Malware Android 2013: i pericoli potrebbero arrivare ad oltre 1 milione

27 gennaio 201341 commenti
Il successo ha anche i suoi aspetti negativi, uno spiacevole risvolto della medaglia, che nel caso dei sistemi operativi coincide con l’aumento dei virus. Così come per Windows nei PC anche per il nostro amato robottino verde, che comanda ormai in quasi tutti i mercati del globo, i pericoli relativi a malware e simili continuano a crescere esponenzialmente. Google cerca costantemente di migliorare la sicurezza del proprio sistema in ogni aggiornamento ma ciò non potrebbe bastare e nel 2013 la crescita della piattaforma potrebbe essere seguita da quella dei malware.

Soprattutto per gli utenti meno esperti non è sempre semplice installare applicazioni dal Play Store ed abilitare l’installazione da sorgenti sconosciute e certamente le due avvertenze di Android 4.2 che mettono in guardia gli utenti potrebbe non bastare.

Ciò non limita il problema ed anche all’interno dello stesso Play Store potremmo ritrovare il pericolo. Secondo quanto riportato dall’ultima ricerca di TrendMicro, durante lo scorso anno ben 350.000 malware sono stati distribuiti tra le applicazioni e nel 2013 ben altri 650.000 potrebbero arrivare nel mercato.

malware-2013

Android riesce ad infrangere record anche in questi casi, riuscendo a raggiungere la stessa quota di Windows in soli 3 anni, invece dei 14 del rivale (dall’88 al 2002). Ovviamente la crescita più lenta per la piattaforma di Redmond è avvenuta negli anni dell’evoluzione delle tecnologie e la diffusione dei virus, inoltre, sfortunatamente, la piattaforma di BigG è arrivata in un momento di massima espansione dei virus e dei loro attacchi.

Secondo lo studio di TrendMicro, cioè che porterebbe maggiori rischi sono i servizi pubblicitari che rimandano ai classici pagamenti premium, abbonamenti, SMS dalle strane richieste o ricompense, i classici download e molto altro.

distribuzione

In questo studio sono stati anche evidenziati i paesi che sembrano essere maggiormente colpiti. Come potrete notare dalla seguente mappa, sul podio troviamo Nigeria, Perù ed India, a seguire con la sua bella medaglia di legno troviamo l’Italia.

malware-italia

Evidentemente ancora oggi non tutti gli utenti fanno particolare attenzione ai download, alle fonti ed a tutto ciò che il web ci ha abituato in moltissimi anni di sviluppo del PC.

Difficilmente questi malware vengono prelevati dal Play Store e per un telefono senza problemi basterà seguire semplici accorgimenti come commenti e valutazioni.

Voi avete mai avuto problemi con i malware?

 

  • RR2000

    io no ma mi chiedo… Ma non controllano le app? Posso capire quelle scaricate fuori dal market… Ma quelle dello store,non dovrebbero,DEVONO essere sicure!

    • giovanni

      pur di contrastare in tempi brevi il numero di app presenti in appstore della apple hanno attuato una politica di “facciamo entrare tutto” e questi sono i risultati…

      • Antonio Rigano

        concordo completamente con te…sono passato ad Android da più di 1 anno e la differenza più vistosa con ios è proprio il market. Nessun paragone, sia come completezza, sia come sicurezza.

        • RR2000

          si chiama open surces

          • Ruppolo

            Si chiama “ho capito al contrario”.

          • RR2000

            in che senso?

          • Ruppolo

            Nel senso che open “sources” (e non “surces” e comunque in Italia si scrive “source” senza la “s”, come tutti i plurali) non è sinonimo di malware, tant’è che Windows, il sistema del malware per eccellenza, non è open source.

          • RR2000

            be…. quella è colpa del T9

          • Ruppolo

            Non dare la colpa al T9 che non c’entra un fico secco: la parola “surces” non esiste, in nessuna lingua.

          • RR2000

            lo scritto una volta sbagliato e l’ha tenuto così

  • Giovanni Oldani

    Mai nessun problema… ed uso Android praticamente da quando è uscito.

  • Big Rhino

    Un buon antivirus e non mi pongo tanti problemi….

  • http://www.facebook.com/LuciaGiorgi.W.Boole.Godel.Turing Lucia Kikyo Giorgi

    Io sì.. Fino all’anno scorso avevo la pessima abitudine di aprire un’applicazione appena installata, senza aspettare che AVG antivirus facesse la scansione (in quel modo AVG non mi serviva a niente! XD). Avevo scaricato un’app che ti “appannava” lo schermo e te lo dovevi asciugare con il dito.. Molto carina… Però appena l’ho aperta mi è venuto un messaggio dall’antivirus che diceva che era stato rilevato un malware eccetera. Ho disinstallato subito l’app e per fortuna non mi è successo niente. Poi non mi è mai risuccessa una cosa simile… XD

  • Pingback: Malware Android 2013: i pericoli potrebbero arrivare ad oltre 1 milione | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • luke

    Il peggior virus è l’utente stesso.

  • Edoardo

    Forse l’articolo sarebbe stato più completo con qualche suggerimento di applicazioni anti malaware sa installare

  • Pingback: Malware Android 2013: i pericoli potrebbero arrivare ad oltre 1 milione | FunkySheep il Web Donna()

  • Simonesola97

    Io Kaspersky Mobile Security, possono fare ciò che vogliono.

    • silviob

      Orca boia si posson fare davvero ciò che vogliono xD

  • http://twitter.com/JackRaidenR [̲̅p̲̅]aѕqυale j.

    perché crearle… non capisco.
    so che è un marketing anche delle case di antivirus… ma perché proprio android… fatelo su iOS che ha + app.

