Amazon Prime – conviene abbonarsi in Italia? [Editoriale]

3 aprile 201869 commenti

L’indignazione causata dall’aumento di prezzo di Amazon Prime ha generato un grosso malcontento nell’utenza. Tutto ciò mi ha fatto riflettere su quanto legittime possano essere le diffuse lamentele a riguardo. Ormai ho un’idea piuttosto chiara e in questo editoriale vi spiego i principali vantaggi del suddetto abbonamento, oltre ad una breve opinione personale.

[Ci tengo a precisare che mi limiterò ad analizzare il servizio italiano, senza far alcun riferimento a mercati differenti in cui si ha un costo ancora maggiore con un’offerta ben più elevata rispetto alla nostra. In USA, ad esempio la spesa annua è di ben $99, ma anche in alcuni stati europei si sfiorano queste cifre.]

Ma partiamo con ordine ed introduciamo l’argomento.

Amazon Prime è un servizio facoltativo legato alla piattaforma di e-commerce più famosa ed utilizzata al mondo. Si tratta di un abbonamento annuale che offre numerosi vantaggi agli utenti, tra cui spedizione gratuita e consegna garantita in 1 o 2 giorni lavorativi.

Fino ad oggi il costo annuo del servizio è stato di soli €19,99, mentre dal prossimo 4 Aprile sarà aumentato a €36, con opzione mensile a €4,99, un rincaro pari all’ 80%.

Per molti utenti si tratta di un prezzo – quasi raddoppiato – che non viene giustificato dalla bontà del servizio. Ma prima di trarre conclusioni affrettate, analizziamo tutti i vantaggi offerti da Amazon Prime in Italia.

Spedizione gratuita e consegna entro 1 / 2 giorni

Su questo aspetto c’è ben poco da dire. Una volta effettuato l’ordine, l’evasione dello stesso avviene in poche ore, in casi estremi si arriva ad un massimo di 24h.
La spedizione gratuita ci consente di acquistare prodotti singoli ed economici, senza doverci preoccupare di spendere quasi più per la spedizione che per il prodotto in sé.

La consegna espressa è inoltre un vantaggio da non sottovalutare. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un miglioramento costante – specialmente in città medio-grandi – con spedizioni consegnate anche in meno di 24 ore.

C’è però da segnalare la corposa disparità che affligge le città più piccole, le isole e le province meno industrializzate. Molto spesso le consegne vengono posticipate fino ad una settimana dall’evasione dell’ordine, creando evidenti disagi e generando un giustificato malcontento.

In ultimo c’è da ricordare l’esistenza di Amazon Prime Now, attualmente disponibile a Milano e dintorni e presto in arrivo anche a Roma. Con questo servizio è possibile ricevere i propri ordini già dopo poche ore dall’acquisto. In molti casi Prime Now viene utilizzato anche per beni di prima necessità e cibi freschi.

Amazon Prime Video

Con l’abbonamento Prime si ha diritto ad accedere al catalogo di Amazon Prime Video. Si tratta di una piattaforma molto simile a servizi come Netflix o Infinity, con un catalogo di film e serie tv di cui usufruire tramite web o app.

Non mancano produzioni ufficiali “Prime Original” e programmi in esclusiva, come l’interessante show automobilistico “The Gran Tour”.

Nell’ultimo anno la piattaforma è maturata molto con l’aggiunta di nuovi contenuti e in molti la preferiscono anche a servizi ben più consolidati come Netflix.

Amazon Prime Photos

Prime Photos non è altro che un archivio cloud che garantisce spazio gratuito a tutti i membri Prime, con salvataggio automatico e back-up dei propri scatti. Lo spazio di archiviazione è illimitato ed è possibile accedervi tramite web o installando l’apposita applicazione.

Twitch Prime

In ultimo vi segnalo Twitch Prime.

Per chi non lo conoscesse, Twitch è una piattaforma di streaming videoludico, che esiste già da molti anni ma che da poco sta prendendo piede in Italia, anche grazie alla miliardaria acquisizione da parte di Amazon.
Si tratta di un punto di riferimento per chi come me è appassionato di videogiochi, specialmente in campo competitivo e degli e-sports.

Su Twitch è possibile supportare i propri streamer preferiti tramite un abbonamento mensile a partire da €4,99, ulteriore fonte di guadagno oltre alla classica pubblicità e alle donazioni degli utenti.

Collegando il proprio account Amazon alla suddetta piattaforma è possibile accedere a vantaggi piuttosto consistenti. Ogni mese si ha infatti la possibilità di abbonarsi ad un canale a scelta, supportando lo streamer in modo del tutto gratuito.
Inoltre si ottengono spesso contenuti aggiuntivi per i giochi più diffusi, che altrimenti sarebbero a pagamento.


Insomma Amazon Prime per me è una risorsa irrinunciabile, anche dopo l’aumento di prezzo. Ovviamente posso basarmi soltanto sulla mia esperienza personale, influenzata dall’enorme utilizzo che faccio della piattaforma.

In conclusione ci tengo a precisare che la mia analisi è finalizzata a racchiudere – in un unico articolo – i vantaggi di Amazon Prime, che spesso non tutti conoscono.
È doveroso precisare che molti utenti non sono interessati alla quasi totalità dei servizi offerti. In tal caso mi sento ovviamente di sconsigliare l’abbonamento Prime.
Inoltre sono d’accordo con chi – per svariati motivi – non riesce a godere a pieno di tale offerta, finendo per denigrare quest’ultima. Allo stesso tempo credo però che l’aumento di prezzo sia più che giustificato e direttamente proporzionale al costante aumento di qualità del servizio in Italia.

E voi siete abbonati ad Amazon Prime? Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate a riguardo, mi aspetto un caloroso dibattito e tanti spunti di riflessione.

Loading...