Google Play Music All Access è disponibile in Italia!

7 agosto 201362 commenti
Google Play Music All Access è un nuovo servizio lanciato da Big G quest'anno durante il Google I/O, pensato per offrire un servizio ad abbonamento che ci offre una quantità di musica praticamente illimitata, del tutto simile a quello che troviamo su Spotify o Rdio. Inizialmente era solo disponibile in America e in altri pochi paesi, ma da oggi anche noi Italiani possiamo finalmente usufruire del servizio.

Attivando All Access, avremo a disposizione gratuitamente (per il primo mese, poi pagando l’abbonamento) tutto il catalogo di Google Play, e potremo ascoltare ogni singola traccia quante volte vogliamo. Possiamo inoltre creare radio personalizzate senza alcun tipo di pubblicità al loro interno. Vediamo le principali caratteristiche della versione Unlimited:

  • Accedi a tutta la musica che vuoi:
    C’è un mondo di musica da scoprire. Ascolta qualsiasi brano, album o artista su Unlimited ogni volta che vuoi. È facilissimo scoprire nuovi brani e artisti. Trova milioni di brani per genere, incluse classifiche, nuove uscite, scelte del team e consigli pertinenti basati sui tuoi gusti. Aggiungi qualsiasi album alla tua raccolta con un clic o un tocco e potrai ascoltarlo online oppure offline.
  • Stazione radio personalizzata con skip illimitati:
    Crea una nuova stazione basata su qualsiasi artista, album o brano. Consulta l’elenco completo di brani della tua stazione, manda avanti, scopri che cosa c’è dopo, cambia l’ordine dei brani come preferisci e crea stazioni utilizzando brani appena scoperti. Crea una playlist con questi brani, aggiungi ai tuoi preferiti e condividili con i tuoi amici. Puoi persino ascoltare radio contenenti il meglio della tua raccolta musicale e della nostra.
SCHERMATA CHE CI NOTIFICHERA' DEL PASSAGGIO AL SERVIZIO PREMIUM

SCHERMATA CHE CI NOTIFICHERA’ DEL PASSAGGIO AL SERVIZIO PREMIUM

Per attivare la versione Unlimited, dovremo abbonarci al servizio ad un costo di 9.99€ al mese. Tuttavia, avremo inizialmente una prova gratuita di 30 giorni, e se ci abboneremo entro il 15/09/2013 pagheremo soltanto 7.99€ mensili.

tipo servizio

CARATTERISTICHE SERVIZIO STANDARD E UNLIMITED

Naturalmente ho già attivato il servizio e effettivamente penso che dopo i 30 giorni lo terrò attivo: avere a disposizione tutto il catalogo di Google Play è davvero comodo e ci permette di ascoltare una quantità di musica davvero incredibile.

Il tutto perfettamente sincronizzato con Play Music, Android e tutto il resto. In queste ore di prova ho apprezzato anche molto la funzione che ci permette di creare “stazioni radio” personalizzate: partendo da una canzone il servizio ci crea una playlist illimitata di canzoni bene o male dello stesso genere, o pertinenti, e tutto funziona davvero bene.

CONSIGLIAMO A TUTTI DI PROVARE GRATUITAMENTE IL SERVIZIO PER 30 GIORNI

CONSIGLIAMO A TUTTI DI PROVARE GRATUITAMENTE IL SERVIZIO PER 30 GIORNI

Ma come fare per attivare il tutto? Nulla di più semplice, recatevi all’apposita pagina nel Play Store e seguite le indicazioni. Vi avvertiamo che il rinnovo, finito il mese e quindi a 7.99€, verrà fatto automaticamente senza chiedervi il consenso, verrete comunque avvertiti durante la procedura di iscrizione.

Fateci sapere se lo avete provato e come vi state trovando!


Google Play Music

GRATIS
500,000,000 - 1,000,000,000
Link Google Play Store

 

 

  • IvanBotty

    già fatto :P ora voglio il post di google play su google+ ù.ù

    • Federico Gualdi

      Ho visto il tuo commento su AndroidPolice! Grande :)

  • Pingback: Bye Bye Spotify(e)! – Sebastiano Montino |

  • Pingback: Google Play Music All Access è disponibile in Italia! | Crazyworlds

  • gippo

    Bene,colpo di grazia al cd,negozi e distribuzione..ma tanto chissenefrega no?

