Samsung Galaxy S III: ecco come verrà notificato lo “Stato dispositivo”

5 giugno 201239 commenti

Samsung sembra aver trovato il metodo giusto per osservare lo stato del dispositivo, cioè se lo smartphone è stato modificato, quindi se l’utente ha eseguito alcune operazioni di modding per ottenere i permessi di root, per sbloccare il bootloader, ecc. Questo metodo, o per meglio dire, voce del menu Impostazioni, è stata avvistata dai primi possessori del nuovo Galaxy S III che hanno modificato il proprio device, i quali hanno ritrovato nelle Info del telefono una nuova voce: “Stato del dispositivo”.

La voce “Stato dispositivo” introdotta da Samsung nel nuovo Galaxy S III, presente nelle informazioni dello smartphone, può variare da “normale” a “modificato”.

Ovviamente, come avrete facilmente intuito, lo stato modificato, indica che lo smartphone è stato sbloccato dall’utente, il quale, con semplici operazioni di modding avrebbe ottenuto i permessi di root, avrebbe installato una Recovery modificata ed altro.

Tutto ciò permetterebbe al produttore sud-coreano di controllare in pochissimo tempo lo stato dello smartphone in assistenza, in modo tale da constatare se si tratta di un dispositivo in garanzia e quindi, in caso di casi d’assistenza, se ricorrere a riparazioni gratuite o a pagamento.

Ciò preoccupa molto noi utenti, in quanto, amanti del modding, non vorremmo rischiare di dover pagare l’assistenza. Attualmente non sappiamo se il ripristino totale dello smartphone riporta lo “Stato dispositivo” in “normale”, o se questo marchio rimarrà indelebile.

Samsung contro il modding. Chissà chi la spunterà.

 

Loading...
  • Balaus

    Confermo!lo stato del mio dispositivo è cambiato 2 minuti esatti dopo che ho aperto la confezione.ROOT RULEZ

    •  ciao, a giorni dovrebbe arrivarmi l’s3, sono nuovo di android e ho una domanda.. perdonatemi se è banale ma avere i permessi di root (uso linux normalmente) sullo smartphone che vantaggi mi da?

      • puoi installare applicazioni che necessitano di tale permesso, perchè vanno a toccare dei file di sistema.

        Vantaggi a livello prestazionali non ce ne sono, sono soltanto applicativi.

      • giuseppe

        Accedere a tutte le partizioni possibili e immaginabili, cambiare parti dell’os, rimuovere app di sistema…ma puoi tranquillamente farne a meno.
        Il root sulle distro linux in generale e’ invece essenziale anche peri installare semplici pacchetti

        • Elegos

          Il root su Linux è indispensabile solo ed unicamente per gestire programmi di sistema e kernel. Non è assolutamente necessario per installare pacchetti.

          Ops, dimenticavo che ormai il 90% degli utenti “nuovi” di Linux usano Ubuntu…

          • giuseppe

            Caro mio sapientone, hai mai provato a installare un app su una distro senza premettere.il comando su o sudo?

      • Sergio

        Innanzitutto puoi disinstallare o cambiare applicazioni che sono state messe come “di sistema”, anche se non ne hanno nessun diritto di esserlo. Poi puoi modificare applicazioni di sistrema (per esempio puoi cambiare lasuncher, rendendolo il launcher di sistema) e configurare dei toggle che senza il root non ti farebbe configurare.

        Di piccoli vantaggi ce ne sono molti, in realtà, ma solo se hai la pretesa di personalizzare l’utilizzo del tuo dispositivo (l’utilizzo, non il wallpaper).

  • Nicoloconigliaro

    tranquilli fleshando con odin tutto torna normale con la stock non vi allarmate… :) gia testato… invece raga ho il gs3 che mi da la ricarica max a 99 perc… che posso fare?

    • verygoodsek

      è normale che lo faccia… è una protezione dell’os… se vuoi provare a risolvere (ma non ti serve veramente a niente) prova a calibrare la batteria.

      In merito all’articolo: penso che non passerà molto tempo prima che escano le prime guide per togliere quel warning… è sicuro!

    • Ddd

      Flashare con odio quindi risolve tutto senza usare nemmeno triangle away ?

      • Ddd

        Odio

        • Ddd

          E 3 lol . ODIN

          • Monsterfru

            No, per resettare il counter devi per forza di cose usare triangle away, e poi flashare con ODIN la rom stock (nel caso tu debba portare il cel in assistenza, perchè flashando la rom perdi il root per esempio)

      • Il male

        Lo devi proprio odiare mentre flashi!  >:-|

      • Kiriakywar

        Disprezza quella scritta e sparirà da sola come in Peter Pan quando tutti gridavano ” IO CREDO NELLE FATE LO GIURO, LO GIURO! “

    • Bertoldo_alessandro

      Caricalo spento vedrai che ti da il 100% i samsung che ho avuto cosi facevano

  • Monsterfru

    Dopo aver fatto il root o altro genere di mod, si attiva ovviamente il counter ma non compare nessun triangolo giallo come sul galaxy s2. Per azzerare quel counter esiste un software chiamato triangle away reperibile sul market. Gia installato e testato e funziona senza problemi.

    • Djtnt

      Non è il problema che stiamo affrontando qui. Impara a leggere.