    • Ruppolo

      Primo, per pubblicare su iOS devi pagare usando una carta di credito, quindi devi fornire tutti i tuoi dati compreso un conto corrente e devi firmare un contratto. Questo blocca praticamente quasi tutti i malintenzionati. Secondo, le app vengono tutte controllate prima di essere pubblicate. Terzo, gli utenti possono scaricare app solo da AppStore. Quarto, non appena viene scoperto che un’app fa qualcosa che non doveva fare, viene eliminata dallo store. Quinto, se l’app è pericolosa viene utilizzato il kill switch per eliminarla immediatamente da ogni dispositivo iOS. Ad oggi non c’è mai stato bisogno di usare il kill switch, a differenza di Android.

  • Alexander83

    Basta stare attenti a quello che installi (anche se delle volte puoi rimanere fregato comunque! XD)

  • masterblack91

    vabbè prendere virus nel 2013 è un pò da polli…basta leggere i commenti sul playstore,controllare i permessi richiesti e soprattutto essere sicuri degli apk installati fuori dal market…io non ho mai preso virus…poii daiii + o meno si capisce subito se un app dello store è piena di pubblicità ecc…e io uso android da pochi mesi,quindi nn è difficile adattarsi…

    • Ruppolo

      Perché secondo te se prendi un virus ti esce il cartello “HAI PRESO UN VIRUS”?

      • masterblack91

        ma non ci vuole un genio x capirlo…basta fare 4 verifiche….controllare k nn ci sono processi aperti,nemmeno in cache,che nn ti sia scalato il traffico,che il telefono nn faccia rallentamenti strani (tipo quando si apre sempre 1 app in particolare) ecc cioè i virus li prendi solo installando app fuori dal market…e quindi sai bene k cè il rischio e installi un anti-virus…se poi lo becchi ne 6 consapevole…stessa cosa il pc…(ps. l’ultimo virus x pc lo preso nel 2009 con vista…)

    • Leotattoli

      l’Austria per te nn fa parte dell’Europa?

      • masterblack91

        Hai ragione,in geografia facevo (e faccio) pietà….comunque non è questo il punto del mio commento :)

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1551062467 Alfredo Sgroi

    POSSIAMO DIRE CHE ANCHE LE ROM CUCINATE POSSANO PORTARE VIRUS O CONTROLLO DEL TERMINALE?

    • http://twitter.com/Tr1sto Nicola fant87

      leva il caps…dal momento che ti flasshi una custom prendi piena responsabilitá dei rischi e di quello che comporta oltre alle varie migliorie,oltre al fatto hai root e di base prendono il codice dalle originali
      quindi fai 2+2 ..

      • androidiani.comdario

        Onteressa anche a me, in particolare le cyanogenmod che uso… Puoi essere più chiaro..
        Poi essendo open sources non dovrebbero esserci problemi perché verifichi il codice s è tutto ok

    • Ruppolo

      Con le rom cucinate ogni protezione viene eliminata.

  • Pingback: Malware Android 2013: i pericoli potrebbero arrivare ad oltre 1 milione | Nerd For LifeNerd For Life()

  • http://twitter.com/Tr1sto Nicola fant87

    l autore di ps2 rising ha truffato tranquillamente per un mese su playstore miliaia di utenti pensate voi se con i malware non sia la stessa cosa….

  • vios

    Io sto senza antivirus in in pc windows da quasi 2 anni e non ho mai preso niente di malw. con android vedremo.

    • Ruppolo

      Perché secondo te se prendi un malware esce il cartello “HAI PRESO UN MALWARE”?

  • aom

    alti livelli?

    forse non ti rendi conto della grandezza dell’80% di distribuzione sul mercato totale conrtro un 1% di ubuntu e un 10%(all’incirca, ma in linea di massima sono cosi) di mac os x!
    ah e solo windows 7 è diffuso nel 60% dei PC totali! ma si si parla di numeri molto vicini a quelli di Mac os X e ubuntu… -.-
    il kernel poi anche se non sembra viene sempre aggiornato… infatti con windows 7 sempre aggiornato è difficile beccarsi virus dal nulla, a meno che non sei un deficiente che se li va a cercare!

    Al contrario con Windows XP dovunque andavi beccavi volente o nolente qualche virus.

  • Kronos

    Il numero di virus non Centra nulla con la diffusione del sistema a operativo.. Basti pensare che i sistemi gnu/Linux sono i più diffusi al mondo, e Windows occupa solo una piccola fetta del mercato (pc desktop), eppure su gnu/Linux che é il più diffuso e dove sarebbe più redditizio fare virus, non se ne vedono.

    • Ruppolo

      Ma sei bevuto? Linux ha una diffusione del 1%, sempre avuta.

      • Kronos

        No I sistemi gnu/Linux hanno una infusione 1,% solamente nel ttore desktop che é quello minore.

        • http://twitter.com/VaTuTToBeNe_ Nycholas

          In effetti, basta pensare che la maggior parte dei server montano Linux per il fatto della stabilità ed efficienza…

  • Ruppolo

    Android comanda? E su quale pianeta? Qui sulla terra Android ha un utilizzo che è poco più della metà di iOS. E non mi pare che il malware si scriva per le piattaforme meno utilizzate…
    Ma il problema insuperabile (come un certo tonno) è che l’utente non può installare alcun antivirus (dato che quelli esistenti girano in sandbox, e quindi manco li vedono passare i virus).
    Quindi solo Google potrebbe fare qualcosa. Anzi, avrebbe potuto, perché un conto è fermare una dozzina di malware, un conto è fermarne 1 milione (che diventeranno presto 10 milioni). Gli smartphone non sono certo in grado di supportare un antivirus di classe “PC”, che già in quelli inchioda i sistemi.