Alien Dalvik porta le applicazioni Android su qualsiasi device (video)

8 febbraio 201112 commenti

Da Myriad, azienda facente parte dell'Open Handset Alliance (OHA), arriva Alien Dalvik, una soluzione che promette "l'esecuzione della maggior parte delle applicazioni Android senza modifiche su piattaforme non-Android senza comprometterne le prestazioni".


Le applicazioni verranno eseguite come se fossero native per il sistema, e la prima piattaforma a vedere questo Alien Dalvik sarà MeeGo entro la fine dell’anno con supporto ad altri sistemi operativi che saranno annunciati nei prossimi mesi.

Myriad ha in programma una dimostrazione di Alien Dalvik su un Nokia N900 durante il corso del Mobile World Congress di Barcellona, settimana prossima.

Via

Loading...
  • Gattestro-ridicolo

    si…. bene… ehm… mah…

  • Gattestro-ridicolo

    si…. bene… ehm… mah…

    • Metallaro

      Una specie di Wine per cellulari.
      Dato che le app android girano su una virtual machine è logico che funzioni bene, però non sarebbe lo stesso per le app scritte in nkd.

      • Anonimo

        cosa funzionerà sarà da vedere, anche senza usare ndk molte funzioni della Dalvik non fanno che chiamare funzioni native di Android, e se sotto Android non c’è, le devi emulare.

  • Danitkd

    bèh se funziona bene su i prossimi device nokia con meego sarà una svolta anke se… nn è proprio una cosa etica questa… rafforzare il market di meego “RUBANDO” le app ad android.. mah.. se fossi in google troverei il modo di far funzionare le sue app solo su android sennò parte del suo lavoro rafforzerà anke la concorrenza.. nn vedo a fatto la cosa di buon occhio.. a me darebbe fastidio se sviluppassi delle apps, come google maps x esempio, ke richiedono molto tempo e grandi investimenti, la rendessi gratuita e la metto a disposizione di tutti gli utenti del mio OS in modo da dargli un qualcosa in più e poi arrivi il primo pinco pallino di turno ke se le porta tutte in un colpo sul suo OS colmando la distanza ke ero riuscito a creare come potenza tra il mio e il suo market! prova a fare una cosa del genere alle app dell’app store e vedi tu ke succede!!! L’APOCALISSE!!! …spero ke google nn rimanga a guardare con le mani conserte…

    • Anonimo

      E’ un errore pensare che Google abbia concorrenti. Sono gli altri, i venditori di telefoni, che vedono in Google/Android, un concorrente, ma Google, con il suo share del 98% sulla pubblicità mobile (unico, vero prodotto di Google) ha solo interesse che non predomini un sistema sugli altri così da potersi chiudere su se stesso, pubblicità compresa.

      La Dalvik comunque è Open Source, per cui ogni discorso sul controllo decade. Noi, come utenti, abbiamo solo da guadagnarci. Io ne vorrei anche una versione per PC, che faccia girare gli APK esattamente come girano i programmi Java SUN

  • Spero che google lo impedisca…è ingiusto sfruttare app sviluppate per altri sistemi operativi. E per impedisca intendo per vie legali, visto che essendo basate su una vm le app di android sono portabili dovunque.

    • Anonimo

      Qualcuno dimentica sempre che Android non è di Google, e Google non ne ha il controllo. Google è il principale sviluppatore di un prodotto Open Source, oltretutto coperto da una licenza molto permissiva come la Apache. Se hanno scelto questa strada indubbiamente hanno pensato che conseguenze come queste siano un bene, non un male.

      Sbaglio o sento un po’ di “campanilismo” dietro alcuni commenti?

  • tavy

    Anche a me da un po’ fastidio il fatto che “rubino” le applicazioni di android, ma pensandoci Google guadagna solo con il market e con la pubblicità nelle applicazioni visto che per android i produttori non pagano niente. Non vedo alcun motivo per il quale google debba fermare questa cosa, ci guadagna solo venderà più applicazioni. Secondo me si saranno messi d’accordo visto che quest’azienda fa parte della OHA. Google avrà pensato visto che probabilmente meego farà concorrenza, forse poca ma comunque qualcosa, allora si espande anche là anche se non direttamente, nel senso che non è lei a fare questa cosa ma un’altra azienda che però fa parte lo stesso dell’OHA. Io la vedo così, poi secondo me è bello poter far girare applicazioni di un certo sistema operativo su un altro visto che la tecnologia ce lo permette, come qualcuno ha già citato Wine, è sempre un passo avanti anche se non piace a molti, ma se google decide che così guadagnerà di più non impedirà questa cosa anzi forse aiuterà a migliorarla. Possiamo metterla come vogliamo ma alla fine Google è un’azienda deve guadagnare, anche android l’ha fatto per guadagnarci anche se non direttamente.

  • Ma….per me hanno scoperto l’acqua calda.. cioè: non credo riusciranno a portarle lontano,considerando che anche meego ha base linux (come Android per fortuna nostra :D )
    non è che ci voglia poi tutto questo gran lavoro.. poi google rilasciando gli sdk e non solo, fa cosa gradita a noi ma rende accessibile in tutti gli aspetti il suo lavoro..
    per vie legali si può agire se chi compra app android su altri os non paga google (se lo sviluppatore è google) ma paga altri..allora si che la cosa è Furto..altrimenti non vedo di cosa farsi meraviglia..
    A me importa molto se meego e altri vanno avanti…google e android cercheranno sempre di essere primi e quindi tireranno fuori “cose” man mano migliori…
    Ovvio è che se devo comprare un dispositivo da 500€ , valuto bene chi è che si è rotto il c*** per far funzionare tutto bene e chi invece ha usato il lavoro degli altri per portarsi allo stesso livello senza fare lo sforzo ti tirare fuori cose nuove…
    scusate il commento tanto lungo :D spero che il mio punto di vista in sintesi si sia capito: Viva l’open source e viva l’impegno…..di google! :D

  • Andrea

    Saro’ stupido, ma android = linux + dalvik. E meego = linux. Non e’ come wine, questo e’ un clone della dalvik machine. A meno che abbiano usato codice di google sia pienamente legale, ma la cosa piu’ importante e’ se sia o meno open source……

  • Ma… quindi sono l’unico a pensare che sia una cosa grandiosa? Che questo dimostra quanto sia aperto e potente l’ecosistema android? Che le app android sono le uniche ad essere davvero multipiattaforma, un po’ come le applicazioni Java per PC che girano su Windows, Linux, OSX e in generale ovunque ci sia una JVM senza modifiche?