MEG 4.0 i Glass di Olympus sono in progettazione da ben 7 anni

26 luglio 201216 commenti
Dopo la presentazione ufficiale dei Google Glass, molte aziende stanno pian piano presentando propri prototipi che ricordano molto da vicino la nuova creatura di Mountain View. Infatti a pria vista il progetto MEG 4.0, presentato recentemente dalla casa nipponica, potrebbe sembrarne l'ennesima reincarnazione, ma in realtà Olympus ci lavora sopra dal 2005.

Il progetto di Olympus infatti risale al 2005 quando fu presentato un primo prototipo di occhiali con display, ma vista la mancanza di tecnologie appropriate, la casa nipponica ha rimandato di volta in volta la presentazione di un modello consumer, fino ad arrivare al progetto odierno.

Le prime versioni prevedevano infatti la presenza di cavi che andavano collegati ad un dispositivo capace di fornire al display posto nell’occhiale un output video.

Di fatto l’evoluzione del progetto del 2005 ha portato Olympus ad annunciare i giorni scorsi il progetto MEG 4.0.

Tuttavia le somiglianze con gli occhialini di BigG sembrano solo estetiche, poiché il funzionamento dei medesimi è molto diverso.

Infatti MEG4.0 non è un unità autonoma come i Google Glass ma necessita per funzionare il collegamento Bluetooth con uno smartphone, dal quale preleva i dati richiesti e li mostra in video.

 

Il display del dispositivo è detto essere molto funzionale per utilizzi indoor e outdoor, e il rispettivo peso dovrebbe attestarsi sotto i  30 grammi, assicurando una cerca praticità.

Purtroppo ancora non si hanno altri dettagli sul funzionamento di MEG o sulla sua realizzazione, ne tanto meno sulla data di rilascio e sul prezzo finale, pertanto vi invitiamo a seguirci per rimanere informati su questo progetto.

Di seguito vi lasciamo a un sunto del comunicato stampa della società.

“The Company has a research and development of wearable display than ever before.”MEG4.0″ the newly developed prototype is that brings together the technology developed to date. The adoption of our own pupil division optical system see-through, you can see the display does not obstruct the visibility of the outside world naturally. In addition, the order to increase the utilization efficiency of light of the display panel, that achieves high brightness remains low power consumption, the visibility of the outdoors has been improved.” Some of the features of the said unit are as follows – “Assumes a long-term use in daily life, realizing a compact, lightweight, low power consumption such as smart phones can be equipped with wireless connections with Bluetooth Proprietary optical technology, ensure the visibility of both the display and the outside world. A built-in acceleration sensor orientation, can be applied to a wide range of applications”.

 

  • Luca

    all’orizzonte Nuove guerre di brevetti in vista…

    • Asd

      Ok, ma se uno brevetta un qualcosa che non riesce a sviluppare deve necessariamente bloccare l’evoluzione dei dispositivi altrui? Sarebbe anche giusto che gli incapaci si mettessero da parte lasciando il posto a chi ne ha le capacità.

  • 97nannino

    nono questi occhiali pezzotti non ci interessano, viva i google glasses, quelli sono un’esclusiva google, che ha introdotto il mondo android addirittura ai nostri occhi….. su questo non c’è dubbio: la apple, cosi’ come altre aziende, potrà fare solamente scena muta su questa tappa della tecnologia, tappa che secondo me segnerà una svolta nel mondo tecnologico.

    • luca

      Sono bruttissimi

      • 97nannino

        apparte questo, ma poi qualsiasi “occhiale tecnologico” che uscirà da ora in poi sarà solmente una copia ( brutta, tra l’altro) dei google glass.

        • Fabyo

          Se loro ci lavorano da più tempo perché mai dovrebbero essere una opia dei google glass!?
          Ma davvero io mi chiedo come ragionate…

    • Monty81

      Ed io che in vita mia non ho mai avuto bisogno di occhiali, ora ne sentirò la necessità! Perchè questo è ciò che ci imporrann… volevo dire questa è la tecnologia del futuro!

  • Nick

    Prepariamoci a nuove cause della Apple…..

