Google Play Store: superato l’App Store nel numero di download ma non nei profitti

9 aprile 201340 commenti

Non molto tempo fa si era discusso di alcune previsioni riguardanti il numero di download del Play Store ed i profitti, in confronto a quelli registrati dall'App Store. Inizialmente si era ipotizzato che lo store di Google avrebbe superato quello di Apple in tempi brevi, cosi è stato. In una nuova ricerca effettuata da Canalys sui principali quattro negozi per applicazioni mobile (Android, iOS, BlackBerry e Windows Phone) e in oltre 50 nazioni, sono emerse informazioni interessanti.

Nei primi mesi del 2013 sono stati registrati oltre 13,4 miliardi di download, e 2,2 miliardi di ricavi dalla vendita di applicazioni sugli store, oltre che in-app purchase e relative sottoscrizioni. Dall’analisi è stato verificato che il 51% dei 13,4 miliardi appartiene allo store di Google.

Quindi se da un lato Google Play ha ottenuto la corona per il numero di download complessivi, dall’altro per i profitti registrati è un vero e proprio dominio dell’azienda di Cupertino con oltre il 74% dei ricavi complessivi. Nello studio non viene indicata la percentuale dello store dell’azienda di Mountain View, ma è stato ipotizzato essere superiore al 20% con le “briciole” rimaste spartite tra Microsoft e RIM.

Il sorpasso è avvenuto, ma il dominio è ancora di Apple, riuscirà Google a superarla su tutti i fronti?

Loading...
  • Pingback: Google Play Store: superato l’App Store nel numero di download ma non nei profitti | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Salvatore Lambresa

    Sono androidiano convinto, e provengo da Iphone, ma ad onor del vero vanno dette alcune cose, che la politica degli store è differente. Apple funziona meglio con in app purchase… ed offre una qualità delle applicazioni leggermente superiore… Inoltre nello store google vi sono download di widget e applicazioni di sfondi e temi che su ios non esistono e che pero contribuiscono ad accrescere il numero di download… oltre ad alcuni pacchetti che sullo store google si trovano e scaricano come semplici app mentre in app store sono pacchetti dell’applicazione scaricabili dalla stessa….
    ad onor del vero va anche detto che molti utenti android scaricano illegalmente applicazioni da terze parti, fenomeno ad oggi meno frequente su iphone in virtù della diminuzione del fenomeno jailbroken….

    • Simo123

      Se le applicazioni vengono scaricate da terze parti illegalmente un motivo c‘è: non tutti hanno una carta di credito.

      • ale

        Ma che cavo lo vuol dire?la cara la può fare anche uno di 10 anni..inoltre cosa vuol dire?amica e un bene primario ;se la maglietta costa troppo sei giustoficato a
        rubarla?

        • bombzor

          sei di ritorno dal Burundi?

        • Simo123

          Devi essere maggiorenne per farla… Ignorante. O comunque devi avere l’autorizzazione dei genitori con una loro firma, e nel momento che la fai devi essere accompagnato da loro.

      • Ruppolo

        Non mi pare un buon motivo. Se lo fosse molta gente, di qualsiasi età, si sentirebbe autorizzata a rubare qualunque cosa.

      • Credo che anche tu abbia un padre, spiegagli la situazione e fatti intestare una postepay junior, sono 10€ all’ufficio postale e 3 (dico 3) firme, cosa da 10 minuti. Poi la ricarichi dal tabaccaio e compri online. il fatto che TU non possieda una carta di credito non ti legittima a RUBARE. Un senzatetto che non ha cibo non è legittimato ad entrare in casa tua, rubare cibo e dormire sul divano. “Eh ma non ho i soldi per comprare cibo” “Eh ma non ho un tetto”..

        • Simo123

          Infatti io non ho 10 anni… Sono più che maggiorenne.

    • Ruppolo

      La differenza non è nel numero leggermente superiore, ma nella qualità di gran lunga superiore.

  • Raflein

    Apple fa pagare molte più app di Android e molte cose sul playstore sono free cioè ad esempio certi giochi li puoi usare in versione gratuita senza mai scaricare quella a pagamento,vedi Ruzzle che è pieno di pubblicità come quando uscì Angry Beards che sull’apple store lo pagavi e su Android No.I proventi sono minori per quanto riguarda lo store di Android rispetto ad Apple,ma google secondo me guadagna molto di più con la pubblicità inserita nelle varie app.Secondo me Google ha studiato una politica di guadagno diversa rispetto ad Apple.Viva il Robottino verde

    • applefan

      no ti prego fammi un esempio perchè il tuo fa ridere..

    • “come quando uscì “barbe arrabbiate” ” ahahahahahahahah

      • Simo123

        ???

        • bombzor

          angry beards

          • Simo123

            Angry Birds forse… vabbè lasciamo stare.

          • bombzor

            a quanto pare non sei molto sveglio/a..o l’ironia non sai dove abita. provo a spiegarti la faccenda in termini abbastanza semplici e schematici:
            1) nel commento di raflein c’era scritto “angry beards” anzichè “angry birds”.
            2) mirko turriciano ha fatto una battuta: l’inglese “angry beards” corrisponde in italiano a “barbe arrabbiate”
            3) tu hai messo i punti interrogativi
            4) ho provato a ribadirti la correlazione del precedente commento di raflein con la traduzione di mirko turriciano
            5) ma tu niente, proprio non volevi saperne di comprendere.

