e dai contrasti profondi. La calibrazione risulta, dunque, molto buona per essere un budget phone; non solo, sotto la luce diretta del sole si comporta egregiamente, grazie anche al sensore di luminosità che risulta essere rapido nonostante tendenzialmente regoli le impostazioni al ribasso (il che aiuta a mascherare i neri non proprio assoluti).

Fotocamera

Su Xiaomi Redmi Note 5 arrivano due fotocamere posteriori che vanno a livellarsi sui 12 + 5 MP: il primario vanta un’apertura focale 1.9 in grado di catturare un’ottima quantità di luce; il sensore secondario non può essere sfruttato singolarmente, ma viene utilizzato per raccogliere informazioni sulla profondità. Ad accompagnare il tutto il flash LED dual tone.

Sono rimasto piacevolmente colpito dalla qualità delle foto scattate da questo dispositivo, che si piazza fra i miei preferiti per quanto riguarda la fascia di prezzo a cui viene commercializzato, grazie ai colori brillanti e alla ricchezza di dettaglio. Le modalità di scatto sono le più varie, è presente l’HDR automatico e la modalità ritratto (anche frontale, ma senza seconda fotocamera a supporto).  la qualità peggiora con il venire meno della luce, ovviamente, ma non ci aspettavamo grandi prestazioni in questo caso.

Guarda le foto a risoluzione originale su Google+.
Segui Stefano su instagram!

La registrazione video arriva solamente alla qualità FHD a 30fps stabilizzata elettronicamente. Nonostante la CPU possa spingersi fino alla risoluzione 4k, abbiamo apprezzato la limitazione, soprattutto vedendo come lavora bene la stabilizzazione. Anche la fotocamera frontale permette di registrare fino al FHD, ma non c’è stabilizzazione. Per i selfie è comunque perfetta.

Software, AUDIO E PERFORMANCE

Finalmente la disponibilità di un software ufficiale permette una completa integrazione dei servizi Google. A bordo di Xiaomi Redmi Note 5 troviamo android 8.1.0 con patch di sicurezza ferma a Marzo (al momento della stesura della recensione). La versione MIUI è la 9.5.6.

Ormai abbiamo imparato ad apprezzare il design della MIUI: fra le novità segnaliamo solamente la possibilità di abilitare le gestures a schermo intero per rimuovere i tasti software.

Per quanto riguarda l’audio, non sono stati notati particolari problemi in merito alle chiamate. Anche l’audio (mono) dello speaker per riproduzioni multimediali è sufficientemente buono sia come pressione che come qualità.

Non possiamo lamentarci nemmeno della connettività: il 4G è pienamente supportato grazie alla presenza della banda 20, il GPS è rapidissimo e non mi ha dato problemi nemmeno in luoghi solitamente problematici. Nota positiva il Bluetooth 5.0, peccato per l’NFC.

Anche a performance non possiamo che dirci contenti: il dispositivo risulta fluido e reattivo, non presenta rallentamenti nemmeno con giochi pesanti.

Quello che sicuramente cambia completamente l’esperienza è il non dover andare a smanettare con le varie rom, lo sblocco del bootloader e tutto ciò che ne consegue: all’accensione sarà tutto configurato e pronto per l’utilizzo. Anche per quanto riguarda i bug di mancata ricezione delle notifiche non ho avuto alcun problema (le principali applicazioni sono già in white-list).

 

Batteria

Xiaomi Redmi Note 5 presenta una batteria da 4000mAh: non avrete problemi a raggiungere tranquillamente le 5 ore di schermo e potrete utilizzare il dispositivo anche per un giorno e mezzo (quasi due) senza dovervi preoccupare di rimanere a secco. Insomma, pienamente promosso sotto questo punto di vista.

Conclusioni

 

Xiaomi Redmi Note 5 rappresenta, nella versione ufficiale Italiana, un pacchetto completo e soddisfacente in grado di soddisfare un ampio spettro di utenti grazie alle qualità che lo rendono un vero best-buy.

 

Potete acquistare Redmi Note 5 direttamente sul sito di xiaomi.

