Xiaomi Mi 9T è bello… e balla! – RECENSIONE

30 Agosto 2019Nessun commento

Xiaomi Mi 9T è il nuovo dispositivo con cui l’azienda cinese prosegue la sua azione di conquista della fascia media, pur con qualche dettaglio da rivedere.

Xiaomi Mi 9T: l’unboxing

La confezione di vendita è realizzata in cartone, il quale risulta molto liscio al tatto e presenta una colorazione prevalentemente nera che lascia poi spazio ad un render dell’unità, al logo dell’azienda ed alla denominazione del modello.

All’interno troviamo:

  • caricabatteria con uscita a 5V – 3A, 9V – 2A oppure 12V – 1.5A;
  • cavo USB – USB Type C;
  • manuale utente e garanzia;
  • spilla per rimuovere lo sportellino in cui inserire le nanoSIM;
  • cover rigida di colore nero.

Xiaomi Mi 9T: il dispositivo

Hardware 8.5

Diamo uno sguardo alle specifiche tecniche del telefono:

  • DIMENSIONI 156.7 x 74.3 x 8.8 mm
  • PESO 191 g
  • DISPLAY AMOLED, 6.39 pollici, 1.080 x 2.340 pixel, 403 ppi
  • CPU Qualcomm Snapdragon 730, Octa-Core
  • GPU Adreno 618
  • RAM 6 GB LPDDR4X
  • ROM 64 GB, non espandibili
  • CONNETTIVITÀ Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, LTE, Bluetooth 5.0, USB Type C, jack audio da 3.5mm, A-GPS Glonass, NFC
  • FOTOCAMERE 48MP + 13MP + 8MP (posteriore) / 20MP (anteriore, a scomparsa)
  • BATTERIA 4.000 mAh
  • ALTRO accelerometro, giroscopio, bussola, sensore di impronte digitali sotto il display, sensore di prossimità, sensore di luminosità, secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali

Nei test realizzati con AnTuTu Benchmark il terminale ha totalizzato 209.622 punti.

Design 8.5

Esteticamente, lo smartphone spicca soprattutto nella zona posteriore, restituendo giochi di luce che lo rendono senz’altro originale. Frontalmente, invece, non si notano dettagli distintivi rispetto ad altri modelli attualmente commercializzati (se non l’assenza del notch). La camera pop-up, dotata di illuminazione sui bordi laterali, è il fiore all’occhiello. Angoli smussati e materiali contribuiscono alla piacevolezza di utilizzo.

Il consumatore potrà scegliere fra 3 varianti di colore: Blue (in prova), Black e Red.

Ergonomia 8-

Le dimensioni tutto sommato contenute rendono lo Xiaomi Mi 9T comodo da impugnare: ne ha il merito anche un retro per nulla scivoloso, a vantaggio del grip. Il peso di 191g appare comunque eccessivo. In confezione è disponibile una cover rigida di colore nero che però, ovviamente, altera l’estetica.

Materiali e costruzione 8.5

  • Zona anteriore

Display con protezione Gorilla Glass 5 ed annesso lettore di impronte digitali. Il pannello è situato all’interno di cornici laterali piuttosto sottili. La cornice inferiore è leggermente più ampia rispetto a quella superiore, in corrispondenza della quale individuiamo la capsula auricolare. Presenti tutti i sensori elencati tra le specifiche tecniche. Nessun pulsante fisico cliccabile risponde all’appello.

  • Zona posteriore

Costruzione in vetro Gorilla Glass 5 che, proprio come lo schermo, trattiene poche impronte. Procedendo dall’alto individuiamo subito i tre sensori della fotocamera, con disposizione verticale, leggermente sporgenti rispetto alla scocca. Al di sotto di essi trova spazio il dual flash LED. In basso compare il logo dell’azienda.

  • Profilo destro

Bilanciere per la regolazione del volume a cui si aggiunge il tasto di accensione/spegnimento/blocco/SOS di colore rosso (soluzione che, personalmente, ho gradito al fine di “spezzare” un po’ il profilo monocromatico).

