Andy Rubin su Alibaba ed il suo sistema operativo Aliyun

15 settembre 201235 commenti

Alcuni giorni fa, Google è stato costretto ad annullare la presentazione del nuovo smartphone Acer CloudMobile in Cina poichè il produttore aveva deciso di far affidamento, per questo mercato, di una versione Android realizzata in casa da Alibaba, cioè Aliyun (il nuovo Android cinese). Forse Acer è stato costretto dalle politiche di mercato della Cina, molto restrittive, comunque Google gli ha revocato tutti i diritti di licenza. Poche ore fa, sul proprio profilo Google+, Andy Rubin ha voluto esprimere il proprio pensiero su questa faccenda.

Tornando al giorno della presentazione, secondo un comunicato inviato da Alibaba a tutti i giornalisti in volo verso la Cina per l’Acer CloudMobile con Aliyun:

Il nostro partner è stato notificato da Google in quanto se il prodotto verra presentato con il sistema Aliyun OS, Google terminerà l’attività di cooperazione e di licenza di Android con il partner”

Sulle politiche scorrette ed il modo di agire di Alibaba, ha voluto esprimere il proprio giudizio Andy Rubin:

“We were surprised to read Alibaba Group’s chief strategy officer Zeng Ming’s quote “We want to be the Android of China” when in fact the Aliyun OS incorporates the Android runtime and was apparently derived from Android.

Based on our analysis of the apps available at http://apps.aliyun.com, the platform tries to, but does not succeed in being compatible.

It’s easy to be Android compatible, the OHA supplies all the tools and details on how to do it.  Check out this blog post that explains how we think about compatibility and how it relates to the ecosystem we worked hard to build: officialandroid.blogspot.com.”

Rubin vuole sottolineare come il suo principale compito sia quello di garantire la compatibilità tra tutte le differenti versioni Android, in modo tale che abbiano le stessi API, cioè le applicazioni realizzate per la versione Vanilla di Android devono essere perfettamente compatibili con le personalizzazioni degli OEM, Sense, Touchwiz, Motoblur, ecc.

Il lavoro in sincronia di tutti i grandi produttori ha costruito Android. Google non esclude che ciò, a volte, porti problemi di compatibilità, ma è anche vero che la personalizzazione del sistema è libera ma è pur sempre necessario seguire delle regole se si vuole essere membri dell’OHA (Open Handset Alliance).

Alibaba, nello sviluppare Aliyun, come potrebbe risultare dalle analisi delle applicazioni secondo Andy Rubin, non ha seguito le regole dell’OHA e le differenze non hanno reso possibile la compatibilità delle applicazioni con la versione Vanilla di Android, perciò, nonostante l’entusiasmo del progetto Aliyun, Acer sarebbe ufficialmente uscito dall’OHA.

Il sistema operativo Aliyun è una derivazione di Android, poichè utilizza la medesima runtime, perciò non può essere considerato esclusivamente una personalizzazione del produttore; per esempio, anche Amazon utilizza Android per i propri Kindle Fire e Kindle Fire HD ma non è membro dell’OHA.

La risposta di BigG ovviamente è stata già ribattuta da Alibaba:

“Il sistema operativo Aliyun non è parte dell’ecosistema Android e, naturalmente, Aliyun non deve essere compatibile con le applicazioni Android. E ‘ironico che una società che parla di open source sposi un ecosistema chiuso.

Questo è come dire che essendo Google proprietaria del Googleplex a Mountain View, chiunque costruisce a Mountain View fa parte del Googleplex. Può qualcuno chiede a Google di definire Android.”

Botta e risposta, ma la questione è molto semplice: Google permette la libera fruizione di Android e la sua personalizzazione ma per un produttore membro dell’OHA, cioè che ha seguito determinate regole in passato con i propri dispositivi, realizzare uno smartphone con un OS diverso da Android che ne utilizza una parte di codice e non offre compatibilità con le applicazioni segna automaticamente l’uscita. Alibaba d’altro canto non è d’accordo con il colosso di Mountain View è ribatte sullo spirito open-source della piattaforma.

Chissà come andrà a finire! Qual è il vostro pensiero?

 

Loading...
  • dragondevil

    NOTIZIA DELL’ULTIM’ORA:
    si dice che il S.O. Alibaba sia il sistema + aperto di sempre, per ladroni e non XDDD.
    inoltre per sbloccare il bootloader ci serve una parola magica tipo “apriti sesamo”!!

