Il nuovo divieto di Google potrebbe paralizzare uno dei migliori smartphone del 2019

2 Settembre 2019Nessun commento

Entra in vigore un nuovo blocco di Google ed alcuni possessori di cellulari android potrebbero ritrovarsi senza alcune delle app più popolari della società di Mountain View.

Il nuovo Mate 30 Pro di Huawei verrà lanciato entro poche settimane, ma il nuovo divieto potrebbe impedire l’installazione di servizi come Gmail, Chrome, Google Maps o Google Docs. Inoltre, sembra anche che il Mate 30 Pro non sarà in grado di offrire una versione ufficiale del sistema operativo Android. Questo divieto arriva dopo che Huawei è stata inserita a maggio nella lista nera dal governo degli Stati Uniti, altre aziende, tra cui Google, hanno invece il divieto di trattare con tali società.

Un portavoce di Google ha affermato che Mate 30 non potrà essere venduto con le App ed i servizi Google, se non autorizzati, a causa del divieto degli Stati Uniti sulle vendite alla società cinese Huawei. Inoltre, una temporanea sospensione del divieto annunciata la scorsa settimana non potrà essere applicata ai nuovi prodotti come il Mate 30.

Huawei Android block

Ciò significa, che mentre la società cinese potrebbe ancora essere in grado di sfruttare una versione open source di Android per il suo prossimo cellulare, non sarebbe in grado di ottenere una licenza a pagamento necessaria per utilizzare le app e servizi Google. Il blocco potrebbe paralizzare le vendite Huawei perché è molto improbabile che i fan vorranno acquistare un top di gamma costoso senza Android o le app più popolari come Google Maps o Gmail.

Huawei Android block

Huawei, nonostante non abbia avuto molto tempo per risolvere il problema, ha comunque annunciato la presentazione del Mate 30 Pro il prossimo 19 settembre. Forse verrà lanciato col proprio sistema operativo HarmonyOs, progettato per dispositivi Internet of Things (IoT) ma sfruttabile anche dagli smartphone, che l’azienda cinese ha presentato ad agosto. In una dichiarazione su Reuters, il portavoce di Huawei Joe Kelly ha dichiarato: “Huawei continuerà a utilizzare il sistema operativo e l’ecosistema Android se il governo degli Stati Uniti ci consente di farlo. Altrimenti, continueremo a sviluppare il nostro sistema operativo e il nostro ecosistema”.

Huawei Android block

Il presidente del reparto software di Huawei ha dichiarato che il nuovo sistema operativo dell’azienda ha la capacità di superare Android e iOS in termini di “distribuzione, prestazioni, consumo energetico e apertura”. Wang ha inoltre affermato che ciò è stato possibile grazie all’architettura di HarmonyOS basato su microkernel. In sostanza, questa struttura dovrebbe consentire a HarmonyOS di essere distribuito su diversi prodotti più facilmente rispetto ai sistemi operativi concorrenti. Sebbene Huawei voglia prima di tutto sfruttare Android per i suoi telefoni, se non sarà più in grado di lavorare con Google, l’azienda cinese potrebbe implementare HarmonyOS sui suoi telefoni entro due o tre giorni.

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com