CERCA
PER MODELLO
FullScreen Chatbox! :)

Utente del giorno: yuri76 con ben 5 Thanks ricevuti nelle ultime 24 ore
Utente della settimana: gianpassa con ben 14 Thanks ricevuti negli ultimi sette giorni
Utente del mese: DreamReaper con ben 63 Thanks ricevuti nell'ultimo mese

Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Ultima pagina
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 30
Discussione:

Riguardo all'IMEI di un qualsiasi dospositivo cellulare.

Se questa discussione ti è stata utile, ti preghiamo di lasciare un messaggio di feedback in modo che possa essere preziosa in futuro anche per altri utenti come te!
  1. #1
    Baby Droid L'avatar di uncleboy


    Registrato dal
    Sep 2012
    Messaggi
    12

    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Riguardo all'IMEI di un qualsiasi dospositivo cellulare.

    Premesso che un amministratore responsabile di un forum ha il diritto arbitrario e insindacabile di decidere quali argomenti possano essere o meno trattati e in quali modi, sarebbe bene sapere che in Italia:

    Nessun dispositvo cellulare è bene registrato.
    Gli unici obblighi riguardanti il numero identificativo unico di un dispositivo cellulare sono a carico delle aziende che li producono.

    L'IMEI di un telefono non è un codice personale, non è una USERID non è una PASSWORD.

    Così come il codice MAC address, che è il corrispettivo dell'IMEI sui dispositivi di rete, può essere cambiato a livello software dal possessore, senza commettere alcun reato, anche l'IMEI di un dispositivo cellulare può essere modificato a piacimento.

    Per commettere l'accesso abusivo a sistema informatico occorre provare l'accesso e la sua condizione di abusività, ora l'IMEI nè concede nè nega accesso ai sistemi informatici. La stessa cosa vale per la sostituzione di persona dato che l'IMEI non identifica mai una persona e non ha intestazione personale.

    E' vero che i fornitori di servizi possono usarlo come discriminante nella gestione degli utenti, può dunque essere liberamente usato come strumento per il riconoscimento dei dispositivi durante la prestazione di un servizio.

    Nessun metodo per il cambio di IMEI di un dispositivo è illegale, dalle box, hai più comuni metodi di invio comandi seriali, app interne, codici embedded, modifica del firmware.

    Se tutti questi argomenti non possono essere trattati qui, bene, ma non raccontiamo balle.
    Ultima modifica di uncleboy; 07-09-12 alle 16:43

  2. I seguenti 2 Utenti hanno ringraziato uncleboy per il post:

    dinovespa (12-01-14),Gege98 (02-02-14)

  3.  
  4. #2
    Baby Droid


    Registrato dal
    Jul 2012
    Messaggi
    15

    Ringraziamenti
    1
    Ringraziato 0 volte in 0 Posts
    Predefinito

    Ti quoto alla grande!

  5. #3
    Androidiani Power User L'avatar di thay


    Registrato dal
    Apr 2010
    Località
    Droidland
    Messaggi
    8,369

    Ringraziamenti
    35
    Ringraziato 2,171 volte in 1,299 Posts
    Predefinito

    Articolo 615 quater del Codice Penale Italiano:
    TITOLO: "Detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici"
    "Chiunque, al fine di procurare a se o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno, abusivamente si procura, riproduce, diffonde, comunica o consegna codici, parole chiave o altri mezzi idonei all' accesso ad un sistema informatico o telematico, protetto da misure di sicurezza, o comunque fornisce indicazioni o istruzioni idonee al predetto scopo, è punito con la reclusione sino ad 1 anno e con la multa sino a lire 10 milioni. La pena è della reclusione da 1 a 2 anni e della multa da lire 10 milioni a 20 milioni se ricorre taluna delle circostanze di cui ai numeri 1) e 2) del quarto comma dell' articolo 617 quater".
    ISTITUTI SOSTANZIALI :
    La natura giuridica---->reato comune, di pericolo, di mera condotta, a forma vincolata.
    Elemento soggettivo---->dolo specifico (è richiesta la consapevolezza)
    Tentativo------->non configurabile.
    ISTITUTI PROCESSUALI:
    Competenza---->Tribunale Monocratico
    Procedibilità----->d' ufficio
    Arresto----->non consentito
    Fermo di polizia----->non consentito.

