Blocchi ai server di S Voice, Samsung spiega il perchè

23 Maggio 201249 commenti

Nei giorni scorsi avevamo riportato la notizia del blocco imposto da Samsung all'uso dell'assistente vocale S Voice da dispositivi differenti dal Galaxy S III. La casa coreana ha deciso di intervenire sulla vicenda, esponendo le proprie motivazioni.

La tutela della soddisfazione dei clienti è l’argomento che Samsung utilizza per difendere la propria scelta. La casa infatti ha spiegato che, essendo la versione di S Voice in circolazione una beta, si è premurata di far sì che gli utenti non traessero i propri giudizi sull’applicazione da una versione di prova, bloccandone dunque l’utilizzo.

An initial test version of S Voice which was found online has been blocked as Samsung Electronics does not want consumers to judge the quality of the voice feature based on a test version. When the product is launched, users of GALAXY S III will be able to fully experience S Voice.

Ovviamente, al di là delle dichiarazioni di facciata, è facile immaginare che le motivazioni siano altre. Va detto comunque che la community Android ha prontamente scavalcato il blocco grazie ad una modifica del file di sistema build.prop, come riportato anche in un update del nostro precedente articolo.

Da sottolineare inoltre l’accento posto sull’utilizzo che sarà possibile da parte degli utenti del Galaxy S III: un segno che, almeno per i primi tempi, la nuova feature resterà esclusiva del flagship device?

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com