 

Loading...
  • Doc74

    tutto ok , ma continuo a essere un po’ perplesso sulla sovraposizione che c’è stata tra redmi 5 – 5 plus e questo redmi 5 note … cioè a parte qualche particolare sono lo stesso prodotto…
    Ok è cmq un buon prodotto non lo metto in dubbio per 200 euro ai voglia , ma mi chiedo se ha senso avere a mercato sia questo che il redmi 5 plus
    Avrei di molto preferito se la serie redmi 5 avesse mantenuto schermi e dimensioni più compatte , lasciando la fetta “padelloni” ai redmi 5 note .

    • teob

      Già lo sd636 con 4/64 nella versione da 5,7 sarebbe per un telefono quasi perfetto

    • Tralasciando le disquisizioni sulle misure idonee ad personam… Questo redmi note 5 rappresenta il meglio in fatto di prestazioni/prezzo.

      A questa cifra, tutti gli altri competitor offrono decisamente meno.
      Discorso modelli, nella serie redmi regna la confusione assoluta ! Sono pienamente in linea con la tua osservazione: la serie redmi dovrebbe avere due soli modelli, quello redmi di misure più contenute ed il note invece più ampie, inutile dire che entrambe le soluzioni dovrebbero offrire pari prestazioni .

    • Mame64

      Solo qualche particolare……cambia la CPU, Gpu e ram più veloce che si traduce in un valore in antutu quasi doppio (62.000 sul plus e 112.000 sul Note5), poi comparto fotografico ed audio migliorato.

      • Doc74

        non fraintermi, è un ottimo cellulare ad un ottimo prezzo sicuramente è la versione assai pimpata del redmi 5 plus e se la differenza di prezzo è minima sarà ancor di più un best buy .

        Quello che intendevo dire è che cmq si sovrappone perfettamente come nicchia

        Se prima la differenza primaria ( e forse unica ) tra redmi e redmi note era la dimensione dello schermo ora… sono la stessa roba , si certo l’ultima versione è piu potente , ma quello è scontato.

        • Mame64

          Effettivamente a livello estetico sono uguali, per riconoscerlo uno dall’altro si deve girare il telefono, troppo simili, sono d’accordo con te.

  • Io ho preso a 120 euro il redmi 5 plus

  • Esco lo sconto per oneplus 6

  • #Ancelotti
    Ecco il codice sconto ufficiale per oneplus 6

    –> https://t.co/XX1gFhiJkV

    #oneplus #oneplus6 #officialdiscount

  • Luciano Maria Bora

    Pur potendo il modem sostenere il 4G+ (modem 600/150 mb/s), il telefono gestisce unicamente il 4G!!! Limite inverosimile rispetto alle potenzialità… Mah.

  • ondaflex

    lo schermo del RN5 è lo stesso del redmi 5 plus?
    perchè ho visto quello di quest’ultimo e non mi ha impressionato sotto questo aspetto

    • La matrice è pressoché simile ,eccetto il contrasto che è migliore sul note 5.

      Se vuoi qualcosa di meglio a livello display dovresti cercare un amoled spendendo qualche euro in più …

      • The0ne

        Grazie del consiglio :)

      • ondaflex

        Quindi non è ko stesso display come leggo in giro.

        Ho s6 amoled e mi4 lcd. Mi 4 ha un bel display. Il redmi 5 plus invece, pur vedendosi bene, aveva colori slavati

        • teob

          Difficile dirlo .. Spesso si trovano nello stesso modello schermi differenti perche comprati da fornitori differenti. Magari con pochissime differenze

  • The0ne

    Premetto che so già la risposta ma vorrei un opinione: ho un LG g6 perfetto e vorrei scambiarlo per un LG v30 più 140 euro da parte mia. Non si sa fare tale scambio o tenere questo e comprare un redmi note 5 pro come secondi telefono?

    • E se invece metti in vendita il G6 e successivamente acquisti un V30 nuovo con lo street price?😉

      Il redmi note 5 seppur buono ,non ti potrà dare in nessun caso le cose che ti aspetti dopo aver avuto un G6, eccetto una straordinaria durata della batteria …

  • Doc74

    visto il prezzo, 249 , rimane un ottimo affare , ma forse il plus da 180 ha un suo perchè sopratutto in ottica di muletto , tanto le prestazione del 625 sono cmq adeguate per le attività di tutti i giorni , a meno di non farci foto

  • Sapete se anche la versione ufficiale per il mercato italiano (quella che vendono ad Arese per intenderci) avrà la porta micro usb? O per caso verrà commercializzato un modello con type c?