    • Xy

      c’è già da tempo l’xbox music di microsoft che tra l’altro la trovo sempre tutto, mentre su google qualcosa manca..

    • derapage

      case discografiche e musicisti guadagneranno ugualmente… inoltre si da una ulteriore mazzata alla pirateria!

      • sgrfd

        Non credo che si colpisca più di tanto la pirateria…programmi che ti permettono di estrarre l’audio dai video di youtube sono ancora presenti su Windows e credo anche su Android: quanto meno non è più presente la scusa del “costa troppo, non pago tot per una singola canzone e simili” :)

        • valver

          Secondo me hai ragione a metà. D’accordo sulla questione prezzo ma le motivazioni della pirateria sono sempre state legate alla comodità: fino a poco fa era molto comodo scaricare dai vari torrent, emule, ecc piuttosto di recarsi al negozio ed acquistare un disco.
          Con la nascita degli store digitali è molto più comodo acquistare un disco da lì, trovarlo già ordinato nella libreria virtuale, coi tag e la copertina apposto e ad alta qualità, piuttosto che scaricarlo

        • RectorSith

          c’è sempre il problema del download illegale…a 16 anni ti piace la musica hai un computer ma non una carta di credito e via di download…
          Il problema è sempre pagare contro gratis

    • NathanDrago

      Purtroppo è così…

    • GortTheGolem

      perchè esistono ancora i negozi di musica? Naturale evoluzione del commercio, si lamentarono anche i maniscalchi quando inventarono la macchina, poi si convertirono in meccanici.

      • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

        il problema che quì… non si può convertire, è un intero segmento che sparisce non una “mutazione”.

        • cla

          si ma la muscia non è gratis, semplicemente non è più più fornita tramite cd, ma come dati, e non è nemmeno più obbligatorio comprare un intero cd per avere 2 canzoni che mi piacciono ma si può tranquillamente scegliere quali avere

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            il rammarico è solo per le persone che perderanno il posto, il processo ormai non si può più arrestare anche volendo.
            I vantaggi dell’acquisto on line è innegabile.

        • GortTheGolem

          Io credo che sopravviveranno i negozi altamente specializzati indirizzati al collezionismo, a nicchie di mercato o ad amanti dell’oggetto fisico. Per il resto i vecchi negozietti sono già spariti a breve a discapito delle grandi catene, e queste credo sopravviveranno comunque.

    • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

      in effetti… il rammarico è per i posti di lavoro persi, ma non credo che sia questione di “se” doveva succedere, ma solo di “quando”, le prossime… le edicole e la distribuzione di quotidiani e riviste.

    • Simo123

      Esatto, chi se ne frega? a me non me ne può fregare proprio nulla! Tanto le case discografiche e i musicisti sono tutti pieni di soldi, mica piangono miseria!

    • callea

      Chi sta nel commercio deve mettere in conto le mutazioni delle esigenze di mercato.

      Chi sta nel commercio si deve adeguare al mondo che cambia, non può certo pretendere che sia il mondo ad adeguarsi a lui…

    • Yellowt

      Erano già alla frutta prima per colpa della pirateria. Ora con questo sistema l’artista guadagnerà perlomeno. Sperando che la siae chiuda e bruci per autocombustione e smetta di rubare soldi agli artisti emergenti per darli alle mummie di sanremo…

    • http://blog.wly.it William

      più che altro è un bel colpo a spotify e dezeer.

  • Rclasae sada

    posso anche ascoltare offline o e tutto solo su online?, la mia sceda con tariffa tim e poca,e usandolo per ascoltare musica si mangera tutti i dati che avro cioe 2gb

    • vick

      Io ho solo 1gb, beato te

      • Simo123

        Se ti interessa principamente internet prova All Inclusive Fresh di wind! Ti dà 2 GB, 120 minuti e 120 messaggi. Se chiamate e messaggi non ti interessano particolarmente, pensaci, perché è davvero una valida alternativa, io l’ho fatta ad inizio luglio e non me ne pento.