    COMMENTI:
    E' solo l' articolo base dal quale si parte in quanto poi si deve fare riferimento anche ad altre norme come il TULPS (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza)
    per configurare correttamente ogni fattispecie. Faccio notare che qualunque cellulare è, tecnicamente, un dispositivo che comunica in rete tramite emissione di energia elettromagnetica in radiofrequenza (cioè una radio). Dunque un dispositivo TELEMATICO.

    Nel caso dei codici IMEI questi sono, appunto, codici che consentono l' identificazione UNIVOCA in rete telematica di dispositivi ad emissione di energia elettromagnetica in radiofrequenza, volgarmente chiamati "cellulari".
    Questi codici consentono l' identificazione univoca ANCHE AI FINI DELLA PUBBLICA SICUREZZA , in diretto collegamento con l' intestazione anagrafica dell' abbonamento di telefonia usato in concomitanza con un determinato codice IMEI.
    I cellulari, per inciso, non sono beni mobili registrati ne tantomeno beni immobili e si vendono tra i privati senza formalità, va da se che tuttavia l' alterazione del codice IMEI comporterebbe usa serie enorme di reati da poter realizzare senza che il semplice cambio di codice sia da solo giustificabile.
    ESEMPIO: poniamo che un cellulare venga rubato e che ne venga denunciato il furto tramite l' indicazione del codice IMEI. Se si acquistasse consapevolmente un cellulare rubato (cioè con la consapevolezza della provenienza delittuosa) si commetterebbe il reato di "Ricettazione". Se si potesse alterare il codice IMEI del cellulare rubato, si renderebe impossibile l' identificazione degli autori del reatato e successivamente incontestabile il reato di ricettazione nei successivi passaggi di proprietà.
    Il codice IMEI è si modificabile ma solo tramite i c.d. "canali ufficiali" ciè passaggi che consentano una registrazione "storica" del cambiamento avvenuto.
    Si tratta di fattispecie nuove, ancora insuscettibili di essere inquadrate correttamente, tuttavia pericolose perchè trattano di reati nei quali è facilissimo incappare anche per una persona incensurata.
    Fonte all-unlock.com

    Non so da dove vi siete inventati le affermazioni di cui sopra

    Inoltre cito da wikipedia : Il codice IMEI in gran parte dei cellulari in commercio può essere illegalmente modificato.

    Questo per ribadire che Sul forum non sono ammessi contenuti illegali

  6. I seguenti 11 Utenti hanno ringraziato thay per il post:

    Anna (07-09-12),anto999 (07-09-12),bluflight13 (23-06-16),Cosmogenesis (08-09-12),d128b (07-09-12),diavolo78 (12-01-14),federico779 (13-01-14),Gege98 (02-02-14),KlaasMad (12-01-14),millo1978 (08-10-13),msquared (09-09-12)

  7. #4
    Baby Droid L'avatar di uncleboy


    Registrato dal
    Sep 2012
    Messaggi
    12

    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Conosco il post, ed è disinformazione ben orchestrata.

    L'art. 615 c.p. è citato a sporoposito.

    ll fatto che un cellulare sia un dispositivo telematico non dimostra che L'IMEI sia un codice d'accesso, come non lo è l' UUID del mio hdd, o il MAC della mia ethernet, o l'IP della mia WAN.

    L'accesso al network è sempre legato alla sim.

    Se le FdO identificano le conversazioni dall'IMEI, sono solo affari loro, nessuno mi vieta di rifarmi i polpastrelli, o di rifarli a qualcuno, o di usare la chirurgia plastica, o di usare un poroxy.

    Se i provider usano o non usano le blacklist sono affari loro, non v'è alcun obbligo in merito.