    • Getter Dragon

      lol

  • Pingback: Andy Rubin su Alibaba ed il suo sistema operativo Aliyun | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Metallaro

    In effetti un “problema” dell’open source è la frammentazione. Se poi il sistema viene sviluppato, come nel caso di android, da una grande azienda per guadagnarci molto, tutte queste ‘copie’ di android potrebbero costituire un problema. Ma è giusto così, l’open source significa libertà.

  • elegos

    Questo è il lato _negativo_ dell’opensource. Avete visto centinaia di progetti paralleli ad Android, quali la CyanogenMod per citarne il più famoso, i quali non hanno fatto che migliorare l’esperienza utente. L’anima dell’opensource è proprio che si può prendere quel che si vuole e reinventarlo, ma la vera potenza sta nel poter riutilizzare quel codice per migliorare il progetto nativo. Prendere un codice e renderlo volutamente incompatibile in tempi così brevi con il progetto originale vuol dire voler dare un taglio netto con il passato.

    Personalmente penso che in questa maniera Alibaba abbia “rubato” il codice di Android (anche se tale azione non può esser così considerata) per partire da un progetto già maturo, applicare qualche modifica e sfornarlo come prodotto proprio.

    Questa azione sicuramente è un’arma a doppio taglio: la maggior parte delle applicazioni di successo vengono sviluppate al di fuori della Cina, quindi se vogliono far prosperare Aliyun devono per forza di cose esportare (con successo) il loro sistema operativo, oppure assoldare programmatori per i porting e/o la realizzazione di altre applicazioni, probabilmente cloni degli altri per Android/iOS.

    E’ possibile che la Cina come governo c’entri e non poco, ma credo anche che presto si accorgeranno che per poter competere con gli altri sistemi operativi già avviati dovranno sudare e non poco (specialmente dal punto di vista della creatività delle applicazioni).

    • banned^^

      hai ragione….anche se non si può dire cmq hanno “rubato” il codice….non so google se può interagire legalmente oppure basta che ci cambiano nome e non ci puoi installare sopra apk e x loro tutto ok…cmq spero proprio fallisca il progetto hanno fatto benissimo a metterli fuori^^

      • elegos

        Come già scritto, rubare l’ho messo tra virgolette ed ho specificato che non è il termine giusto. Ma il concetto rimane: utilizzi una tecnologia altrui senza ringraziare, anzi spingi il tuo governo ad eliminare “papà”. Non è corretto, tutto qui.

    • NoAppleNoParty

      Con un parco utenti di minimo un miliardo di abbonati, saranno gli sviluppatori a correre da aliyun.

      • StriderWhite

        con la pirateria che c’è in Cina, l’unica cosa a correre saranno i cespugli nel deserto…no, davvero, la percentuale di pirateria in Cina è davvero fuori scala!

      • elegos

        Basta trovare gli sviluppatori che sono in grado di produrre applicazioni in cinese e per il cinese soltanto.

        • Nicola fant87

          Se big G non fà nulla al dev cyanogen un motivo ci sarà :)

          • elegos

            Non credo tu abbia capito la discussione…

          • dragondevil

            se non ho capito male non è così…
            cyanogen prende il codice open di android e lo modifica come vuole…
            alibaba ha preso il codice android in quanto è un progetto finito e lo ha adattato in modo che sia incompatibile anche con le app android, quind è diventato un progetto completamente diverso ma basato inizialmente sullo stesso codice…
            cyanogen invece non va contro google!!

  • guns

    Se lo avessero fatto con ios 6 la mela avrebbe sguinzagliato subito la sua flotta di avvocati… Personalmente trovo giusto che un sistema sia il piu’ libero possibile.

    • elegos

      Beh, non è che la Google ci sia andata meno leggera, ha revocato ogni licenza Android alla ACER…

      • Lycaone

        È ben diverso. Non ci sono state denunce o avvocati. Si tratta di difesa dell’investimento. Se Google regala i sorgenti ed un’azienda li usa per fare un prodotto derivato, ma non compatibile. Per giunta difeso da leggi nazionali (quindi fuori dal mercato) è giusto che Google smetta di appoggiarla

        • elegos

          Secondo te uno scontro legale che provoca danni, oppure una revoca di licenze che comunque provoca danni non è la stessa cosa? La ACER è vero, non ha prodotto tanti dispositivi Android, ma non ho mai sentito parlare di un cellulare ACER di punta che non fosse con quel sistema operativo. Di certo ha fatto il doppio gioco, sostituendo il sistema operativo del cellulare con quello di un nuovo rivale.

      • davide

        E ha fatto più che bene.