    • Purtroppo non ha type C… Rimane con micro USB 2.0, l’unica differenza sta nel software ottimizzato per il mercato europeo e di pronto uso rispetto al passato.

      • Ok grazie, mi ha colpito in modo positivo questo telefono e ci sto facendo un pensierino, sono indeciso se spendere di più e prendere oneplus 6 oppure puntare al risparmio e prendere un buon prodotto come questo redmi note 5 a 249 (la metà di op6).

        • Comprendo… Va detto che OP6 sta ad un livello superiore, in quanto offre ben altra dotazione hardware e software , tuttavia Xiaomi Note 5 rispecchia le sue caratteristiche nel prezzo ,a 249€ ma pure meno ,su altri store ,offre una valida esperienza di uso senza pretendere troppo naturalmente ,uno dei suoi punti forti è la batteria.

          • Infatti so che sono due prodotti diversi ma sono anche vere due cose:
            1) se questo note 5 fosse prodotto da samsung o altri verrebbe venduto a 300 e oltre (quindi cambia la percezione della bontà del prodotto da parte del possibile acquirente)
            2) non siamo più nel 2013/2014 dove tra un medio gamma ed un top c’era veramente un grande divario che rifletteva nella vita di tutti i giorni (io tiro avanti con un nexus 5). Quindi bisogna capire se 519 euro sono giustificati per il mio uso o si può vivere tranquillamente con questo da 249. So che potrò vivere per due o tre anni con questo telefono, l’unico dubbio in prospettiva di tre anni di vita è la potenza di calcolo.

        • Se non sei uno che guarda molto “ai numeri” e dello smartphone fa un uso moderato/lavorativo, questo Note 5 è perfetto!
          Personalmente non sono ancora tornato al mio DD usuale perché il telefono non mi da problemi e mi godo troppo la batteria!
          Non siamo ai livelli di OP6 (come giustamente il buon @disqus_cdVAqkXX9I:disqus fa notare) ma per il prezzo è davvero consigliato ;)

          • Sono d’accordo con te, considera che io tiro avanti con un nexus 5 da 32 giga (preso 3 anni e mezzo fa). Non gioco con il telefono e uso solo delle app, sto attendo a non scegliere app mangia risorse inutili (es: app per radio in streaming da internet che partono ogni volta che si avvia il telefono, perché? Subito scartate). Proprio il fatto che compro il telefono dopo almeno 3 anni mi spingerebbe a prendere un top ma ormai nel 2018 anche un medio gamma è buono secondo me per chi non cerca cose estreme. Ho notato che si è azzerata la fascia di prezzo tra i 390 e i 480 euro, su questa fascia non esiste nulla di top o ex top (se escludiamo il G6), esistono solo dei medio gamma pompati e per i top si va dai 500 in su. Uno come me che vuole spendere max 500 euro o prende oneplus 6 a 519 o prende questo telefono, non vedo molte alternative (S8 viene venduto ancora a caro prezzo, escluso rare offerte speciali).
            Rifletterò un po’.

          • Esiste una eccezione sotto i 500€
            Si chiama Honor 10 view, lo trovi pure su amazon… Ottimo dispositivo che occupa di diritto la fascia alta destinata ai top di gamma .

            Naturalmente deve piacerti la UI Huawei denominata Emui, molto personalizzabile e per questo motivo meno semplice di una UI stock android, però una volta imparato ad utilizzarla è quasi irrinunciabile .

          • Grazie, lo studierò tra le alternative.

  • bonomork

    O.T. Ho regalato due redmi 5+ ai miei genitori, ma mi dicono che non riescono a scaricare altri temi (ne trovano solo due preinstallati). Potete darmi qualche dritta per favore ? L’ideale sarebbe installare un tema dark per facilitare la lettura in quanto con il tema di default si ritrovano piccole scritte bianche su sfondo pastello un pò slavato e difficile quindi da leggere