  • Profilo sinistro

Lato completamente pulito.

  • Profilo basso

Porta USB Type-C, microfono, altoparlante di sistema, vano per l’inserimento di nanoSIM.

  • Profilo alto

Secondo microfono per la soppressione dei fruscii, ingresso per cuffie con jack audio da 3.5 mm, modulo della fotocamera a scomparsa (300.000 aperture garantite dal produttore) su cui individuiamo anche il LED di notifica (posizione infelice, non essendo subito visibile).

Ricordiamo che i profili sono realizzati in metallo. Purtroppo, manca l’impermeabilità.

Display 9

Lo schermo AMOLED, con diagonale da 6.39 pollici e risoluzione di 1.080 x 2.340 pixel rappresenta una vera eccellenza per questo terminale. Una densità di 403 ppi rende giustizia ad ogni singolo dettaglio. Sottolineiamo nuovamente l’ottimo trattamento oleofobico.

Il touch è sempre molto reattivo e preciso. Impostando la luminosità al massimo, la leggibilità sotto la luce diretta del sole è garantita. I colori hanno un giusto livello di saturazione: è comunque possibile modificarne intensità e temperatura dalle relative impostazioni.

Disponibili anche le opzioni “Display ambient” (che ben si sposa con la tecnologia AMOLED), “Modalità lettura” e “Modalità scura”. A ciò si aggiungono neri perfetti e contrasti efficaci, con angoli di visuale al top, che consentono di promuovere a pieni voti il pannello.

Software 7

A bordo dello Xiaomi Mi 9T troviamo il sistema operativo Android 9.0 Pie, con patch di sicurezza risalente al 1 luglio 2019, personalizzato con MIUI 10.3.12.0 (Global). Lo stile del produttore è subito riconoscibile, come nel caso degli ultimi modelli commercializzati. L’esperienza di utilizzo è appagante, con una quasi totale assenza di lag.

La rete LTE è sì performante ma senza “strafare”. Lo stesso dicasi per il Wi-Fi che, similmente a quanto riscontrato sullo Xiaomi Mi 9 SE, ha dato alcuni problemi nel tentativo di connettermi a specifiche reti pubbliche.

Le modalità di attivazione del device, oltre alle classiche sequenze di sblocco e password, prevedono l’utilizzo del lettore ottico a schermo ed il riconoscimento del volto. Per il fingerprint mi è possibile evidenziare un’efficacia stimabile in 6/10: capita spesso di dover toccare due (o più) volte lo schermo affinché l’operazione vada a buon fine. Per quanto apprezzabile sia tale soluzione tecnica, ci sarebbe bisogno di ulteriori ottimizzazioni. Mediante l’utilizzo della camera frontale non segnalo particolari problemi, se non in condizioni di bassa luminosità ambientale.

Degna di nota è l’opzione “Secondo spazio”, grazie alla quale predisporre un’area separata e protetta in cui archiviare media e dati più sensibili. Interessante anche la feature “App clonate”, utile per sfruttare account multipli sui diversi social network (e non solo). Il pulsante di accensione/spegnimento/blocco può essere utilizzato per inviare un SOS: una volta configurato, tale funzione potrà essere richiamata mediante 5 pressioni consecutive che permetteranno di comunicare ai contatti prescelti la propria posizione (di qui la scelta della colorazione rossa). Infine, un’altra buona notizia: tutto ok per quanto riguarda Android Auto.

Foto e video

Tripla camera posteriore 7 / 8

Camera anteriore 6.5 / 6+

I moduli presenti su questo apparecchio svolgono il loro compito in maniera efficiente, seppur non in tutte le circostanze.

La tripla camera posteriore, con sensori da 48MP (f/1.75) + 13MP (grandangolare 117°, f/2.4) + 8MP (teleobiettivo 2x, f/2.4), restituisce scatti soddisfacenti soprattutto di giorno o comunque in presenza di buona luminosità ambientale.

