Sony-Ericsson e Android

16 novembre 20092 commenti

Ciao a tutti, Come molti di voi sapranno oggi alle ore 16:30 a Milano, il colosso nippo-svedese ha presentato il suo primo terminale dotato di sistema operativo android, il tanto chiaccherato X10 (ex X3, o Rachael). Ma andiamo con calma, prima di parlarvi del dispositivo in se stesso, vorremmo darvi qualche informazione riguardo alla società e le sue strategie per il futuro:

L’obbiettivo è quello di focalizzarsi su 3 principali punti:

  1. Unire l’intrattenimento: L’azienda cerca di unire tutte le principali forme di divertimento e comunicazione, sotto un unico dispositivo, prestante, potente,e completo, che andrà a rimpiazzare la lunga lista di device da portar con se quotidianamente(siano essi cellulari, fotocamere, palmari o console). Questa scelta andrà a toccare ogni ambito dell’esperienza degli utenti, dal gaming, alla fotografia, dai video, al messaging, offrendo ad essi un‘esperienza a  360°.
  2. Integrare il cellulare con altri device: Permettere al proprio smartphone di interagire con altri dispositivi è il cuore del concetto, poter comandare il proprio televisore con il cellulare, o condividere dati con la propria PS3, renderà l’utilizzo del dispositivo parte integrante di attività che finora erano fruibili solo con telecomandi o manopole. Un’esempio di tutto ciò è il Sony-Ericsson Aino, che permette di collegarsi alla PS3 per riprodurre file multimediali su di essa.
  3. Rimuovere le barriere per comunicare: La possibilità di fondere le comunicazioni e l’intrattenimento rimanendo sempre connessi, e in contatto con i nostri amici e parenti.

L’azienda è sotto un forte rinnovamento interno, che mira a rendere il brand Sony-Ericsson riconoscibile in ogni dispositvo che  uscirà dai loro stabilimenti;
Questo avviene sotto vari aspetti, ad iniziare da un design innovativo, che cerca di fondere due caratteristiche opposte tra loro: la precisione data dalla tensione (un esempio è la parte superiore dell’X10),e la Human Curvature (parte inferiore dell’X10).

X10_side

Un ulteriore punto di rottura col passato è il logo, il cui colore assumerà varie tonalità dal  giallino, al verde chiaro, passando per il rosso, il violaceo e l’azzurrino.

200px-Sony_Ericsson_logo.svg logo lime logo viola logo blu

La filosofia con cui Sony-Ericsson tenta di entrare nel mondo Android è quella di piena apertura, che spazia dall’apertura con gli operatori di telefonia mobile, all’apertura con gli sviluppatori ( a tal proposito vi sono importanti iniziative che riguardano possibili collaborazioni con alcune università italiane, per quanto concerne lo sviluppo di applicazioni sulle varie piattaforme supportate da SE).

Rispetto agli altri competitors il colosso nipponico punta a integrare nel proprio cellulare android (oltre al market standard) un market relativo alla piattaforma PlayNow Arena (avviata già nel 2004, e lanciata in Italia nel Q2 del 2009), che permette di accedere a contenuti quali sfondi,suonerie,canzoni,applicazioni, film (funzione ancora non supportata in italia) e altro ancora.
Grazie a questa scelta SE darà la possibilità agli sviluppatori di distribuire il proprio lavoro su un canale diverso da quello proposto da google, col vantaggio di usufruire di nuovi metodi di pagamento quali il PSMS (tramite messaggi), e la carta di credito!

Dopo questa lunga, ma dovuta prefazione vi rimandiamo all’articolo contenente le prime impressioni sul Sony-Ericsson X10:

(link a breve)

Loading...