LG G6 Mini in arrivo con display da 5.4 pollici

29 aprile 201713 commenti

LG ha da poco più di un mese lanciato il suo G6 riscuotendo un grande successo. A quanto pare G6 non sarà lasciato solo: farà parte della famiglia anche il fratello minore, LG G6 Mini.

I ragazzi di TechnoBuffalo hanno ricevuto un documento interno contenente i primi dettagli di quello che sarà LG G6 Mini. Stando al documento, il nuovo rampollo di casa LG avrà un display con diagonale da 5.4 pollici, contro i 5.7 pollici del maggiore LG G6. Il rapporto di forma sarà sempre di 18:9, mentre il display occuperà “poco meno dell’80% della parte frontale del dispositivo”.

Non sono stati diffusi ulteriori dettagli o specifiche, ma non sorprenderebbe affatto la presenza di hardware leggermente meno performante a bordo di G6 Mini, permettendone così il posizionamento in una fascia di prezzo inferiore.

C’è inoltre la possibilità che LG G6 Mini non vedrà affatto la luce, in quanto le date presenti sul documento parlano di inizio 2017: questo potrebbe voler dire che LG avrebbe in un primo momento pianificato l’uscita di G6 Mini, accantonando poi il progetto (o rimandandolo, chissà).

Potrebbe risultare una mossa vincente per LG presentare un device più piccolo e abbordabile che cavalchi l’onda di G6, in un mercato sempre più saturo di dispositivi dalle dimensioni importanti. Allo stato attuale non ci resta che attendere per scoprire se tale progetto avrà un seguito.

Loading...
  • Dad76

    Sempre peggio. Un 5,4″ spacciato come mini.

    • marco

      Con questo grado di ottimizzazione dello schermo, risulterebbe grande quanto un 5 pollici se non ancora più compatto .

      • ILCONDOTTIERO

        Non esagerare . Con un from factor normale e non strambalato come gli ultimi modelli , un 5,2″ attuale sta dentro un 5″ di due anni fa . Perché se lo allunghi troppo diventa osceno vedere i propri video e foto .

        • Dad76

          Per me mini può andare bene su uno z compact, non su qualcosa che supera i 5 pollici

          • Pignolatore®

            Concordo, ma considera che se Sony avesse meno cornici superiori e inferiori (come lg o samsung) di fatto sul corpo di un 5″ scarso ci starebbero tranquillamente 5,4″ in formato 18:9

          • darkschneider

            Ma perché non lasciare il 4,6″ e fare un device ancora più compatto?
            Seppellirebbe iPhone SE e sarebbe regina incontrastata del settore compatti/mini.
            Se poi ne facesse una versione Pro con QWERTY fisica o esistesse una cover con tastiera fisica da applicarci ne comprerei 4 all’istante.

          • Pignolatore®

            Domanda da un milione di dollari!
            Io sono sempre stato per i “mini”. Mi sono convertito al 5.5″ del g4 perché è accettabile come ottimizzazione delle cornici, volevo un top di gamma (anche non dell’anno in corso -era dicembre 2015) e i compact della sony non me li posso permettere…ma sono assolutamente d’accordo!

      • MiG

        Se la superficie dello schermo è l’80% come c’è scritto vuol dire che sarà un bel padellotto…

    • gionni

      devi però tener presente che a parità di diagonale, in questo caso 5,4″, l’area dello schermo è inferiore se si aumenta il rapporto da 16:9 a 18:9…..in sostanza uno schermo 16:9 da 5,4″ è più grande di uno schermo con la stessa diagonale ma con un rapporto 18:9.

    • teob

      Bisogna sempre vedere mini a cosa è riferito … E cmq Ho ancora un g3 da 5,5 che come dimensioni è di poco più grande di molto 5 in commercio per cui se questo è ancora meglio ottimizzato..

      • Latttina

        Dovrebbe essere come il g6 normale però più piccolo, ovvio che ti deve piacere il form factor allungato, cosa che g3 non ha (e forse è meglio).

  • Mitico 👌!

  • Anche quest’anno, LG viene apprezzata meno lato design, rispetto a Samsung.
    Ma, per i più attenti, il G6 è meglio concepito rispetto a S8.
    A favore di G6, abbiamo un software meglio ottimizzato, una struttura costruttiva meno delicata e conseguente ergonomia di uso pratico.
    Tuttavia, stiamo parlando di devices pressoché equivalenti e personalmente non sono attratto da questo nuovo build concept.
    Però gli investimenti in campo marketing di alcuni produttori rispetto ad altri, mettono in evidenza la scarsa documentazione da parte degli utenti, nel valutare un acquisto.