Fitbit Versa Lite: less is more | Recensione

28 Maggio 2019Nessun commento

Dopo il successo di Versa, Fitbit entra di nuovo nel mercato dei wearable con Versa Lite, una versione del popolare Smartwatch più economica. Ci sono alcune rinunce ma non necessariamente avere meno cose è peggio. Perchè? Scopritelo nella nostra recensione!

CONFEZIONE: TUTTO CIO’ CHE SERVE

Nella confezione di vendita oltre allo smartwatch troviamo:

  • Una basetta di ricarica con presa USB
  • Un cinturino aggiuntivo di taglia S

HARDWARE: QUALITA’ E COMODITA’

Ancora una volta Fitbit fa un ottimo lavoro in termini di assemblaggio e qualità: ci troviamo di fronte ad uno smartwatch solido e ben costruito. Nella parte frontale troviamo il display da 1.34″, sul retro il sensore Purepulse. Nel Versa Lite abbiamo solo un tasto fisico posto a sinistra, che serve per accendere il display manualmente. I cinturini inclusi sono in elastomero e si sono rivelati ottimi sia durante l’attività sportiva e sia nell’utilizzo di tutti i giorni: non ho mai avuto nessun problema o fastidio.

In prova abbiamo la colorazione “Alluminio azzurro” che a mio parere è stupenda. Il suo look gli permette di essere indossato in qualsiasi contesto senza stonare. E’ ovviamente possibile cambiare cinturini, ce ne sono di vario tipo e sono compatibili con tutti i prodotti della famiglia Versa.

Lo ho testato per quasi due mesi e si è rivelato piuttosto resistente, ma mi è sembrato che sia leggermente più incline ai graffi e segni di usura rispetto al Versa normale. C’è da dire che lo ho sempre maltrattato e mai usato con nessuna protezione, quindi ci può stare.

  • Display IPS da 1.32” (300×300 pixel)
  • Sensore PurePulse per il monitoraggio del battito e SpO2
  • Giroscopio e Accelerometro
  • Dimensioni: 39.35 mm X 39.5 mm X 11.24 mm
  • Peso: 38 g
  • Connettività Bluetooth 4.0
  • Cinturini intercambiabili

COSA CAMBIA DAL VERSA?: QUALCHE RINUNCIA MA NIENTE RIMPIANTI

Essendo una versione “Lite” e costando ovviamente meno, questo nuovo Versa rinuncia a qualche funzione:

  • NFC: A differenza del fratello maggiore sarà impossibile effettuare pagamenti contactless in quanto manca il chip dedicato. La mancanza non si fa assolutamente sentire in quanto il servizio Fitbit Pay in Italia supporta solo 4 banche (e neanche tanto diffuse).
  • MEMORIA INTERNA E WI-FI: Perdiamo la possibilità di scaricare brani direttamente nello smartwatch e di ascoltarli con cuffie Bluetooth senza bisogno del telefono. In questi tempi dove lo streaming fa da padrone è una funzione di cui non ho sentito la mancanza, anche perchè l’assenza del GPS integrato mi costringe comunque a portare il telefono con me.
  • FITBIT COACH: Non è possibile effettuare esercizi con indicazioni direttamente sullo smartwatch. Una funzione molto carina ma non così indispensabile.
  • TASTI FISICI: I due tasti fisici a destra sono stati rimossi, lasciando semplicemente quello di accensione a sinistra. Questa è l’unica mancanza che si fa sentire in quanto in molte situazioni sono molto più comodi rispetto ad un touch screen.
  • RILEVAZIONE VASCHE E PIANI: Nel Versa Lite non potremo tracciare le nostre nuotate e non verranno rilevati i piani saliti (manca l’altimetro). Raramente vado in piscina a nuotare e quindi non sento la sua mancanza ma per chi si allena così potrebbe essere una seccatura. Peccato per l’altimetro che permette un tracking più preciso per determinati allenamenti.

Nel complesso, non ho avuto la sensazione di avere un dispositivo che ha fatto rinunce, ma piuttosto un dispositivo alleggerito a cui sono state tolte molte funzioni poco usate o marginali. Come già detto l’unica mancanza che ho sentito parecchio sono i tasti fisici.

Vi consigliamo, se non lo avete già fatto, di leggere anche la nostra recensione del Fitbit Versa.

IL TEST: FITBIT FA CENTRO ANCORA UNA VOLTA

Il Versa Lite funziona esattamente come il suo fratello maggiore: quasi alla perfezione. A livello di sistema operativo non ho mai avuto nessun tipo di problema ed è sempre stato reattivo e fluido.

Ottimo il display, leggibile in ogni condizione di luce aiutato anche da un sensore di luminosità che fa sempre bene il tuo lavoro. Il touch screen è sensibile al punto giusto ma come già citato si sente la mancanza dei tasti fisici in più.

Nulla da dire sui sensori integrati che risultano precisi, un plauso per il sensore cardiaco Purepulse che non mi ha fatto sentire la mancanza di una fascia cardio (anche se in alcuni esercizi ovviamente non può reggere il confronto). Ottimo il rilevamento delle fasi del sonno e buono il rilevamento dei passi, nella media degli altri tracker.

Come anche già detto nella recensione del Versa normale, non si tratta di sportwatch per professionisti quindi non aspettiamoci statistiche o dati super-dettagliati.

Ottima la durata della batteria che solitamente mi ha portato a caricarlo ogni 5/6 giorni, meglio quindi del Versa normale. Considerando che il tracking è sempre attivo e con lui anche il sensore cardiaco non è niente male.

Sempre attive sono anche le notifiche: è possibile scegliere quali ricevere tramite l’app Fitbit e potremo scegliere tra tutte le applicazioni installate sullo smartphone. Per alcune di queste è anche possibile dare risposte rapide o eseguire alcune azioni.

CONCLUSIONI: Uno dei migliori sul mercato

Fitbit si riconferma uno dei migliori costruttori di smartwatch e fa ancora centro con questo nuovo arrivato della famiglia Versa. Il Lite infatti offre grandissima qualità e molte funzioni ad un prezzo ridotto senza rinunciare a nulla di essenziale.

PRO

  • DESIGN: Qualità costruttiva ai massimi livelli e un design che non stona mai.
  • TRACKING: Tantissime funzionalità e un tracking preciso attivo 24 ore su 24.
  • AFFIDABILITÀ: Mai un problema a bluetooth, GPS condiviso o impuntamenti.
  • APP FITBIT: L’app sullo smartphone è molto funzionale e dettagliata.
  • LESS IS MORE: Versa Lite è offerto ad un prezzo inferiore rispetto al fratello maggiore senza rinunciare a nulla di vitale.

CONTRO

  • TASTI FISICI: In uno smartwatch dedicato all’attività sportiva i tasti fisici per me sono essenziali, la mancanza si sente avendone rimossi due.
  • GPS: Come nel fratello maggiore non abbiamo un antenna GPS a bordo e quindi dovremo affidarci al GPS condiviso con il nostro smartphone.

Per qualsiasi domanda o per approfondimenti lasciateci un commento!

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com