    Resta il fatto che rubare è un reato e accedere a un sistema informatico abusivamente sia un reato, ma il discriminante di accesso alla rete è l'ICC-ID per il registerng sul network e l'IMSI per l'accesso alle chiamate in ottemperanza del contratto di servizio.

    Per quanto riguarda wikipedia, ho provveduto alla modifica, c'è una nota in discussione, e se qualcuno ha argomenti più fondati di un Art. del cp sventolato a vanvera, può intervenire nella disputa.

    Faccio notare che se clonassi una sim senza mai usarla, cioè senza mai accedere al network e la incorniciassi, fosse pure la sim del presidente di sta fava, non commetterei nessun reato, come non è reato possedere la copia di una chiave di una serratura che non è ne di tua propietà, nè in tuo possesso.

    Se ragionassimo così al DEFCON se li porterebbero tutti ad ogni edizione, non a caso il sistema di cloning RFID non fu mai direttamente incriminato, ma solo ufficiosamente dissuaso.

    Io non apro l'ombrello perchè la pioggia è un veleno potente, ma solo perchè preferisco restare asciutto il meglio possibile, e nessuno mi obbliga a farlo.
    Qui non è casa mia, e le regole possono imporre che si apra l'ombrello quando piove, ma raccontare che il motivo sia che la pioggia è un potente veleno, non è accettabile.
    Ultima modifica di uncleboy; 08-09-12 alle 02:26

  8. Il seguente Utente ha ringraziato uncleboy per il post:

    d128b (08-09-12)

  9. #5
    Androidiano VIP L'avatar di Zambetti


    Registrato dal
    Dec 2011
    Località
    Valle Camonica, Brescia
    Messaggi
    1,863
    Smartphone
    Google Nexus 5

    Ringraziamenti
    156
    Ringraziato 400 volte in 330 Posts
    Predefinito

    Ricordo a tutti che se con un dispositivo viene fatto terrorismo, i primi che verranno a cercare saranno proprio i proprietari e in quel caso o dimostri di averlo perso tramite una denuncia o di averlo venduto altrimenti sei nella m. fino al collo
    Se ti sono stato utile usa il tasto Thanks!
    Delirium Family su Google+ e Facebook

  10. #6
    Androidiani Power User L'avatar di thay


    Registrato dal
    Apr 2010
    Località
    Droidland
    Messaggi
    8,369

    Ringraziamenti
    35
    Ringraziato 2,171 volte in 1,299 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da uncleboy Visualizza il messaggio
    Conosco il post, ed è disinformazione ben orchestrata.

    L'art. 615 c.p. è citato a sporoposito.

    ll fatto che un cellulare sia un dispositivo telematico non dimostra che L'IMEI sia un codice d'accesso, come non lo è l' UUID del mio hdd, o il MAC della mia ethernet, o l'IP della mia WAN.

    L'accesso al network è sempre legato alla sim.

    Se le FdO identificano le conversazioni dall'IMEI, sono solo affari loro, nessuno mi vieta di rifarmi i polpastrelli, o di rifarli a qualcuno, o di usare la chirurgia plastica, o di usare un poroxy.

    Se i provider usano o non usano le blacklist sono affari loro, non v'è alcun obbligo in merito.

    Resta il fatto che rubare è un reato e accedere a un sistema informatico abusivamente sia un reato, ma il discriminante di accesso alla rete è l'ICC-ID per il registerng sul network e l'IMSI per l'accesso alle chiamate in ottemperanza del contratto di servizio.

    Per quanto riguarda wikipedia, ho provveduto alla modifica, c'è una nota in discussione, e se qualcuno ha argomenti più fondati di un Art. del cp sventolato a vanvera, può intervenire nella disputa.

    Faccio notare che se clonassi una sim senza mai usarla, cioè senza mai accedere al network e la incorniciassi, fosse pure la sim del presidente di sta fava, non commetterei nessun reato, come non è reato possedere la copia di una chiave di una serratura che non è ne di tua propietà, nè in tuo possesso.

