Razer Phone: il successore di Nextbit Robin è ufficiale

2 novembre 20177 commenti

Come anticipato nella giornata di ieri, da poche ore è stato ufficialmente presentato il Razer Phone, il primo device dell'azienda. Giusto qualche mese fa, Razer aveva annunciato l'acquisto di Nextbit, mostrando interesse a un ingresso nel mercato degli smartphone. 

Razer Phone è stato annunciato dall’azienda con un evento tenutosi a Londra, mostrando tutti eccessi di questo telefono. Il desing squadrato riprende quello del suo antenato Nextbit Robin, senza dimenticare le chicche un po’ tamarre in pieno stile Razer e con una scocca  interamente in alluminio. Inoltre lo smartphone essendo indirizzato a un pubblico di “gamers” risulta estremo anche nel hardware, come possiamo vedere dalla scheda tecnica in basso:

  • Schermo: 5,72” IGZO LCD, QHD (1.440 x 2.560 pixel), 120Hz di refresh, wide color gamut, Gorilla Glass 3
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 835
  • RAM: 8 GB LPDDR4 a 1.600 MHz
  • Memoria interna: 64 GB UFS espandibile con microSD (con microSD fino a 2 TB)
  • Fotocamera posteriore: 12 megapixel f/1.75 + 13 megapixel con zoom 2X ed f/2.6, dual PDAF, dual tone LED flash
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/2.0razer
  • Connettività: LTE, Wi-Fi ac, Bluetooth 4.2, NFC
  • Batteria: 4.000 mAh con Quick Charge 4+
  • Dimensioni: 158,5 x 77,7 x 8 mm
  • Peso: 197 grammi
  • OS: Android 7.1.1 Nougat

La principale novità del device è l’Ultramotion Display, il GSync di Razer che dovrebbe garantire una fluidità senza precedenti su piattaforme mobile. Ultramotion Sincronizza il refresh della GPU con quello del display in modo dinamico. Si tratta di un’ottimizzazione realizzata in collaborazione con Qualcomm, che nessun altro dispositivo mobile ha, il tutto senza intaccare sull’autonomia. Sul fronte performance abbiamo non solo il più potente processore di Qualcomm, ma ben 8 GB di RAM, che secondo i benchmark di razer dovrebbero collocarlo tra i migliori del mercato in  questo campo.

Phone made for gamers, by gamers

Razer mostra particolare attenzione anche all’audio grazie a due speaker frontali, entrambi con un suo amplificatore,certificati Dolby Atmos e THX. Inoltre attenzione anche per le cuffie, grazie ad un DAC dedicato a 24-bit. La batteria da ben 4.000 mAh dovrebbe garantire un ottima autonomia, ma non solo, fa il debutto su questo device la velocissima Quick Charge 4+ da coprire l’85% di carica in un’ora. Per dare un idea concreta Razer, ha promesso 7 ore di gioco con un ciclo di carica. Presente anche il sensore di impronte digitali collocato di lato.

Nello smartphone sarà presente un interessante applicativo chiamato Game Booster, che premetterà di settare delle configurazioni per ogni singolo gioco, ad esempio in che risoluzione eseguirlo, con che refresh rate, se abilitare o meno l’anti-aliasing ed anche la frequenza massima della CPU. Ci saranno grazie a delle collaborazioni con aziende come Square Enix, Vector Unit, Tencent, Madfinger Games, Bandai NAmco, noodlecacke studios e altri delle versioni ottimizzate in QHD a 120 Hz dei loro giochi (Arena of Valor, Tekken e Final Fantasy XV Pocket Edition, giusto per citarne alcuni) esclusive ovviamente per il Razer Phone. A tutto si aggiungono due altre esclusive: una speciale versione di Nova Launcher Prime preinstallata e un gioco Ultra Hunt che uscirà in anteprima per il Razer Phone nel inverno 2018. Per il passaggio a Android Oreo l’azienda promette il rilascio entro la fine del Q1 2018.


Leggi anche:

Quali sono i migliori Smartphone per “smanettoni”?


Razer Phone sarà disponibile presso lo store ufficiale dal 17 novembre in Italia per 769€, oltre allo smartphone sono stati presentati degli accessori acquistabili separatamente: delle cuffie In-Ear che sfruttano al massimo il DAC dedicato a 24-bit e due tipi di cover differenti.

Loading...