  • mattia maggioni

    c’è un errore: “infatti a PRIA vista”

  • Appians

    google non punta alla diffusione dei suoi glasses ma dei glasses in generale… è venuta per prima allo scoperto proprio per far si che altre case escano allo scoperto… il suo obbiettivo sarà la diffusione del suo android anche su questi dispositivi…

  • Ikaro

    SIIIIIII mai più passa il cannone da ora in poi passaaaa il google glassss 10 minuti co sti occhiali e sai che bei bulbi oculari… scherzi a parte spero che sia un flop totale giusto per far capire che… va bene innovare ma così proprio non ci siamo FARANNO DELLE COSE SUPERLIMITATEEE (con due cosini cosi, (ci arriveranno a un pollice?) ma che ci vuoi fare?)
    -mappe (ma che sei stupido che ci devi avere la mappa perennemente davantiiii)
    -telefonate (già mi viene da picchiare quelli che parlano con l’auricolare bluetooth che sembrano pazzi pensa quelli co gli occhiali :D…)
    -messaggi (tò m’arriva un messaggio mentre attraverso la strada DRITTO IN OSPEDALE)
    -foto (forse l’unica cosa carina…MA ANCHE NOOO)
    e che altro? basta!!! browser?? giochi?? app?? (ma che voi vede in due cosini così… e ndo clicci?? e se clicchi… ne che li rompi!!!
    tutte cose che un cellularino da meno di 100e farà pure meglio e il tutto a un costo, sicuramente, enorme EMBE’, L’INNOVAZIONE COSTA!!!!
    MA VOI METTE IL FATTO DI ANDA’ IN GIRO co sti google glass, co la gente che… TE PIA PE CCULOOOO…
    chiaramente i soliti accaniti di tecnologia (gli stessi che dicono apple è solo moda) ci si butteranno ADDOSSSO…
    a chiaramente si perde il bello di android, la personalizzazione perchè?? MA CHE TE VOI PERSONALIZZA IN UN’AGGEGGIO DEL GENEREEEE

    • AssassinoXI

      Il tuo commento (o almeno una parte) non ha senso…
      Stai solo a dire che le funzioni fanno pena senza dire un motivo intelligente

      • Ikaro

        vuoi il motivo…. l’ho dettoooo SONO DEGLI OCCHIALLIIIIII PORCO CACCHIOOOOOOO… cosa diavolo vuoi farci??? dammeli te allora i motivi per cui dovrebbe funzionare…

        • AssassinoXI

          mappe: meglio che vedere sul cellulare e scontrarsi contro un palo, no? in fondo in questi google glass si potrà vedere attraverso anche quando è acceso, no?

          telefonate: non ci vedo nulla di male se uno stà con l’ auricolare.. ah giusto, siamo in un paese dove la gente è ignorante riguardo la tecnologia

          Messaggi: ma che ti inventi? da quando si muore perchè improvvisamente si riceve un messaggio?

          Foto: non hai messo un motivo preciso, ma io trovo molto carina l’ idea di fare foto in prima persona

          • Ikaro

            mappe: devi essere un pò stupido per scordarti il percorso appena visto (e anche per sfracellarti) trall’altro se davvero ci puoi vedere attraverso dovrebbe passarci anche il sole, bella cacata diventano così, poi si puoi pure vederci attraverso ma stai sempre girando con qualcosa che ti ostruisce la visione COMPLETA, quindi al palo penso che ci arrivi prima con questi…
            telefonate: sei te che non ci vedi nulla di male e anche nel mio commento la cosa è soggettiva…resta il fatto che se uno ti vede, non conoscendo questa tecnologia, ti prenderebbe per pazzo…
            messaggi: la cosa è semplice (trall’altro lì ero un pò sarcastico :D) la notifica del messaggio deve pur arrivare no? e se ti arriva mentre attraversi? è comunque un corpo esterno che ti si piazza davanti e non credo faccia proprio bene ai riflessi…
            foto: anche a me piaccerebbe la cosa ma l’ho detto semplicemente perchè ci sono già oggetti, sicuramente meno costosi e anche migliori che sono nettamente superiori (vedi la go pro che ha qualità professionale e resiste anche all’acqua).
            DETTO QUESTO OGNUNO FA QUEL CHE VUOLE, IO SPERO SOLTANTO CHE SIA UN’ENORME FLOP… se poi te vuoi pagare na marea per una cosa così vabbene

  • LucaS888

    Non sono convinto che collegarsi allo smartphone sia un difetto, anzi.
    E’ improbabile che, se non tra decine di anni, i soli occhiali permettano di fare tutto bene con dimensioni ridotte, peso ridotto, batteria ridotta, controlli tramite comandi vocali, ecc ecc.
    Uno smartphone rimarrà necessario per tanto tempo, quindi meglio dispositivi ottici il più ridotti e leggeri possibili e quasi tutte le funzioni gestite tramite smartphone.