Google Chrome mette il turbo: presto nuova funzione ispirata ad Opera Mini

4 Marzo 201330 commenti

Opera Mini è stato lanciato ufficialmente sul mercato nel lontano 2005 ha portato sicuramente un grande, e sicuramente molto utile, browser per i nostri dispositivi Android e non solo. Tutto ciò grazie alla possibilità di comprimere le pagine web e quindi consumare una quantità inferiore di dati, soprattutto per chi naviga magari con una connessione limitata. Questa novità introdotta da Opera potrebbe essere rielaborata da Google ed inserita nel proprio Chrome per Android.

Il principio di base di Opera Mini è molto semplice e funzionale: digitando un qualsiasi URL questo viene inviato ad un apposito server il quale ne elimina tutti i dati superflui e lo restituisce più leggero per la nostra connessione, veloce e preciso per la consultazione.

Forse oggi potrebbe non essere più indispensabile l’utilizzo di questi mezzi dato che ormai le nostre città sono interamente coperte da reti wireless, le nostre connessioni 3G permettono una navigazione molto veloce e molto probabilmente chi utilizza molto lo smartphone usufruisce di un abbonamento dato illimitato.

Nonostante ciò Google sembra volerci pensare ben 8 anni dopo l’arrivo di Opera MiniFrançois Beaufort, noto sviluppatore, avrebbe notato che nell’ultima nightly build di Chromium è incluso il supporto per un nuovo servizio di compressione. Ecco la descrizione della funzione fornita da Google, direttamente dal codice sorgente:

“Reduce data consumption by loading web pages via Google proxy servers.”

Questa è ovviamente una dichiarazione incredibilmente facile da interpretare, Google sembra intenzionato a prendere spunto da Opera Mini. Purtroppo non abbiamo ancora dettagli in merito e tanto meno quando potrebbe realmente arrivare sul Play Store.

Questa nuova funzione potrebbe essere annunciata durante il prossimo Google I/O?

 

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com