    Se ragionassimo così al DEFCON se li porterebbero tutti ad ogni edizione, non a caso il sistema di cloning RFID non fu mai direttamente incriminato, ma solo ufficiosamente dissuaso.

    Io non apro l'ombrello perchè la pioggia è un veleno potente, ma solo perchè preferisco restare asciutto il meglio possibile, e nessuno mi obbliga a farlo.
    Qui non è casa mia, e le regole possono imporre che si apra l'ombrello quando piove, ma raccontare che il motivo sia che la pioggia è un potente veleno, non è accettabile.
    Quello che stai dicendo e' la solita storia,un piede nella fossa ed uno sulla terra ferma,la terra di nessuno.Leggi e regole anzi interpretazioni che possono essere portate a proprio vantaggio ma che rasentano la legalita'.Spesso inoltre oltre a rasentarla la scavalcano anche con buona pace per tutti.Se ti trovi coivolto in situazioni spiacevoli e sei in questo limbo credimi le cose si mettono ben diversamente e le interpretazioni lasciano ben poco spazio alla realta'.Poi ognuno decide e fa cio' che meglio crede ..free to live....

  11. #7
    Baby Droid L'avatar di uncleboy


    Registrato dal
    Sep 2012
    Messaggi
    12

    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Zamboss Visualizza il messaggio
    Ricordo a tutti che se con un dispositivo viene fatto terrorismo, i primi che verranno a cercare saranno proprio i proprietari
    Questo non è rilevante, nè pertinente, descrive una atto criminoso concreto, quando il fine è un reato, la condotta è probatoria. Volevo evitare in qualunque modo un giudizio personale, ma attenermi ai fatti, evitando ad ogni costo il 'se'.

    Entrando nel merito, rispondo che se con un dispositivo viene commesso un reato, è naturale che si cerchi l'autore attraverso gli indizi che il dispositivo produce, ma l'elemento probatorio è il possesso, non la proprietà. Per stabilire l'occasione occorre collegare l'accusato all'arma del delitto.

    Non discuto il caso concreto, ma la norma generale. Cerco di stabilire se un preciso comportamento rientra o meno nel fatto illecito. Non mi interessa stabilire se sia giusto o sbagliato, rischioso o meno, ne esprimere alcuna opinione in merito.

    Possedere un candelabro di proprietà, non costituosce illecito e non comporta oneri amministrativi, è chiaro che un candelabro usato per compiere un delitto diventi un'arma impropria, ma resta un oggetto comune, non un'oggetto atto ad offendere come un coltello da macellaio.

    Per tornare alla norma generale un telefono non è un oggetto atto ad offendere, come qualunque oggetto può trasformarsi in un arma impropria, o nello strumento di una condotta illecita.

    Quindi l' affermazione è valida per il legittimo sospetto, ma non sufficiente per un giudizio di colpevolezza al di là del ragionevole dubbio, soprattutto non confuta il fatto che l'IMEI modificato di un telefono non è il frutto di una condotta illecita.

    Quote Originariamente inviato da Zamboss Visualizza il messaggio
    e in quel caso o dimostri di averlo perso tramite una denuncia o di averlo venduto altrimenti sei nella m. fino al collo
    Dato che siamo passati al 'tu', sempre nell'ambito dell'ipotetico fatto concreto, ti rispondo che un'accusa è un'accusa, se per 'm. fino al collo' intendi il doversi difendere dalle accuse in un processo penale, è condivisibile solo perchè un giudizio di piena assoluzione in questo paese non da diritto al rimborso di tutte le spese sostenute dall'imputato a differenza di altri paesi.
    Ultima modifica di uncleboy; 09-09-12 alle 22:09

  12. #8
    Baby Droid L'avatar di uncleboy


    Registrato dal
    Sep 2012
    Messaggi
    12

    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da thay Visualizza il messaggio
    Quello che stai dicendo e' la solita storia,un piede nella fossa ed uno sulla terra ferma,la terra di nessuno
    Quello che dico è esattamente quello che dico, non esprimo opinioni, non mi interssano i giudizi, cerco solo di stabilire i fatti.

