Google: “le Chrome Apps sbarcheranno sugli smartphones”, rivoluzione o banalità?

6 settembre 201315 commenti
Recentemente Google ha presentato le Chrome Apps, applicazioni stand-alone utilizzabili e gestibili al di fuori del browser. Per quanto la notizia fosse interessante non ci sembrava molto inerente col mondo del robottino verde, per cui abbiamo deciso di non riportarla, almeno fino ad ora.

Secondo Rahul Roy-Chowdhury, un project manager del progetto Chrome Apps, infatti, l’obbiettivo finale dell’iniziativa è portare l’innovativa funzione su tutti i dispositivi sui quali è possibile installare Chrome.

Dal punto di vista dello sviluppo l’idea è scrivere una web app e farla girare ovunque sia supportato l’HTML5, dal punto di vista funzionale però è tutto più complesso: le applicazioni non saranno una “banale” estensione del browser come lo sono ora, ma verranno diffuse tramite il Google Play Store (e l’App Store). Trattandosi di Chrome poi, la sincronizzazione dei propri dati fra tutti i dispositivi è assicurata.

Google-confirms-that-Chrome-Apps-will-eventually-come-to-mobile

Probabilmente molti di voi avranno le idee confuse in merito, ma vi assicuro che il progetto è molto interessante. In sostanza l’idea è che qualsiasi dispositivo su cui “gira” Google Chrome supporta anche l’HTML5, perciò molti sviluppatori potrebbero non dover riscrivere le proprie applicazioni da capo per farle diffondere anche sull’OS concorrente. Ovviamente si parla di applicazioni semplici, poiché non essendo scritte nel codice nativo dell’SO, non potranno essere ottimizzate al meglio.

Non siamo a conoscenza di alcuna data, in quanto il progetto è ancora in fase alpha, ma confidiamo che le Chrome Apps daranno il via ad una piccola rivoluzione.

  • Pingback: Google: “le Chrome Apps sbarcheranno sugli smartphones”, rivoluzione o banalità? | Notizie, guide e news quotidiane!

  • Pingback: Google: “le Chrome Apps sbarcheranno sugli smartphones”, rivoluzione o banalità? | Crazyworlds

  • Daavide Magni

    Ma sarebbero le estensioni? Tipo AdBlock? Se si, sarebbe una grande cosa…

    • Giorgio Mannarini

      No, sono una serie di app scritte in HTML5, le puoi trovare (solo su ambito desktop) sul Chrome Web Store sotto la dicitura “per desktop”. :)

      • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

        ah!… quindi i dati delle applicazioni sarebbero sempre “mediati” da chrome quindi da Google?

        • Giorgio Mannarini

          In pratica si, per essere sincronizzate fra i dispositivi i dati devono passare da google. Ovviamente bisognerà autenticarsi con lo stesso account su tutti i dispositivi…

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            ecco! già non mi piace chrome perchè è troppo “impiccione”, poi gli do anche in “pasto” i miei dati…
            Usando un Android comunque credo che i miei dati siano già “suoi”.
            grazie per la risposta.

          • leonardolol

            Definire Chrome impiccione è esagerato.. puoi anche utilizzare altri browser e evitare la sincronizzazione col tuo account. Personalmente trovo eccezionale il supporto desktop-mobile di Chrome che rende semplici operazioni complesse.
            I propri dati sensibili comunque sono praticamente su ogni social/blog/sito/forum.. ormai la gestione dei propri dati si sta evolvendo giorno dopo giorno (sempre se è un’evoluzione)

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            questioni di vedute, ma non ritengo di non aver esagerato per nulla, in effetti uso firefox (tra l’altro strafinanziato da google), non proprio un esempio di velocità, ma a parer mio molto più “riservato”, bada che trattasi sempre di parere personale, e non mi meraviglierei se dovessi scoprire la vocazione “impicciona” anche in firefox.
            La mia critica più che su chrome e su tutta la “vision” di Google sul trattamento dei dati personali, ma non sono così ipocrita, uso ed apprezzo i suoi servizi, ma ciò non lo esenta dalle critiche.

          • leonardolol

            (il “tracciamento” è presente pure in firefox purtroppo.. ci sono diverse guide però per evitarlo)
            comunque da queste notizie e dal continuo sviluppo si può notare come Google ha l’intenzione di creare un OS desktop completo molto presto, Chrome OS !

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            Puoi limitarlo fortemente, proprio come dici tu.
            Chrome OS, l’anello mancante per chiudere l’ecosistema (anche se poi già c’è, ma ho l’impressione che non sia molto prioritario negli obiettivi a corto termine di Big G)

          • sentex

            Forse non è prioritario ma l’ho usabilità di Android é molto superiore a windows e se ci fosse una versione Android desktop che supporta office, cad e programmi gestionali, sarebbe la fine della casa di redmond

          • leonardolol

            quindi stai parlando di Chrome OS con Google Drive? C’è già !

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            ti ha risposto già leonardolol… anche se non si può paragonare la suite office ms alle funzionalità di google drive.

  • http://gntheprogrammer.blogspot.com/ Gianluca

    Mi pare un’ottima idea, soprattutto per la sincronizzazione, e poi è vero che non è codice nativo ma con il continuo aumento della potenza dell’hardware dei device mobili l’esecuzione di codice interpretato non dovrebbe causare grandi problemi di prestazioni. E poi per gli sviluppatori dovrebbe essere un bel vantaggio: “Write once, run everywhere”, come il famoso slogan del Java!