  • mark

    Un bel “macchisenefrega di quel che fanno in Cina!” io lo metterei….ci sta bene, fa fine e non impegna :-)

    • Eraunanottebuiaetempestosa

      Certo, se non fosse che sulla Cina si gioca il grosso della partita tra OS mobile, con le sue centinaia di milioni di utenti con smartphone :)

  • davide

    Alibaba brucia all’ inferno.

  • Eraunanottebuiaetempestosa

    Io avevo capito diversamente (fonte: http://www.androidpolice.com/2012/09/14/google-on-acers-canceled-phone-launch-non-compatible-versions-of-android-like-aliyun-weaken-the-ecosystem/)
    Android è open source e il codice è perciò utilizzabile liberamente.
    Basti vedere Amazon che usa una sua versione di Android senza far parte dell’OHA.
    Il problema (economico) per Google inizia quando un grosso produttore ne fa un fork non più compatibile (soprattutto se in un mercato da centinaia di milioni di potenziali utenti)
    Per evitare questo può solo minacciare i propri partner (vedi OHA) di ritirare le licenze per il suo Android.
    Della serie o con noi o contro.
    E immagino che per Acer abbandonare Android x puntare tutto su Aliyun sia un bell’azzardo.

  • Vraaden

    Allora, alibaba sarebbe derivato da android ma non compatibile e quindi incapace di usare le apps di google e in generale quelle del market. Quindi in pratica un SO copiato ma diverso. Acer quindi verrebbe esclusa dall’OHA perché utilizza un altro sistema operativo? Lo fanno anche samsung, htc, lg e compagnia. Il problema in tutto questo è sempre e solo uno: i soldi. Google non può permettersi di venir buttato fuori dall’enorme mercato cinese e fa la voce grossa con i partner commerciali.

    • masterblack

      Non c’entra…questo sistema operativo è modificato nei codici di base è quindi diventa incompatibile con le applicazioni android…i sistemi modificati k usano samsung,htc lg ecc diciamo k sono solo dei “grandi temi”che non modificano il sistema di base di android…

      • Ikaro

        credo parli di wp

        • Vraaden

          Infatti

    • non hai capito, se vuoi stare nell’OHA e utilizzare il play store tutti i telefoni che farai dovranno averlo… Sennò fai come Amazon che usa liberamente android ma utilizza il suo market… Mi sembra una cosa abbastanza normale

    • non hai capito, se vuoi stare nell’OHA e utilizzare il play store tutti i telefoni che farai dovranno averlo… Sennò fai come Amazon che usa liberamente android ma utilizza il suo market… Mi sembra una cosa abbastanza normale

    • Nicola fant87

      Mi sono venute in mente le QT con symbian,già tempo fà si vociferava di sviluppo parallelo e compatibilià di tutte le librerie,oserei pensare che il progetto fù deviato,altrimenti nokia con le sue QT avrebbe preso vantaggio pieno oggi sul mercato.
      Per mè alibaba non farà un bel debutto…

  • Carlo

    Certo che un nome migliore non potevano sceglierlo alibaba fa ridere già il fatto che è un sistema operativo sviluppato da alibaba ahahhaha come sblocco apriti sesamo xD

    • Relius

      …e se pensi che al fianco di Alibaba c’erano i 40 ladroni… C’è poco da meravigliarsi se hanno ciullato i codici di google!

      • Giuseppe Piedimonte

        alibaba in arabo significa appunto “ladro”!!!! fate voi!!!

  • AlessandroXCV

    Ragazzi sono un developer e ho avuto una email da alibaba e mi propongono di collaborare e farmi sentire se sono interessato sviluppare per Galaxy S (terminale mai preso in considerazione da me dopotutto) .

  • mmorselli

    Secondo me chi ha scritto le conclusioni dell’articolo non ha ben capito
    come funziona Android e OHA, e che ruolo ha google in tutto questo.
    Android ha licenza open, tra le più permissive (Apache), chiunque può
    farci quello che vuole senza il permesso di Google, sia produrre un
    telefono con Android, sia uno con un derivato da Android, purché rilasci
    i sorgenti del solo kernel, che è gpl. Essere nella OHA però ti da il
    diritto di accedere ai sorgenti prima che vengano rilasciati, mentre
    sono ancora in sviluppo, e questo è un grosso vantaggio se produci
    telefoni. Non consentire l’accesso prima del rilascio a chi utilizza
    questi sorgenti per sviluppare un prodotto concorrente mi sembra
    normale, dopo il rilascio invece possono fare quello che vogliono, come fa Cyanogen, Amazon e tutti gli altri…

  • Pingback: Alibaba Aliyun: lo store dispensa applicazioni pirata - Emporio Grassi Blog — Emporio Grassi Blog()