Xiaomi punta a spedire 40 milioni di smartphone nel 2014

3 gennaio 201418 commenti

Il 2014 è iniziato da poco ma già sono partite le previsioni di tutti i grandi colossi del mercato Android e non solo. Samsung punta a vendere ben 100 milioni di tablet Galaxy durante quest’anno, invece il produttore cinese Xiaomi vola più basso fissando a 40 milioni il tetto delle vendite di smartphone, raddoppiando la quota raggiunta durante il 2013.

Nell’anno appena conclusosi Xiaomi è riuscito a registrare una crescita del 160% rispetto al 2012, con 18.7 milioni di smartphone venduti, ed un fatturato arrivato a ben 5 miliardi di dollari rispetto ai 2 miliardi del 2012.

Insomma crescita senza mezzi termini che si spera possa continuare anche nel 2014, con vendite di smartphone che potrebbero raggiungere i 40 milioni. È lo stesso CEO di Xiaomi a voler fissare questo obiettivo rilasciando una breve comunicazione tramite Twitter prima della fine dell’anno.

Il fatturato del 2013 permetterà al produttore cinese di poter investire e crescere in nuove tecnologie e prodotti di fascia alta. Non ci resta che attendere le prime mosse.

 

Loading...
  • WINlessons

    Dovrebbero cominciare a esportarli internazionalmente, probabilmente molta gente (almeno i più appassionati e i più esperti) li acquisterebbero…

    • Luke_Friedman

      Ma poi i prezzi lieviterebbero…!

      • WINlessons

        Anche se fossero allineati alla concorrenza in vendita in italia penso che preferirei acquistare uno Xiaomi piuttosto che un Samsung (e parlo da possessore Samsung)

        • BSOD

          Mi associo al pensiero: sono un infelice possessore di Galaxy S4, pieno zeppo di software preinstallato non richiesto e incatenato da limitazioni come il bootloader firmato e lo Knox counter. Un Android blindato come un iCoso… blah!
          Avrei la tentazione di darlo via per un MI3 ma a questo punto aspetto la generazione a 64 bit.

          • Fabio

            parlate con ignoranza tematica. Nn è un’offesa, io ho sia il Gala s4 che l’S3 e il Note 10.1
            Ma parlare di “blindatura”, di software”zeppo” (manco sapete che si può COMODAMENTE disattivare o, (se chiacchierate di knox counter) addirittura di NON avere…
            Aspettate la”genrazione” 64 bit !!! Non cooscete nemmeno i possibili vantaggi. . Son certissimo che se vi metto davanti agli occhi due Gala do a 64, nn lo sapete individuare.
            Come nemmeno la risoluzione.
            GNURANT !!!

          • BSOD

            Cose tipo ChatOn sono SERVIZI che partono all’avvio che tu lo voglia o no. E non li puoi disinstallare nè comodamente nè scomodamente perchè sono nella system partition e senza il root hai accesso read only e ti attacchi. Installati qualche tool per andare a vedere tutto quello che parte in automatico: ti verrà un colpo.
            Poi ho sempre desiderato di avere roba tipo le app di dropbox o tripadvisor che si aggiornano ogni 2×2 e quando accendi il cellulare la prima volta, sono già obsolete.

            64 bit è un passaggio inevitabile. Il note 3 ha raggiunto il tetto massimo di memoria indirizzabile con la attuale architettura, che ti piaccia o no.

            Lo knox counter E’ una BLINDATURA.come lo vogliamo chiamare, “attenzione per l’esperienza utente” o piuttosto “Cambia una virgola di quanto ho deciso per te e ti castro” ?

          • BSOD

            Dimenticavo: del “GNURANT” lo vai poi a dare a tua sorella, cafone.

          • WINlessons

            Non è cosi semplice come dici tu, vedi, nel mio telefono ci sono app come social hub, samsung apps e thinkfree office non ho MAI aperto. Mi farebbe comodo eliminarle con 190mb lordi (nel senso che parte di questo spazio è occupato dagli aggiornamenti delle Gapps e cose simili), ma sono considerate app di sistema. So che con i diritti di root e link2sd ciò si può risolvere, ma vorrei evitare perché con la troppa libertà concessami dal root ho installato un’app e mi sono brickato il telefono già una volta e ho passato 2 mesi con un Nokia 3310 mentre il mio GT-S5830i era in assistenza. Per quanto riguarda la generazione 64 bit, per ora mi importa solo avere uno smartphone decente con una memoria interna normale e che non s’ impalli con whatsapp.

  • Pingback: Xiaomi punta a spedire 40 milioni di smartphone nel 2014 - WikiFeed()

  • Alessandro Marcheselli

    Se non avessi già un telefono pressoché perfetto, ne comprerei uno, di Xiaomi. Forse la qualità dei materiali lascia un po’ a desiderare perché sono cinesi, ma costano poco e sono potenti. Indubbiamente adesso vendono solo agli esperti di modding, anche perché il novizio si fa la solita domanda: S4 o iFon 5s? S4 o HTC One? Di Xiaomi manco ne ha sentito parlare. Il CEO Xiaomi (mi sembrava fosse lui) ha detto che il “migliore smartphone è l’iPhone” io non capisco da quale punto di vista, perché essendo un produttore Android (ed ex Google) elogia iOS?

    • Nightfly

      Ho avuto mi1 poi mi2 ed ora mi3… Altro che materiali scadenti… Non lasciano desiderare x nulla. Aggiornamenti continui e prestazioni migliori dei top gamma

      • Alessandro Marcheselli

        Ok, io non solo non ne ho mai avuto uno, non l’ho mai nemmeno visto se non in foto quindi non posso assolutamente essere obiettivo. Grazie per il chiarimento

      • Anna69

        Come possibile che hai già il Mi3? Ma è vero che diverso da come doveva essere, più lento?

    • Nightfly

      Ho avuto mi1 poi mi2 ed ora mi3… Altro che materiali scadenti… Non lasciano desiderare x nulla. Aggiornamenti continui e prestazioni migliori dei top gamma

  • Michelangelo Brunetti

    Felicissimo possessore di mi2 da più di un anno…
    Zero problemi, prestazioni al top e estetica stupefacente…

  • Silvano

    Tra 5 giorni arriva il mio Mi3…e non sto più nella pelle.

  • TheFender91@gmail.com

    Meerda,un anno fa avevo 4 riferimenti per lo smartphone nuovo: Xiaomi,Meizu,Oppo,Huawei..possibile che abbia scelto l’unica mela marcia dei 4??

    • StriderWhite

      Fammi indovinare…