Amazon blocca la vendita di Chromecast e Apple TV

3 ottobre 201512 commenti

Se avevate in mente di comprare una nuova Chromecast dal vostro amichevole Amazon di fiducia, beh, dovrete ricredervi.

Pare, infatti, che a partire dal 29 di ottobre Amazon bloccherà le vendite di Google Chromecast e di Apple TV. Secondo le indicazioni del sito Bloomberg la motivazione principale andrebbe ricercata nel mancato supporto ad Amazon Instant Prime Video, da parte sia di Chromecast che di Apple TV.
Sempre secondo il sito, Amazon punta molto su questo nuovo servizio e da qui questa scelta forte di bloccare le vendite di due device così apprezzati dal pubblico. Chissà che questa mossa non possa portare ad un supporto da parte dei due device messi sotto accusa.
Oltre che su chi acquista, questa scelta ricadrà anche su chi vende su Amazon. Le vendite saranno, infatti, bloccate anche nei confronti di terzi che si appoggiano ad Amazon.

Loading...
  • cesco

    Di solito odio queste cose ma credo che in questo specifico caso abbiano fatto bene ad agire così

    • Tersicore1976

      E perchè scusa? Amazon è, oltre ad una società con suoi servizi, anche un portale di acqusiti online. Può decidere di NON vendere lei direttamente determinati prodotti, ma un privato professionista che vende da anni presso di loro, che ha un negozio di elettronica, deve perdere soldi perché gli blocca arbitrariamente le vendite di “alcuni prodotti”? Se domani decidesse di non vendere ne Samsung ne Apple è un suo diritto… I venditori di terze parti andranno altrove (non è che esiste solo Amazon)… il fatto che dietro ci sia un colosso, non vuol dire assolutamente che non si possono prendere fregature, nell’acquisto dei marketplace, quindi andare su siti come eBay e simili non vuol dire “automaticamente prenderlo in quel posto”… Inoltre ci sono Mediaworld, UniEuro, Trony, ecc… non stiamo parlando di un boicottaggio che “Blocca la vendita” e quindi se la ride sotto i baffi… stiamo parlando di un boicottaggio che fa perdere soldi a loro e a chi si appoggia sul loro portale a vantaggio di altri. A loro non frega nulla, ai venditori privati credo gli importi…

  • DxDen1004

    Stanno giocando a farsi i dispetti come i bambini di 10 anni, contenti loro.

    • Stefano Emme

      Dispetti da milioni di dollari. Ragiona.

      • DxDen1004

        Grandi aziende possono permettersi di farsi grandi dispetti

    • simoneusala

      Alla fine elimina un po’ di concorrenza dalla propria piattaforma…

  • mattewre

    Io credo che nessuno compri una AppleTV su Amazon (salvo promozioni, ma sono troppo rare) rinunciando all’ottima assistenza Apple 1+1 anni con validità internazionale, senza necessità di scontrino, richiedibile negli store fisici e/o online con corriere pagato da Apple (anziché 1 produttore Apple + 1 venditore Amazon, che non offre lo stesso servizio di apple).

  • È Amazon, può “permettersi” di fare la voce grossa e mettere le sue condizioni. Anche se mi pare un po’ esagerata come soluzione

    • Tersicore1976

      Tutti i “colossi” possono permettersi di fare la “voce” grossa… Poi sono gli utenti a giudicare: come hanno giudicato LG che non ha venduto Nexus 4, come Samsung che non vende Note 5 in Europa, come l’Olanda che non venderà più smartphone low cost.

      • Gustavo Gutierrez

        Come i prezzi dei nuovi nexus

  • bartweb mitiko

    Trasudano professionalità da tutti i pori del culox …

  • flathy

    daltronde se poi una persona mette in mezzo certi termini( mafia che se ne frega del cliente)…poi diventa maleducato e offensivo addirittura!