      • RectorSith

        Io 300 mb…non lamentatevi sempre dell’Italia ;)

      • marco

        guarda a questo punto… ti dico che H3G fa un’offerta a tutti quelli che passano a lei e cioè per 10€ al mese, per sempre, ti da 400 min 200sms e 2 gb di internet, per 20 800min e per 30 1600min con 6 gb di internet…. valuterei anche questo!

    • jakare

      è la stessa cosa di cubo musica …… chi ha tim , con la nuova offerta lo avrà sempre gratis …. io non lo uso mai , perchè la batteria vola….

      • NathanDrago

        No, non è la stessa cosa di cubo musica.
        Cubo musica è di TIM e non incide sul traffico, mentre Google Play Music è un’app completamente diversa e incide come traffico normale.
        Per fortuna si possono scaricare i brani offline a piacere ;-)

        • jakare

          sei sicuro ? perchè stacco internet ,e non me le legge …… -.-

          • NathanDrago

            Le puoi leggere solo con l’applicazione Google Play Music, perché quando le metti offline le canzoni vengono crittate.

    • origin70

      Io mi scelgo tutti gli album di mio interesse, quando sono a casa in wifi e li metto tutti ascoltabili offline senza toccare il traffico dati quando ascolto fuori casa. Questo lo faccio con Spotify.
      Ora devo vedere se lo fa pure All Access, ma credo di si

  • enzo

    F I N A L M E N T E

  • khitam

    Gippo ti capisco..ma fatto il robot…via l’ operaio..È il progresso freddo e affascinante..e in questo caso inutile..sound hound,youtube,mp3converter e viaa..

  • Pingback: [Update: It's Live] Google Play Music All Access Comes To Austria, Belgium, France, Ireland, Italy, Luxembourg, Portugal, Spain, And The UK

  • Pingback: Google Play Music All Access è disponibile in Italia! | Notizie, guide e news quotidiane!

  • Max

    Ma perchè nelle impostazioni di Play io non trovo la possibilità di abilitarlo???

  • Andrea Pietrobono

    Non ho ancora capito una cosa. Attivando la versione gratuita di prova di 30 giorni esiste la possibilità di scaricare fisicamente l’mp3 relativo alle canzoni che ascolto? Intendo legalmente. Oppure attivando l’ascolto offline mi scarica le canzoni sul dispositivo e basta senza possibilità di copiarmi l’mp3?

    • http://blog.wly.it William

      la musica non è tua.
      è tuo il diritto di ascoltarla.
      una sottile differenza, che fa di questo servizio il futuro della musica. (vedi spotify o deezer)

  • antonio

    La cosa è molto interessante, ma se finiti i 30 giorni decidessi di non volere l’abbonamento, cosa si deve fare?

    • Federico Gualdi

      Vai su Google Play e apri la pagina dell’app “Play Music”, sotto a apri e disinstalla hai le opzioni per l’iscrizione del servizio

  • Matteo

    Posso chiedervi una info,che non c’entra con questo articolo?
    Perche a volte quando voglio commentare mi apre automaticamente il mio account su Disqus e a volte(come in questo caso)non mi fa accedere neanche se vado sull’icona accesi con …..
    Grazie a chi vorrà darmi una mano!!!

    • Luigi Del Gesso

      A volte non mi fa proprio leggere carica a vuoto discussione anch’io ho il tuo stesso problema..

  • Luca Leone

    Bellissimo ma come si fa?! Intendo come si fa con i piani dati che abbiamo!!
    Mediamente a 4MB / 4 minuti per brano, con circa 1 ORA di ascolto al giorno ti sei piallato un abbonamento dati medio da 2GB al mese.

    • http://blog.wly.it William

      via wifi puoi scaricare i brani offline.