I colori appaiono naturali oppure leggermente spenti, a seconda delle condizioni. Il livello di dettaglio si abbassa leggermente nelle foto notturne che, però, riescono a contenere la rumorosità digitale. La modalità Notte, spesso, altera l’equilibrio cromatico. Il doppio flash LED, pur non essendo potentissimo, fa il suo dovere. Non male il sistema HDR, buone le macro: in quest’ultimo caso ho riscontrato frequenti difficoltà di messa a fuoco per quanto riguarda i soggetti in primo piano, il che mi ha costretto ad allontanare l’obiettivo per ottenere un risultato migliore. L’effetto bokeh non eccelle particolarmente. Degni di nota gli scatti grandangolari, che non creano eccessivi artefatti lungo i bordi.

La camera frontale da 20MP (f/2.2) dà vita a buone immagini, perfettamente in linea con la media del mercato.

GRANDANGOLO – STANDARD – TELEOBIETTIVO

STANDARD – MODALITÀ NOTTE

MACRO

STANDARD – HDR

STANDARD – FLASH

ALTRE

Per quanto concerne i filmati, catturati a risoluzione massima del 4K a 30fps, sono decisamente più fluidi rispetto a quanto evidenziato utilizzando lo Xiaomi Mi 9 SE: qualche scattino comunque non manca. Stabilizzazione presente e performante. Discreta l’acquisizione del flusso audio.

La fotocamera frontale permette poi di registrare video soltanto in FullHD a 30fps.

Riproduzione video 9

I tre file di test copiati in memoria hanno una risoluzione pari al FullHD, al 2K ed al 4K, in formato mp4 e codec h264. Xiaomi Mi 9T è stato in grado di riprodurre senza problemi tutti i filmati.

Riproduzione musicale 7.5

L’altoparlante di sistema, posizionato lungo il profilo basso, esegue i brani con volume elevato ed un lieve accenno di tonalità basse. Data la sua collocazione, il suono non viene mai attutito. Ricordiamo la presenza della Radio FM.

Chiamate 8

La ricezione è generalmente stabile e la qualità percepita dalla capsula auricolare è di buon livello, anche a volume massimo (stesso discorso per il vivavoce). I nostri interlocutori riusciranno a comprenderci senza alcun problema. In alcuni casi mi è inavvertitamente capitato di spostare leggermente l’orecchio dalla fessura dedicata presente sullo smartphone: con un allineamento non perfetto, l’audio potrebbe non essere più percepito dando la falsa impressione che la chiamata sia stata interrotta (ed invece… scherzetto).

Gaming 8.5

Real Racing 3 impiega circa 22 secondi per il caricamento iniziale. Tuttavia, il gioco scorre in maniera decisamente fluida, senza alcun tipo di rallentamento, grazie anche al supporto del “Game Turbo”.

Autonomia 7.5

Il modulo da 4.000 mAh permette di coprire la giornata senza alcun patema d’animo. Le pretese, però, dovranno fermarsi qui. Ad ogni modo, la batteria è certamente in grado di far fronte alle richieste energetiche del display e del processore.

Rapporto qualità / prezzo 8

Ad un costo d’acquisto pari a 329,90€, Xiaomi Mi 9T è un’alternativa da prendere in seria considerazione tra quelle disponibili nella medesima fascia di mercato. Un telefono che spesso “ama vestirsi” da top di gamma.

Xiaomi Mi 9T: Riassumendo

Consigliato per…

Chiunque fosse alla ricerca di uno smartphone ben costruito e prestante, dotato di un ottimo display AMOLED e con fotocamera a scomparsa che certamente non passerà inosservata.

Sconsigliato per…

Chi avesse alte pretese per quanto riguarda il comparto video-fotografico che, come detto, non è sempre eccellente.

Xiaomi Mi 9T: Voto Finale 8

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com