      • Pequeno

        Forse intendeva che verra’ fixato ancxhe questo tramite procedura per riportarlo a “non modificato” ( impara a leggere e’ da cafoni ) 

      • Lorenzo_z1

        Impara a vivere, e solo un consiglio, se esce fuori discussione puoi dire benissimo: grazie dell´informazione ma qui stiamo parlando di un altro argomento

  • Al3xI98O

    “Samsung contro il modding”: se vogliono darsi la zappa sui piedi IMHO. Il motivo principale perchè c’è una grossa comunità dietro ai cell S è proprio il modding :)

  • Simone

    sarebbe la mossa piu’ deficente da fare. Android ha il suo valore aggiunto principale proprio nel modding e nella possibilita’ di installare rom cucinate.
    Ma sara’ mica che samsung e’ stata acquisita da apple, perche’ mi pare che si stia comportando sempre di piu’ come l’azienda di cupertino! :-)

    • Elegos

      In realtà Samsung, LG ed HTC sono sempre stati contro il modding, così come Motorola: il software può letteralmente uccidere l’hardware spingendolo a fare cose che non dovrebbe (volume troppo alto, frequenza di CPU troppo alta, scarica/carica della batteria troppo veloce etc). Io sono d’accordo con loro, se si vuole avere un cellulare per modificarlo, allora prendiamoci un cellulare di sviluppo (ultimo: Galaxy Nexus). Se invece si vuole avere il cellulare più performante per giocare a cagatine come Temple Run, allora ci si tiene la ROM di fabbrica.

      • Paolo Refuto

        Hai ragione.. Samsung ha tutto il diritto.. Infatti samsung non lotta contro il modding, ma dato che questo può rovinare il telefono, l’azienda non è tenuta a pagare l’assistenza!

      • Fabio Padovani

        Mi spiace,ma da possessore di un Optimus Black, ti posso assicurare che LG NON E’ assolutamente contro il modding,anzi…credo sia l’unica casa (o una delle pochissime) che ripara i dispositivi anke una volta moddati,senza troppe storie… Certo,se poi il danno è dovuto alle modifiche apportate, bhe…allora è un’altra questione… Ma in tutti altri casi (rottura schermo,illumizazione non funzionante,fotocamera rotta ecc, quindi nulla che riguardi il modding) LG ripara il telefono anke con ROM non originali… Una delle poche cose buone di sta casa produttrice,lasciagliela! :)

  • Jk Italiano

    E deficiente spendere 700 euro per poi modificare uno smartphone che e gia ultraprestante.

  • Alessandro Buscema

    Un modo semplice e veloce per decretare il flop di un cellulare di fascia alta

    • giuseppe

      Vero……

    • cyberdemon8

      Ho seri dubbi che un flop possa essere decretato da queste cose…
      purtroppo penso che tanti di quelli che acquisteranno questo terminale manco sanno cos’è il modding… Samsung comunque si avvicina sempre più ad Apple nel bene come nel male

  • Gaspa1979

    Ma senza permessi di root posso comunque installare launcher alternativi?

    • giuseppe

      Si. I launcher sono normalissime app

  • Jhonny Robert Smitch

     io credo che chi ha detto che è da deficienti modificare un telefono di 700€ o e stato pagato da apple per dire sta cazzata o non sa minimamente da dove deriva android.. se volevo un dispositivo da non modificare prendere un iphone o un windows phone.. non un android che e un linux based e come tale dovrebbe rispettare il concetto di libertà    samsung facendo cosi fa lo stesso gioco del apple.. allora mi chiedo se devo spendere 700€ e non posso modificarlo.. tanto vale andarmene dal apple.. (io odio apple sia chiaro)  ma samsung non sta facendo diversamente.. addirittura ora monitorizza lo stato del dispositivo.. ma per favore.. prendetevi un nokia 3310 quando sparate cazzate che e giusto che samsung faccia cosi.. samsung i soldi se li prende..

    • callea

      Ma che dici, modificare lo smartphone non è mica vietato dalla legge.
      La libertà di moddare c’è sempre.

      Al tempo stesso non vedo perché un produttore debba garantire il funzionamento di un dispositivo modificato, modifiche che peraltro possono portare al brikkaggio.

      In altre parole tu puoi moddare quanto vuoi, sei libero di farlo nessuno ti sbatte in galera, ma al tempo stesso ti prendi tuttre le responsabilità del funzionamento del dispositivo.

      • 4porri

         esatto, nn vedo cosa ci sia da capire.

      • Paolo Refuto

        Concordo… l’ho scritto anche sopra!

  • Pingback: Samsung Galaxy S III: ecco come verrà notificato lo “Stato dispositivo” | Mandave()

  • Chryss6917

    Rimanendo in tema io penso che indipendentemente dal modding la casa deve comunque sistemarlo poi se il problema e del telefono l assistenza sara gratuita mentre se è dovuta del modding che sbaglia paga…
    Mentre la samsung indipendentemente dal problema se riconoscela modifica te lo fa pagare indipendentemente dal problema

  • IVANO ANTONIO

    PROCEDURA PER RIPORTARE LO STATO DA MODIFICATO A NORMALE (dopo ad esempio avere effettuato root e vari modding). TESTATO
    1. per prima cosa, con il telefono rootato installiamo triangle away (per resettare il contatore che altrimenti NON puo’ essere resettato con una rom senza il root.
    2. installiamo una rom originale samsung tramite odin (la si puo’ scaricare da samfirmware)
    3. entriamo in recovery ed effettuiamo i wipe reset (anche cache) (ovviamente tutti i dati verranno persi)
    4 reboot.
    dopo avere avviato il sistema ed inserito gmail ecc ecc … controlliamo il sistema e dovrebbe essere tutto ok :) saluti.