      • Luca Leone

        Per carità, grazie, magra consolazione.
        E per fortuna che qui a Padova ci sono anche zone coperte dal wifi gratuito del comune (accesso a tempo limitato, prima che vi facciate strane idee ;-) )

        “massima libertà e creatività”
        “la tua stazione radio personalizzata”
        “catalogo infinito di brani”
        “ascolta dove vuoi quello che vuoi quando vuoi”
        “la tua musica, il tuo stato d’animo”

        e poi devo ricordarmi di pre scaricare altrimenti rischio di esaurire i gb ?
        viene proprio vanificato lo spirito del servizio.

        e qualcuno potrebbe obiettare anche che “se devo pre-scaricare tanto vale pre-scaricare da uTube Downloader o da altre fonti”

        • RectorSith

          Piu che altro allora mi tengo il mio Mp3 che ha piu memoria rispetto al nexus

        • http://blog.wly.it William

          si ma in aereo o in zone non coperte come fai a fare streaming?
          e poi scaricare da youtube è illegale.

          • Zio

            Veramente non lo è, lo diventa se ridistribuisci la registrazione ( non avendo i diritti per farlo ).
            Altrimenti sarebbero illegali anche i videoregistratori, i Dvr, e gli smartphone, visto che possono registrare audio e video..

          • http://blog.wly.it William

            scaricare musica, da qualsiasi sito, è illegale.
            una registrazione non permette di acquisire i diritti di possedere un brano o una qualsiasi opera artistica.
            il videoregistratore non è illegale. è illegale utilizzarlo per registrare un film (si, tutte le videocassette con registrato ritorno al futuro sono illegali).
            così gli altri dispositivi.
            anche la fotocopiatrice. non è illegale lo strumento, ma fotocopiare un libro intero si!

  • Dino

    Ok, ma non è possibile scaricare la musica. Se io volessi scaricre gli mp3 nel pc per ascoltare la musica offline come faccio?

    • http://blog.wly.it William

      la musica non è tua.
      è tuo il diritto di ascoltarla. quindi puoi scaricare offline le tracce, ma non puoi copiarle su altri pc o dispositivi. ti basta avere google music e vai.

  • Daavide Magni

    Ora tocca a Devices?

    • valver

      Una cosa è lo streaming online, un’altra è spostare merce fisica.
      Magazzini, scorte da spostare in giro per l’europa, accordi con distributori, ecc.

      Temo che Devices non arriverà mai…

      • NathanDrago

        Ce l’hanno fatta in Spagna, ce la possono fare qui da noi.

    • NathanDrago

      Magari!!!

  • Seryoga V

    ma perchè non arrivano le gift cards??? sono molto piu importanti, chissrne frega di ascoltare musica in streaming

  • Luigi Del Gesso

    Spotify è il migliore

  • Nexusista

    Il servizio in sè è molto interessante ma non prenderà piede finché Google non concluderà accordi con le compagnie telefoniche in modo dacconsiderare i dati dell’applicazione nelle soglie di traffico.

    Se pago 8 euro al mese in quella cifra deve essere compresa anche una quota che Google giri alle compagnie telefoniche

  • Pingback: Google porta anche in Italia la musica streaming : NetItaly .info

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100002209219526 Patrizio Basso Ricci

    e intanto per avere tutta la mia libreria offline con me mi tocca ancora usare l’ipod classic (che costa 279 Euro!!!) ed itunes…

  • Cima

    Sarà che ascolto solo vecchi classici e gruppi rock di un certo tipo però per me questi servizi non sono poi cosi convenienti. Alla fine spendi 119.88€ con cui puoi prenderti diciamo 15/20 cd, che sono molti di più di quelli decenti che escono in un anno. A questo punto preferisco il servizio di AutoRip di amazon compri il CD che preferisci (che ti arriva a casa) e hai subito sul loro cloud player gli mp3 pronti per essere ascoltati non hai spese mensili ma hai la musica che ti piace quando vuoi.

  • Lorenzo Saraniti

    Io ho attivato la prova, ma non riesco a visualizzare tutte le canzoni che ci sono nello store.
    Ad esempio: nello store, senza effettuare l’acesso con il mio account, vedo album come “Hit mania estate 2013″
    Se poi faccio l’accesso con il mio unlimited, non la vedo nei brani ricercabili.. ne vedo altri , diversi da quelli che ci sono nello store quando non faccio l’accesso! Ma c’è un limite nei brani ascotlabili? non tutti si possono ascoltare?