Leagoo T5: la recensione del “flagship killer”

21 agosto 20173 commenti

Leagoo T5 è stato presentato dall'azienda come il vero flagship killer del 2017, in grado di battere tutti i principali competitor. La dichiarazione è di certo provocatoria ma il device, soprattutto nella fascia di prezzo in cui si pone, si comporta tutt'altro che male.

UNBOXING

La confezione di vendita di Leagoo T5 si presenta con una scatola bianca con una trama in rilievo ed il logo dello smartphone al centro.

All’interno, oltre ovviamente al device, troviamo una dotazione piuttosto completa, composta da:

  • Cavo USB
  • Adattatore da parete con uscita 5V – 2A
  • cuffie dotate di microfono
  • cover in TPU trasparente
  • clip per la rimozione della Nano Sim
  • 2 panni per pulire il display
  • manualistica generale

Gli accessori risultato essere di buona qualità costruttiva ed abbastanza resistenti, eccezion fatta per gli auricolari, dei quali parlerò più avanti.

Il dispositivo si presenta inoltre con una pellicola già montata sul display, aggiunta sicuramente gradita per chi teme di graffiare il cellulare.

IL DISPOSITIVO

Leagoo ha condotto innumerevoli test e ricerche di mercato per creare un dispositivo dal design ricercato ma che sia al contempo comodo da tenere in mano: il nuovo T5 ha una struttura solida e maneggevole, con corpo unibody in metallo CNC e NANO. La parte anteriore è occupata dall’ampio display da 5.5 pollici in vetro con curvatura 2.5D.

Il livello costruttivo del dispositivo è veramente elevato: nessuna sbavatura o scricchiolio, uniti al design comodo ed al contempo maneggevole rendono il T5 un device comodo e resistente all’uso quotidiano.

Sulla parte frontale trovano posto la fotocamera anteriore da 13 megapixel, il piccolo flash LED per i selfie notturni ed il lettore di impronte digitali. Lo sblocco tramite lettore di impronte digitali è pressoché immediato e molto preciso: capita infatti raramente che non riconosca il tocco. Inoltre è possibile compiere delle gesture sul lettore per attivare il multitasking oppure andare indietro/avanti nelle app.

Nella parte inferiore si concentrano il jack audio da 3.5mm, il connettore microUSB e l’altoparlante. I tasti fisici per l’accensione e la regolazione del volume si trovano tutti sulla destra, mentre la parte sinistra è occupata dallo slot per le 2 NanoSIM (o 1 NanoSIM e una scheda microSD).

La parte posteriore ospita il logo dell’azienda e la dual camera con sensori da 13 e 5 megapixel, insieme al microfono per la riduzione dei rumori ed un flash LED dual tone.

Piccola nota: durante il periodo di prova ho ricevuto un aggiornamento con le patch di sicurezza di agosto, che ha attivato un LED di ricarica. Il LED, di colore rosso, non ha mai funzionato prima dell’aggiornamento e serve soltanto ad indicare che il dispositivo è in carica: una volta completato il ciclo di ricarica il LED si spegne e non è possibile configurarlo in alcun modo, né tanto meno utilizzarlo per le notifiche.

SCHEDA TECNICA

  • Sistema operativo: Leagoo OS 2.1 basato su Android 7.0 Nougat
  • Processore: MediaTek 6750T Octa-core, con clock a 1,5 GHz
  • Memoria RAM: 4GB
  • Memoria interna: 64GB, espandibile con microSD
  • Display: 5.5 pollici FHD da 1920×1080 pixel con 400,93 PPI
  • Fotocamera posteriore: Dual camera da 13 e 5 megapixel con flash LED dual tone
  • Fotocamera anteriore: 13 megapixel con flash LED
  • Batteria: 3000mAh
  • Peso: 178,1g
  • Dimensioni: 153×76,1×7,9mm

Caratteristiche tecniche di tutto rispetto, soprattutto per un device che si piazza nella fascia medio/bassa del mercato.

DISPLAY

Leagoo T5 è dotato di un display FullHD IPS da 5.5 pollici in vetro con curvatura 2.5D, che regala al dispositivo un look “premium”. Il pannello, realizzato da SHARP, è dotato di un angolo di visuale pari a 178°. La qualità dello schermo, nonostante si tratti solo di un FullHD, è piuttosto elevata e quello che mi ha sorpreso di più è la luminosità: già a metà barra il display del Leagoo T5 risulta essere ben visibile alla luce del sole, ma aumentando al massimo la luminosità è possibile visualizzare i contenuti sul proprio smartphone anche sotto la luce diretta, senza nessun problema.

Il dispositivo è dotato inoltre della modalità d’immagine MiraVision, che permette di agire su contrasto e saturazione dei colori del display.

FOTOCAMERA

Iniziamo dalla fotocamera anteriore, dotata di un sensore da 13 megapixel realizzato da OmniVision, con apertura f/2.0, grandezza sensore da 1/3.06” e grandezza pixel da 1.12μm. La fotocamera anteriore si comporta relativamente bene con i selfie, anche se soffre in condizioni di scarsa luminosità. Il flash LED, che dovrebbe venire in aiuto quando la luce è poca, tende ad appiattire l’immagine ma tutto sommato fa il suo lavoro.

Altra storia per la fotocamera posteriore, composta da due sensori da 13 e 5 megapixel, realizzati rispettivamente da Sony ed Omnivision, con apertura f/2.0 e grandezza pixel da 1.12μm. Il secondo sensore, come già visto su altri smartphone, scatta foto soltanto in bianco e nero (in questo caso senza possibilità di mettere a fuoco).