          • Simo123

            Guarda che avevo capito benissimo, qui chi non ha l‘ironia è chi ha fatto la battuta, perchè non fa affatto ridere.

    • Simo123

      Verissimo, stessa cosa succede tutt‘ora anche con Angry Birds Star Wars: iOS a pagamento e Android GRATIS. Vi dà fastidio la pubblicità? DISATTIVATE LA CONNESSIONE AD INTERNET. E poi tante app, come SwiftKey, non ci sono sull‘App Store di Apple.

    • Ruppolo

      Google non c’entra nulla, non è Google che decide il prezzo delle app.
      Quanto a Angry Birds, se permetti su AppStore è uscito anni prima!

    • Ma informati prima di parlare .-. Apple cosa centra in questo. Non è apple che decide il prezzo delle singole app ma sono io singolo sviluppatore. Poi pago il 30% ad apple, contro il (non ricordo la percentuale precisa ma era meno, credo 15%) a google, ma io posso decidere a che prezzo mettere le app. Non è google che paga la licenza di angry birds a tutti gli androidiani, è Rovio che vede che tanto con app a pagamento su android non si guadagna.

  • Enxuccio

    Per quanto riguarda i ricavi non dimentichiamoci che, a differenza di Apple, gran parte delle App di Android sono gratuite.
    Un esempio: Whattup solo ora su android è diventato a pagamento:
    Su apple lo è da anni!!!

    • Ruppolo

      Nessuna differenza, anche su AppStore gran parte delle app è gratuita.
      Quanto a Whatsapp, su Android è diventato a pagamento ANNUALE, su Apple lo paghi una volta sola (lo stesso importo del pagamento annuale su Android).
      Hai scelto un pessimo esempio.

  • samuele

    Notiziona!!!

  • è semplice… quando attivi un account su apple.. devi associare per forza la carta di credito, e vuoi o non vuoi quando ti serve un app che costa pochi centesimi, lo fai.. mentre su google puoi anche non farlo, e ciò provoca il fatto che l’utente medio non vuole pagare nulla…

    • Stereo00

      Mi spiace non è vero, io mi sono registrato senza carta ;)

    • Simo123

      Peccato che non tutti ce l‘abbiano la carta di credito.

      • alw

        Ma cosa vuol dire la carta la fanno anche i bimbi di 10anni se uno non ha i soldi o non se la vuole fare e giustificato a rubare?di certo non e un bene primario

        • Simo123

          Devi essere maggiorenne per farla… Ignorante. O comunque devi avere l’autorizzazione dei genitori con una loro firma, e nel momento che la fai devi essere accompagnato da loro

    • Ruppolo

      Falso, la carta di credito non è obbligatoria.

    • Ma informiamoci prima di dare per vera la prima stronzata che ci passa per la mente creando solo disinformazione!

  • dario

    proprio ieri in sala d’attesa dal medico c’era una tizia con un android low-cost di vodafone, non proprio recentissimo quindi chissà da quanto l’aveva, che vedendo giocare col proprio cellulare 3-4 persone si è lamentata col suo compagno “Oh, solo il mio non ha neanche un gioco!”. da buon samaritano mi sono permesso di mostrarle il market (ve l’avevo detto che era vecchiotto…) e come usarlo… uno smartphone android di fascia bassa e media raramente è un acquisto consapevole, e raramente per uno smartphone da 100 euro la gente vuole spendere in app. prima che lo store android fatturi quanto quello apple secondo me passeranno ancora 2 o 3 anni.

    • Simo123

      Verissimo, per non parlare della sala d‘attesa del mio dentista… Vedo bambini di 8-10 anni con l‘iPhone CHE È LORO, non dei genitori, perchè questi ultimi avevano il loro telefono. Comprare cose del genere ai propri figli è pura ignoranza.

      • Ruppolo

        Ti sei confuso con l’iPod touch.

  • Francalberto

    Ma se Apple fa più profitti di Google col proprio store, facendo pagare di più ai propri utenti/clienti, ci dovremmo preoccupare?

    • Ruppolo

      Ma no figurati, gli sviluppatori sono ben contenti di lavorare per la gloria…

  • Getter Dragon

    ma francamente è un ottima notizia. e non dico quella del sorpasso di android su iOS. ma semplicemente se Apple pur vendendo meno app guadagna di più vuol dire che il nostro Market è più economico in quanto guadagna di meno vendendo più app.

    • Golfirio Masturloni

      non necessariamente, bisogna vedere la percentuale di app a pagamento rispettó alle gratuite, bisogna vedere se conteggiano anche i brani musicali e gli ebook, se conteggiano gli introiti della pubblicità sulle app gratuite, i dati così come sono non significano nulla, solo una tendenza di fondo. l’utente apple spende di più e più volentieri…sembra.

    • Ruppolo

      Anche i cassonetti delle immondizie sono più economici rispetto il supermercato accanto.

  • Andrea Caccamo

    Cioè…il fatto che Apple guadagna di più è un punto di forza? Di dominio? Spero non la sorpassi mai e che costino generalmente meno le app, non che ci siano una quantità indescrivibile di CAZZATE a pagamento (fosse per apple dovremmo pagare anche le gratuite).
    Son stati sorpassati, punto. Quanto guadagnano sono cavolacci loro.