    Quote Originariamente inviato da thay Visualizza il messaggio
    Leggi e regole anzi interpretazioni che possono essere portate a proprio vantaggio ma che rasentano la legalita'
    Un preciso e determinato comportamento, rispetto alla norma generale, è o non è consentito, non 'rasenta', es circolare a 50.0 km/h dove vige il limite di 50km/h.

    Quote Originariamente inviato da thay Visualizza il messaggio
    Spesso inoltre oltre a rasentarla la scavalcano anche con buona pace per tutti
    Manca il soggetto.

    Quote Originariamente inviato da thay Visualizza il messaggio
    Se ti trovi coivolto in situazioni spiacevoli e sei in questo limbo credimi le cose si mettono ben diversamente e le interpretazioni lasciano ben poco spazio alla realta'.Poi ognuno decide e fa cio' che meglio crede
    Ah il grande libro dei consigli.
    Ultima modifica di uncleboy; 09-09-12 alle 20:46

  13. #9
    Androidiani Power User L'avatar di thay


    Registrato dal
    Apr 2010
    Località
    Droidland
    Messaggi
    8,369

    Ringraziamenti
    35
    Ringraziato 2,171 volte in 1,299 Posts
    Predefinito

    Caro uncleboy il gergo e gli argomenti di avvocatura non sono proprio materia di questo forum.Rilevante per noi invece restare assolutamente nella legalita'.
    A che pro' cambiare imei ? a che pro' avere paure e dubbi a riguardo.Personalmente questa esigenza non la ho,Posso solo dire che questo e' un argomento nebuloso che ha aspetti limite.Di certo non siamo noi organo e luogo per discuterne quindi ribadisco non e' vietato parlare dell'argomento ma di certo qui su Androidiani non vedrai mai pubblicati articoli sulla manomissione dell'identificativo IMEI e del IMSI

  14. #10
    Baby Droid L'avatar di uncleboy


    Registrato dal
    Sep 2012
    Messaggi
    12

    Ringraziamenti
    0
    Ringraziato 3 volte in 2 Posts
    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da thay Visualizza il messaggio
    Caro uncleboy il gergo e gli argomenti di avvocatura non sono proprio materia di questo forum.Rilevante per noi invece restare assolutamente nella legalita'.
    A che pro' cambiare imei ? a che pro' avere paure e dubbi a riguardo.Personalmente questa esigenza non la ho,Posso solo dire che questo e' un argomento nebuloso che ha aspetti limite.Di certo non siamo noi organo e luogo per discuterne quindi ribadisco non e' vietato parlare dell'argomento ma di certo qui su Androidiani non vedrai mai pubblicati articoli sulla manomissione dell'identificativo IMEI e del IMSI
    Caro Thay, non è un caso che la premessa principale della discussione è che un forum è liberissimo di scegliere quali argomenti trattare e in che modi.
    Nemmeno il fatto che il post che tu citavi sia ora privo di fonte, cancellato dal forum che lo ospitava è un caso.
    Non è un caso la scelta di questo forum per perseguire lo scopo di fare chiarezza su un aspetto preciso che riguarda la libertà delle persone.

    Tanta libertà dimostrata dall'attitudine di molti nell'esercitarla facendo dei propri dispositivi quel che meglio credono, proprio perchè qualcuno a suo tempo ha voluto stabilire che questo sia un diritto.

    Ed è un imperversare di jailbrake, di os alternativi, di versioni modificate, patch, smanettamenti vari, e alcuni tabù, uno dei quali mi sentivo di abbattere, in favore del libero arbitrio non condizionato da false credenze.

    Perchè:
    la libertà, se non esercitata costantemente, appassisce e muore.
    Ultima modifica di uncleboy; 09-09-12 alle 20:46

Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Ultima pagina

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire risposte
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Torna su
Privacy Policy