L’assenza di uno stabilizzatore ottico d’immagine vi costringerà ad avere una mano ferma in condizioni di scarsa luminosità, ma le foto in piena luce sono buone e ricche di dettagli, soprattutto quando si tratta di macro. Le foto in cui sono presenti forti fonti di luce tendono ad essere sovraesposte, ma la modalità HDR viene parzialmente in aiuto.

Quando cala la luce il rumore digitale si fa sentire: il dispositivo è dotato di una modalità notturna, ma i risultati migliori si ottengono con app di terze parti che permettono di impostare i controlli manuali: in questo caso i risultati sono più che apprezzabili. Il flash LED dual tone lavora bene ed è abbastanza potente.

Modalità ritratto SLR

Leagoo T5 è dotato inoltre di una modalità Ritratto (SLR), che combina entrambe le fotocamere per ottenere un effetto con sfondo sfocato simile a quello ottenuto con le reflex. L’effetto è molto carino e ben realizzato, peccato però che una volta scattata la foto l’area a fuoco a volte è diversa da quella selezionata prima di scattare.

Con HDR / senza HDR

Senza flash / con flash

La fotocamera secondaria permette di scattare solo in bianco e nero, senza possibilità di mettere a fuoco ed alla risoluzione di 5 megapixel. I risultati sono decisamente scarsi, meglio utilizzare la fotocamera principale ed applicare un filtro di desaturazione.

Buoni anche i video in risoluzione FullHD, che calano drasticamente di qualità con poca luce.

SOFTWARE

Leagoo T5 è dotato del Leagoo OS 2.1 basato su Android Nougat 7.0, che offre una personalizzazione leggera, ma probabilmente sarebbe stato meglio Android stock.

Buona la fluidità generale del sistema, le applicazioni si avviano in maniera quasi istantanea tranne le più pesanti (come Facebook) che impiegano qualche istante in più. Real Racing 3, ad esempio, impiega circa 14 secondi per avviarsi completamente.

Il menu delle impostazioni è completo e permette di agire su quasi tutti gli aspetti del dispositivo. Da ricordare la presenza di una modalità che permette di accendere e spegnere il device ad orari programmati. La mancanza di tasti fisici è sopperita dai tasti virtuali presenti sullo schermo, che tra l’altro è possibile nascondere premendo la freccetta a sinistra.

Alcune cose fanno storcere il naso, come la mancata possibilità di poter cambiare sfondo della lock screen: fortunatamente però siamo su Android, ed è possibile risolvere con app di terze parti.

Le prestazioni, grazie ai 4GB di memoria RAM sono buone anche in condizioni di stress. Nel corso della prova non ci sono stati lag degni di nota. Ecco i risultati del benchmark AnTuTu.

TASTIERA, RICEZIONE E AUDIO

La tastiera è la classica Gboard, che si comporta bene in ogni occasione, rapida ed efficiente. Il gps svolge bene il suo lavoro: in tutti i tragitti impostati non ha mai perso il segnale, utilizzando Google Maps.

La ricezione generale delle chiamate è molto buona, ma il volume in capsula non è molto alto, stessa cosa vale anche per le chiamate in viva voce. Non sono presenti distorsioni o disturbi, ma un po’ di volume in più sarebbe stato ben accetto.

Gli auricolari in dotazione hanno un aspetto decisamente cheap, ma una volta infilati nelle orecchie non suonano affatto male. L’aspetto estetico delle cuffie non è infatti in linea con il device e con gli accessori presenti nella confezione.

Il player musicale è quello classico, funzionale ed essenziale: svolge bene la sua attività, senza fronzoli. Leagoo T5 è inoltre dotato di radio FM.

BATTERIA

Leagoo T5 monta una batteria da 3000mAh realizzata da LG, che garantisce una buona autonomia anche con uso intenso. Non sarà la batteria più grande vista in uno smartphone, ma riesce decisamente a portarvi a fine giornata e oltre.

CONCLUSIONI

Leagoo T5 è un dispositivo che cerca di essere un flagship killer, con una buona scheda tecnica ed una buona usabilità. La concorrenza con i top di gamma è spietata e di certo un dispositivo appartenente alla fascia medio/bassa non può competere con i big del settore.

La situazione si ribalta completamente quando si guarda appunto alla fascia a cui T5 appartiene: per la modica cifra di 159€ Leagoo offre un dispositivo in vetro e metallo, dal design curato, con doppia fotocamera e un ottimo sensore di impronte digitali.

Non sarà un flagship killer nel vero e proprio senso della parola, ma nella sua fascia è sicuramente un best buy.

COSA CI è PIACIUTO

Leagoo T5 è un dispositivo di fascia medio/bassa che vuole sembrare un top di gamma, e in parte ci riesce: buona dotazione hardware e ottimo design lo rendono il prodotto ideale per chi vuole spendere poco ma avere un device dall’aspetto premium.

Buona anche la fotocamera, anche se ci sono ampi margini di miglioramento.

COSA NON CI è PIACIUTO

La personalizzazione del software, seppur poco invasiva, avrebbe potuto lasciare tranquillamente spazio all’esperienza classica di Android stock.

Il sensore in bianco e nero della fotocamera posteriore sembra essere solo una trovata commerciale, al momento. Magari in futuro verrà ottimizzato meglio.

Potete acquistare Leagoo T5 su GearBest a 159,02€.

 

Loading...
  • Salvatore Privitera

    AHAHAAHAH “buona scheda tecnica”.

    • Alessio Perelli

      e malware incluso…..dato che questa casa era una di quelle uscite in un report poco tempo fa……dove installava robaccia

    • GM R

      Non ha una buona scheda tecnica?